Info:

twitter

Ultimi commenti: Comment feed

Tags:

Archivio 2017:

Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2016:

Dic Nov Ott Ago Mag Mar Feb Gen

Archivio 2015:

Nov Ott Set Mar Gen

Archivio 2014:

Dic Nov Ott Set Lug Giu Mag Apr Gen

Archivio 2013:

Dic Nov Set Ago Lug Giu Mag Apr Feb Gen

Archivio 2012:

Dic Nov Ott Set Ago Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2011:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2010:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2009:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2008:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2007:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2006:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen
Tax time

Tra una settimana è il 15 Aprile, giorno in cui ogni famiglia fiscale regola i conti con l'Internal Revenue Service (IRS), l'equivalente italiano del ministero tasse e balzelli.

Oggi ho finalmente completato, con l'aiuto di un accountant professionista, i miei adempimenti burocratici:

Spennato 
La cosa buffa è che, grazie ad una legge federale chiamata "economic stimulus package", oltre il 90% del conguaglio da versare verrà restituito entro un paio di mesi sotto forma di rebate fiscale (quanto odio i rebate, ma in questo caso a caval Donato... [cit.]). A volte la matematica è davvero un'opinione.

-quack

Technorati Tags:

Pubblicato martedì 8 aprile 2008 alle 7:36 PM - 3 commenti so far
Archiviato in: Cazzate

Refuctoring in C# 3.0

Con la nuova versione del linguaggio C# (3.0) rilasciata con Visual Studio sono state introdotte alcune nuove sintassi che, secondo la mia personale teoria che il codice "compatto" sia scarsamente leggibile, rendono il refuctoring un gioco da ragazzi. Ne elenco alcune:

Variabili locali tipizzate implicitamente
Un esempio vale più di mille parole:

var i = 10; // i è un int
var j = "hello" // j è una string

Si ottengono molti punti refuctoring se la dichiarazione var è usata per definire il valore di ritorno di una funzione:

var p = MyFunction(); // cos'è p???

Proprietà automatiche
Per guadagnare un po' di punti refuctoring basta dichiarare una proprietà automatica nelle vicinanze di una astratta:

public string PetName { get; set; }
public abstract int PetAge { get; set; }

La differenza subdola ingannerà il lettore più attento

Extension Methods
È ora possibile aggiungere metodi a classi predefinite. La faccia del lettore che si trovi davanti al seguente pezzo di codice sarà impagabile:

int i = 0;
int j = i.DoSomeMagic(); //  

Tipi anonimi
È ora possibile definire, grazie alla keyword var, un tipo anonimo al volo:

var myPerson = new { Name = "Foo" };

Lambda
La classica ciliegina sulla torta, soprattutto se accoppiata alla keyword var (ancora tu?):

var evenNumbers = list.FindAll(i => (i % 2) == 0);

Nel mio team è stato chiaramente stabilito che eventuali abusi da C# 3.0 verranno corporalmente puniti.

-quack

Technorati Tags:

Pubblicato martedì 8 aprile 2008 alle 12:56 AM - 15 commenti so far
Archiviato in: Codice, Cazzate

Timeo Danaos

Ieri mi è arrivata una e-mail in cui venivo notificato dell'assegnamento di un nuovo PC di lavoro da essere consegnato domani (Venerdì). Mi son preoccupato perché, sebbene mi era recentemente balenato il pallino di chiedere un upgrade a QuadCore, per motivi di incasinamento vario non l'ho mai fatto e quindi il "dono" è completamente inaspettato. Ed invece è arrivata la sorpresa sotto forma di questa configurazione:

HP Compaq dc7800 Convertible Minitower P
HP Core 2 Quad Q6600 (2.40/1066/8M) Proc
4GB PC2-5300 (DDR2-667)4x1GB Memory
dc7800 CMT 1.44MB Floppy Drive
HP 250GB SATA NCQ SMART IV 1st HDD
SATA 16X SuperMulti LightScribe1st No SW
NV GF 8400GS (256MB DH) PCIex1 1st Card

Il motivo? Avanzi di budget. I quattro giga mi hanno subito convinto che vorrò installare Vista x64; oltre a chiedere immediatamente un disco secondario per non dover più copiare i dati via rete.

-quack

Technorati Tags:

Pubblicato giovedì 3 aprile 2008 alle 11:10 PM - 9 commenti so far
Archiviato in: Cazzate

ISO approva OOXML

Ci sono tanti buoni motivi per festeggiarla come una buona notizia, alcuni sono elencati in questo post di Raffaele Rialdi.

Certo è che i sostenitori della "libertà" non l'hanno presa bene visto che han sperato fino all'ultimo in un pesce d'Aprile e che di standard ne fosse imposto solo uno; stesso stile polemico, con cui la notizia è stata anticipata anzi tempo da Michiel Leenaars, guarda caso membro della OpenDoc society e molto più preoccupato per l'impatto che questo avrà sull'adozione del formato concorrente ODF che di meriti tecnici. Mi chiedo come la prenderà Rob Weir per l'occasione ancora stranamente silenzioso.

-quack

Technorati Tags:

Pubblicato mercoledì 2 aprile 2008 alle 2:11 AM - 10 commenti so far
Archiviato in: Microsoft, Cazzate

In mia assenza

Siamo appena tornati a casa, dopo il lungo viaggio durato 25 ore, misurate dal momento di chiusura della porta di casa di partenza a quello di apertura della porta di casa dell'arrivo. È andato quasi tutto alla perfezione e New York si è dimostrata ancora una dogana molto meno "antipatica" da affrontare. Nel frattempo nel mondo dei bit e dei byte sono successe un bel po' di cose interessanti e a tratti divertenti:

  • Apple segnala che è disponibile un aggiornamento (di sicurezza?) per iTunes; in realtà l'aggiornamento è Safari 3.1, il browser disegnato with security in mind.
  • Quelli di Mozilla si inca**ano e senza misure etichettano Safari come malware e forse in fondo hanno ragione: Russinovich una volta disse, definendo il sistema di protezione di Sony come rootkit, che se sembra una papera, fa il verso di una papera e si comporta come una papera, molto probabilmente lo è. Come dargli torto?
  • Nel frattempo vengono scoperte due vulnerabilità critiche nella versione di Safari appena rilasciata: e per fortuna si trattava di un update (di sicurezza?) di iTunes
  • L'update infine, per ironia della sorte, viola la EULA di Safari che permetterebbe "the installation of Safari for Windows on Apple labeled hardware, thereby excluding most Windows PCs". La EULA viene prontamente corretta, i bachi non si sa: niente di anormale, visto che Apple è molto peggio di Microsoft
  • nel rilasciare patch tempestive.
  • Qualcuno prova a prendere le difese di Apple dicendo che anche Microsoft con alcuni prodotti lo fa. Per fortuna il solito Ed Bott spiega la sostanziale differenza di approccio dei due vendor e perché Apple debba prendere lezioni sulla questione da BigM
  • La vicenda sfiora il ridicolo (ed il patetico) quando si scopre che, ancora grazie a Safari, OSX è il primo sistema a cadere nelle mani degli hacker al PWN 2 OWN hacking contest; segue Vista grazie ad una vulnerabilità di Adobe Flash che a detta degli autori, con modifiche che richiedano in tutto un paio di ore, può essere adattata anche ad OSX e Linux: Ubuntu dal contest ne esce intanto indenne. Il mio commento sarcastico è che probabilmente gli hacker non sono neanche riusciti ad installare Flash su Ubuntu, visto che non si tratta certamente di una passeggiata
  • A questo punto anche i mac fan più accaniti cominciano a convergere sul fatto che la superiorità di MacOS non è mai esistita e che la mancanza di virus ed exploit per tale piattaforma è dovuta soprattutto a quote di mercato desktop, laddove appunto aprire un allegato può risultare pericoloso, finora marginali rispetto a Windows. Salvo poi concludere che *nix è "comunque superiore"

Cambierà qualcosa? Dubito, la percezione dal punto di vista del mercato e del marketing, è da sempre molto più forte della realtà. Ad esempio qualche sedicente esperto di sicurezza va ancora affermando che "SQL Server è il Database per il quale lo scorso anno sono state trovate il maggior numero di vulnerabilità":

He cited SQL Server as an example. "It had the most vulnerabilities last year of any commercial database, so scrutiny will do nothing but good for its security."(fonte).

nonostante Jeff Jones dimostri, secunia alla mano, che il numero di vulnerabilità trovate da sempre per SQL 2005 sia stato 0 (e nonostante sia stato rilasciato 2.5 anni fa) e che l'ultima vera vulnerabilità di SQL server sia datata 2004. Dov'è la differenza tra l'approccio MS e quello della concorrenza? Sia Jeff che Feliciano concordano: merito dell'SDL, di cui ho abbondantemente disquisito in passato. E sull'SDL a questo punto vale la pena citare questa storia di Michael Howard:

A few years ago I spoke to some senior technical people from a large financial organization about software security. After visiting Microsoft they were off to visit another operating system vendor. I won't name names. The financial company was very interested in our early results, and they were encouraged by what they saw because of the SDL. I asked the most senior guy in the room to ask the other company one very simple question, "What are they doing to improve the security of their product? And by that I mean, what are they doing to reduce the chance security vulnerabilities will creep into the product in the first place? And they cannot use the word ‘Microsoft' in the reply." Two weeks later, the guy phoned me and said his company would buy Microsoft products and nothing from the other company. I asked him why. He said because all they could do was make up excuses (see the list at the start for examples!) rather than admit to having numerous critical security vulnerabilities and no process to reduce their ingress.

Morale della favola: se non sono bastati 4 anni di ottima condotta per convincere gli "esperti", sicuramente non basterà l'eternità per convincere i detrattori più accaniti.

-quack

Technorati tags: , , ,

 

      Pubblicato martedì 1 aprile 2008 alle 8:38 AM - 24 commenti so far
      Archiviato in: Apple, Security