Il forum

Finalmente ho messo su un mezzo forum che rimpiazza per sempre la pagina Off Topo. Non ho il tempo materiale per scrivere un plugin e allora ho recuperato qualcosa di già pronto. In futuro vorrei migrarne i contenuti o chissà… anche se penso che non ci sia niente di più permanente di una soluzione temporanea. Vabbù?

foro

Le regole del forum sono le stesse di tutti i commenti: cerchiamo di non offenderci a vicenda e per il resto tutto fa brodo.

Possibilmente non usate i messaggi privati. Li leggerò in barba alla legge sulla privacy del comune di Paperopoli (di cui sono sindaco, sapevate?) e li cancellerò in quanto mi sembrano inutili e ridondanti.

-quack

Pubblicato giovedì 29 aprile 2010 alle 8:55 PM - 47 commenti so far
Archiviato in: Blog-Tech

Spammers meet babelfish #1

Sottotitolo: Chi è Tatyana?

Ciao straniero.

Uelà

Molto tempo che volevo fare la conoscenza con un uomo su Internet, ma non ha il coraggio di farlo. Dal momento che non ho fiducia l'amore su Internet. Ma la mia ragazza incontro un uomo su Internet, e si sposarono.

Non ho capito un pazzo

Ora hanno una famiglia felice. Spero anche che posso trovare l'amore qui. Mi auguro che tu sei un uomo, di cui ho un sogno! Ed e mia Tatyanasperanza che si vada a scrivere di me. Probabilmente - il destino? Io credo nel destino, e spero che Dio mi aiutera a trovare un uomo decente. Forse questo e si!

Ah ecco, me pareva.

Questo - un po 'su di me: io sono - uno snello, occhi azzurri bionda. Io sono laboriosi e mi piace cucinare. Sono una ragazza modesta e non mi piace conflitti. Ebbene, questo io, e io vi scrivero piu su di me nella prossima lettera. Spero vivamente di ricevere la vostra risposta.

E la brunetta nella foto chi è?

La mia e-mail: xyz@lavabit.com

scrivimi a questo indirizzo, e non posso inviare piu delle mie foto. Non vedo l'ora di attendere per la Sua lettera.

Ma va? Che sfiga…

Vi auguro una piacevole giornata, spero che la mia lettera per migliorare il tuo stato d'animo.

Effettivamente il mio umore è migliorato parecchio.

Cordiali auguri a te, Tatyana.

E tu salutami a sorreta (la brunetta)

Pubblicato mercoledì 28 aprile 2010 alle 11:53 PM - 20 commenti so far
Archiviato in: Cazzate

Microsoft, Lambrusco, Arance e Coltelli

Autentica.

-----Original Message-----
From: Jeff Davis
Sent: Thursday, July 20, 2000 1:02 PM
To: Microsoft Dining Service
Subject: cafe 9

Hi,
I ate in cafe 9 today, and I had an orange, and I though it was kind of wierd that the orange melted the knife I was using to cut into it. I dunno what those plastic utensiles are made out of, but you may want to look into different ones maybe.
bt

-----Original Message-----
From: Stephen Soderquist (Eurest Dining Services)
Sent: Thursday, July 20, 2000 3:06 PM
To: Jeff Davis
Subject: RE: cafe 9

Jeff,
Thank you for your comments regarding the cutlery used by the Dining Centers. These utensils are injection molded polystyrene with colorant (polystyrene is translucent white is raw pellet form, the colors are pigment pellets adding to the raw styrene).
Polystyrene is derived from the oil processing industry and is subject to similar chemical processes as oils, grease and other petro-chemical hydrocarbons.
Orange peel contains a number of aromatic organic solvents, 90% of which is d-limonene.
One significant industrial use for d-limonene is parts degreasing . As such, the d-limonene in the peel will begin to attack the petrochemical hydrocarbons in the polystyrene. Another petro-chemically derived plastic, polyethylene, will not react in the same manner due to it's high surface tension, however due to it's soft nature, is not preferred for this application.
In the manufacturing process of the polystyrene cutlery, minute particles of the molded product can develop on surface, generally from abrasion in shipping and handling. These can be picked up and carried by the oils within the orange peel and give the impression that the utensil is "melting".
Please be assured that all the polystyrene and the colorant are FDA approved for food use.
Should you have any further questions or if I may be of further service, please do not hesitate to contact me.
Thank you.
Stephen Soderquist

-----Original Message-----
From: Jeff Davis
Sent: Thursday, July 20, 2000 3:08 PM
To: Stephen Soderquist (Eurest Dining Services)
Subject: RE: cafe 9

Does this mean that I can just eat the black stuff that rubs off and not worry about it?
Thanks,
Jeff

-----Original Message-----
From: Stephen Soderquist (Eurest Dining Services)
Sent: Thursday, July 20, 2000 3:27 PM
To: Jeff Davis
Subject: RE: cafe 9

Jeff,
I really would not recommend eating it (but it is FDA approved). Let me replicate your activity and just see the results for myself. Are you using the knife to cut perfect quarters and eating it out of the peel?

-----Original Message-----
From: Jeff Davis
Sent: Thursday, July 20, 2000 3:30 PM
To: Stephen Soderquist (Eurest Dining Services)
Subject: RE: cafe 9

no, i just cut the peel off. its not a big deal... honestly i'll probably never eat another orange again... i don't really like them. : )
bt

-----Original Message-----
From: Stephen Soderquist (Eurest Dining Services)
Sent: Thursday, July 20, 2000 3:39 PM
To: Jeff Davis
Subject: RE: cafe 9

Jeff,
I wouldn't stop eating oranges because of this. Let me take a look.
Thanks,

-----Original Message-----
From: Jeff Davis
Sent: Thursday, July 20, 2000 3:39 PM
To: Stephen Soderquist (Eurest Dining Services)
Subject: RE: cafe 9

ok.

-----Original Message-----
From: Stephen Soderquist (Eurest Dining Services)
Sent: Friday, July 21, 2000 11:27 AM
To: Jeff Davis
Subject: RE: cafe 9

Jeff,
I was able to replicate your actions in the peeling of an orange using a polystyrene knife as found in the Dining Centers.
Conditions:
Unable to affect the oils in the orange (d-limonene specific)
Unable to affect the chemical properties of Polystyrene (C6H5CH=CH2)
Orange at room temperature of 72 degrees Fahrenheit
(2) Knives obtained at random from Cafe 123, one used for test, one retained as control sample
Using a wide slicing pattern to provide maximum exposure to the oils on the surface of the knife blade
Slicing the outer peel only deep enough to remove the zest, most of the rind remaining.
Findings:
The d-limonene altered the surface of the blade in a manner consistent with thermal degradation above 212 degrees Fahrenheit for limited duration (affected surface with little penetration). Where surface was affected by d-limonene, remained somewhat sticky for several minutes until d-limonene evaporated.
A residue remained on the inner surface of the removed peel, dark gray to black in color. Little coloration appeared on the remaining rind of the orange.
Recommendation:
If it is desired to utilize polystyrene utensils to remove the peel from citrus fruits (especially oranges) and discoloration occurs on the edible portion of the remaining rind, peel the discoloration from the segmented portion of the orange prior to eating.
While little known hazards exist from the ingestion of styrene (see <<<http://www.styrene.com>>>), it is not recommended to purposefully ingest.
I hope this answers your concerns. If I may be of further service, please contact me.

Pubblicato martedì 27 aprile 2010 alle 9:22 PM - 9 commenti so far
Archiviato in: Microsoft, Cazzate

Piange il telefono

Un uomo entra in un bar e dimentica il cellulare. Un altro lo trova, piangetelefonoscopre che è un rarissimo IPhone di super-nuova-quinta generazione e si ritrova con un scoop in mano. Rivende il telefono ad una redazione giornalistica che ne pubblica foto e dettagli. Una storia assurda, ma per quello che succede dopo.

Qualcuno ipotizza teorie complottistiche a dir la verità più credibili di quelle degli alieni nell’Area 51. Qualcun altro per difendere l’azienda del cuore scrive 5000 parole, mica pazzi eh!, 11 pagine A4 stampate per spiegare il perché e il per come: sinceramente anche giocare a scacchi con un primate sembrerebbe più entusiasmante, evidentemente qualcuno non ha davvero un pazzo di meglio da fare.

La mia opinione non richiesta: qui mi sembra che si sta esagerando. Se qualcuno fosse finito sul giornale per aver trafugato dei documenti top-secret da una base militare operativa non avrebbe ricevuto il clamore di così tante attenzioni. Ovviamente c’è quasi la certezza che sia stato commesso un reato però se fossi il direttore responsabile di una testata giornalistica di spetteguless tecnologico che vive di questo avrei fatto la stessa fesseria: quando si tratta di fare lo spetteguless più lungo niente batte uno scoop del genere. In fin dei conti, una volta che Gizmodo ha avuto l’opportunità di scoprire che il venditore mascarato non stava bluffando, ha prontamente restituito il maltolto. Purtroppo ci sarebbe da ridere se non fosse che la realtà supera davvero la fantasia: i segreti di Apple non sono segreti di stato ma qualcuno si atteggia come se lo fossero. Dulcis in fundo una perquisizione con sequestro, a quanto pare anche questo illegale, nella residenza del ricettatore giornalista. Certe arroganze sono già antipatiche per sé, figuriamoci quando vengono fatte a nome di altre entità ancora più arroganti.

E Steve Jobs è un’ingrata testa di pazzo.

Pubblicato martedì 27 aprile 2010 alle 12:43 AM - 71 commenti so far
Archiviato in: Apple

Pike Place Market

Oggi la rubrica “Un giorno una città” di Repubblica Viaggi è dedicato a Seattle, definita Grande Mela “slow”, versione a 33 giri della New York a 45rpm.

L’articolo è molto bello, vale la pena leggerlo anche se dovendo spendere solo un giorno in città sceglierei altre destinazioni. Quella che non mancherei assolutamente per niente al mondo è il magggico mercato di Pike Place, immortalato da migliaia e migliaia di scatti a cui vanno aggiunti questi mie personalissimi due:DSC_3426

DSC_3427

Sollecito commenti critici positivi e negativi.

-quack

Pubblicato mercoledì 14 aprile 2010 alle 7:40 PM - 69 commenti so far
Archiviato in: Seattle e dintorni