Infinite loop

Ieri, con un "pisolino" di qualche ora, ho interrotto il «ciclo continuo» che era cominciato il primo Aprile: 14 giorni ininterrotti di lavoro/weekend pieni fino a tarda ora. Mi son sentito come una di queste formiche:

infinite loop

Ma il peggio è arrivato oggi: il nuovo ufficio, seppur temporaneo, è di una rumorosità incredibile data la prossimità di uno dei LAB più grandi di Windows. Toccherà armarmi di cuffie super efficienti e piazzare un cartello davanti alla porta.

inutile bussare quì...

-quack

Technorati Tags:

Pubblicato lunedì 14 aprile 2008 alle 8:33 PM - 7 commenti so far
Archiviato in: Cazzate

Brevi per il weekend

-quack

Pubblicato sabato 12 aprile 2008 alle 9:17 PM - 3 commenti so far
Archiviato in: Cazzate, Security

Quelli che Windows Server

Che qualcuno usi un OS server come desktop non è un mistero: ad esempio alcuni miei colleghi lo fanno perché preferiscono installare una versione FULL di Sql Server sulle loro dev box (mi chiedo sempre a che pro). Che la piattaforma server venga elogiata dagli stessi denigratori della piattaforma client organizzatori della campagna "Save XP", come EnricoG aveva notato, comincia a sembrarmi strano: si tratta degli stessi bit anche se branding e marketing hanno un'influenza a volte decisiva.

Ma non è finita: la passione per Windows 2008 Workstation sta spopolando con delle vere e proprie guide su come trasformare il server in una workstation, inclusa l'installazione del pacchetto Live! La cosa più buffa è che spesso si consiglia di installare Windows Server perché:

is remarkably faster and more stable (NdP: ????)! People say: “It’s Windows Vista without the bloat“!

nelle stesse guide in cui si spiega come installare il «bloat» mancante.

Buon weekend, oggi è uno short Friday in quanto spostano gli uffici del mio team altrove, ovvero dall'altra parte del parcheggio.

-quack

Technorati Tags:

Pubblicato venerdì 11 aprile 2008 alle 10:55 PM - 8 commenti so far
Archiviato in: Cazzate

Vincitori e vinti

Il recente hacker contest al CanSecWest, a cui avevo accennato in questo post recente, ha lasciato winner qualche ulteriore strascico polemico.

Sembra che la maggior parte della gente sia falsamente convinta che l'exploit che ha "tirato giù" Vista sia limitato alla piattaforma Windows (io intanto muoio dalla curiosità di sapere i dettagli più succosi). Qualcun altro osserva che se l'exploit in questione fosse quello di cui parla Adobe in questo bollettino di sicurezza il danno sarebbe nullo in quanto l'exploit girerebbe con gli stessi privilegi dell'utente locale: come se la possibilità di vedere andare in fumo l'home folder e tutti i propri dati personali sia molto meno peggio che vedere il proprio PC soccombere totalmente.

Infine quelli di Ubuntu, che immagino davvero non hanno capito niente di quello che è successo, festeggiano con un post autocelebrativo:

CanSecWest PWN2OWN 2008 - Ubuntu Wins!

Nel frattempo il malware si evolve: meno software più psicologia, con exploit che sono multipiattaforma per definizione come il phishing; e qualche criminale fa affari d'oro con una vulnerabilità Cross Site Scripting vecchia di qualche anno o usando un'altra vecchia vulnerabilità per rubare dati personali a 60 mila studenti installare al tempo stesso un IRC bot sul server. Solaris.

Non c'è dubbio: mala tempora currunt.

-quack

Technorati Tags:

Pubblicato giovedì 10 aprile 2008 alle 10:58 PM - 12 commenti so far
Archiviato in: Security

Checksur mon-amur

Il problema dell'update che non vuole installarsi, che avevo bollato come definitivamente scomparso con l'installazione del SP1, è riapparso sotto le mentite spoglie di un nuovo update ma sempre relativo al Junk Folder Filter di Windows Mail (non me ne vergogno: funziona alla grande per quello che mi serve ).

Ma come diceva il mitico Belushi, quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare.

Ravanando in giro ho scoperto che il malefico errore 80073712 è dovuto alla corruzione di qualche manifest di Windows Update (che sono dei file che contengono la descrizione degli update). Fino a qualche tempo fa, la soluzione proposta era lo standing upgrade, ovvero la reinstallazione dell'OS sulle ceneri del precedente. Deciso a conservare il record di durata di installazione di Vista (intatto sin dal 5 Novembre 2006!) ho continuato a ravanare e ho scoperto l'esistenza di CheckSUR, conosciuto anche come update 947821.

Ma cos'è CheckSUR? Lo dice l'«update» stesso:

System resources, such as file data, registry data, and even in-memory data, can develop inconsistencies during the lifetime of the operating system. These inconsistencies may be caused by various hardware failures or by software issues. In some cases, these inconsistencies can affect the Windows Servicing Store, and they can cause a Windows Vista update to fail. When the update fails, it blocks the user from installing updates and service packs. CheckSUR addresses this issue.

CheckSUR, che sta per Check for System Update Readiness, fa la diagnosi dei manifest installati e nel frattempo ripara quelli che dovessero risultare corrotti. Nel mio caso:

CheckSur

CheckSUR si installa come un Windows Update normale in modalità "manuale" e genera un log nel file %WINDIR%\Logs\CBS\CheckSUR.log

In seguito l'installazione dell'update che non si voleva installare è filata liscia come un olio sintetico. Occhio che l'«installazione» (in realtà si tratta di una scansione) di CheckSur richiede circa 10-15 minuti durante i quali la progress bar potrebbe "fermarsi" per un bel po', per cui è richiesta un po' di pazienza.

Il consiglio, data la gratuità del tool, è il solito. Accattatavill'

-quack

Technorati tags:

Pubblicato mercoledì 9 aprile 2008 alle 2:55 PM - 17 commenti so far
Archiviato in: Windows, Link