Craigslist zoo

Giorni fa mentre il portatile era in vendita su craigslist, in un annuncio in cui a malapena specificavo il modello per via del fatto che qualche dispettoso lo ha flaggato come improprio o duplicato, il solito truffatore mi ha mandato dopo 10 minuti la seguente email esca:

I wasn't expecting a reply so soon but all the same thanks.i will not be
able to pay cash,reason being that i am not a united states
citizen,However am buying thisfor a freind who is in need of this item
as as a matter of urgency, i would
appreciate if you allow me to pay through paypal and i will add 100usd as
shipping cost..However if you dont have paypal account you can just log on
to paypal.com and set up an account it is free easy and secure to pay and
receive money through paypal.or if you would also like me to pay
through money order.if i pay through money order same shipment fee applies too
so you can get back to me with your full name and your full contact
address so i can send payment
.so get back to me asap

Ora io mi chiedo: ma chi è quel genio che pensa che un venditore si possa fidare di uno sconosciuto che comprerebbe un laptop per un amico senza avere un minimo interesse per quello che sta comprando? Un truffatore della domenica stile banda degli onesti?

BandaOnesti

-quack

Technorati Tags:

Pubblicato venerdì 27 giugno 2008 alle 2:16 AM - 21 commenti so far
Archiviato in: Cazzate

Passa codice

Leggendo il blog di Coding Horror, ho avuto occasione di riflettere sulla seguente frase:

Always code as if the person who ends up maintaining your code is a violent psychopath who knows where you live.

È un paio di giorni che mi sento un po’ shining:

the_shining

L’aggiunta di una piccola feature nel prodotto a cui sto lavorando, così piccola che si può descrivere con pochissime pagine fin nei minimi dettagli, mi ha costretto a riscrivere quasi ex-novo del codice non mio. Ho pensato che se mi avessero dato una mazza da baseball ne avrei combinata qualcuna delle mie: poi mi sono decisamente calmato quando ho preso in considerazione la scarsa esperienza iniziale di chi ha scritto quel codice. Non che il codice sia terribile, ma diciamo che il refactoring è diventato un pretesto per fare di necessità virtù e tirare fuori un paio di query micidiali fuori da un loop ammazza prestazioni.

E a proposito di codice, lascio un quesito per i volenterosi ricavato dall’esperienza con blogoo: la classe SyncLRUMap in questo pezzo di codice “autosufficiente” di C# ha qualche problema di multi-threading che si verifica abbastanza sporadicamente. Quando si verifica un eccezione di tipo Null Reference viene generata ed il call stack è il seguente:

System.NullReferenceException:
Object reference not set to an instance of an object.
at Commons.Collections.LRUMap.IndexOf(Object key)
at Commons.Collections.LRUMap.MoveToMRU(Object key)
at Commons.Collections.LRUMap.get_Item(Object key)
at Commons.Collections.LRUMap.SyncLRUMap.get_Item(Object key)

Una volta che si verifica il guaio la collezione risulta permanentemente corrotta, ovvero l’oggetto membro ObjectList finisce per contenere un null. Un indizio per la soluzione (che io spero di aver individuato) è indicato in questo thread. Un ulteriore indizio lo si può individuare riflettendo sull’implementazione di ArrayList. Spero di aver stuzzicato abbastanza curiosità.

-quack

Technorati Tags:

Pubblicato giovedì 26 giugno 2008 alle 6:57 AM - 6 commenti so far
Archiviato in: Codice, Cazzate

Wasting time

Il seguente resoconto è basato su fatti realmente accaduti.

Ero in un target qualsiasi a fare il classico shopping casalingo e incontro un collega che mi sembra di conoscere e accenno un saluto. Mi risaluta calorosamente e mi chiede se lavorassi per la stessa azienda, “ma sì come no” “ci saremo conosciuti in qualche meeting” ecc. Mi dice che è entrato in un gruppo extra-lavorativo di consulenze dove per 8-10 ore alla settimana si possono fare circa 3-4000$ extra al mese, che si tratta di consulenze nel settore dell’e-commerce dove l’esperienza tecnica è sempre gradita, che si lavora con grandi aziende online tra cui anche Microsoft.com, ecc. Mi dice che se mi interessa sono sempre alla ricerca di talenti, che le possibilità di arrotondare non sono niente male e così via. Ci scambiamo i numeri di cellulare e con molto scetticismo da parte mia finisce là. Rifletto però sul fatto che durante la conversazione ha pronunciato più volte la frase help them to strategize ma la cosa non mi era sembrata molto bizarra: ho pensato a strategie “tecnologiche”, tipo scegliere ASP.Net classico vs. ASP.Net MVC.

Mi chiama dopo un paio di giorni per chiedermi di incontrarmi cercandosi di auto-invitarsi a casa mia per farmi conoscere sua moglie e sciorinare qualche dettaglio. Gli rispondo che ho molto da fare per via di una schiavizzazione contemporanea su due progetti diversi e che tocca rimandare magari nel week-end. Mi chiede il mio indirizzo email e mi spiega che uno dei team-manager sarà in città domenica e che prenoterà due posti per il meeting in cui codesta persona entrerà nei dettagli. Ricevo i dettagli per i mail, un reminder giornaliero per ogni giorno prima dell’evento ed un paio di telefonate di cortesia.

flying_money

A quel punto l’algoritmo di “pattern matching probabilistico” ha cominciato a definire quella che era una ipotesi plausibile: MLM.

Poi ho finalmente partecipato alla presentazione, alquanto interessante non per i contenuti, quanto per la forma. Gli ultimi dubbi sono diventati certezze sia per quanto detto, che per un certo tipo di atteggiamento. La prova del nove l’ho fatta a casa cercando su Wikipedia il nome dell’azienda: Quixtar. La mia estrema politeness mi ha portato a mostrare un interesse minimo per la faccenda che è stato tramutato immediatamente in un appuntamento a casa mia con il team-manager, non senza avermi fornito qualche materiale esplicativo (DVD, audio-CD e brochure).

Da una parte sono tentato di fingermi interessato per approfondire ulteriormente e direttamente le tecniche di marketing che sono quasi al limite di un vero e proprio lavaggio del cervello; considerando che sono stato attirato con l’inganno, insieme ad una mia superficialità, mi sentirei anche eticamente a posto. Dall’altra il tempo è prezioso per essere speso in strategie d’evasione. Resta il fatto che penso che una certa percentuale di adepti sia davvero convinta che il MLM possa rappresentare una fonte di guadagno sostenibile.

-quack

Technorati Tags:

Pubblicato mercoledì 25 giugno 2008 alle 6:43 AM - 9 commenti so far
Archiviato in: Cazzate

Fingiti occupato…

leggi un libro mentre “lavori”.

Chissá se presto saranno disponibili titoli anche in italiano.

Read at work 

La cosa buffa è che l’applicazione Flash è mascherata come un desktop Windows XP. Se il desktop di lavoro è Vista però, occhio a non farsi sgamare.

image

-quack


[1] Con un desktop così vuoto sarei sgamabile in un millisecondo.

via I Started Something.

Technorati Tags:

Pubblicato martedì 24 giugno 2008 alle 3:15 AM - 3 commenti so far
Archiviato in: Cazzate

Struzzi

A leggere la notizia di un trojan per Mac che sfrutta l’EoP di cui si parlava pochissimi giorni fa, mi accorgo che l’atteggiamento di taluni utenti della mela – facendo finta  che i commentatori su P.I. possano rappresentare un campione significativo - è raffigurabile con un’immagine che vale più di un milione di parole:

ostrich

Nonostante ci sia qualcuno che spiega che il trojan, grazie appunto al fatto che l’elevation of priviledges è molto banale, è capace delle peggiori porcherie come fare l’upload di screenshot o installare keylogger, la maggior parte degli utenti è convinta che la piattaforma Mac sia comunque magicamente inattaccabile.

Certe parole sembrano davvero cariche di sabbia.

-quack

Technorati Tags:

Pubblicato lunedì 23 giugno 2008 alle 6:57 AM - 27 commenti so far
Archiviato in: Apple, Security