Backup for blackout

Se leggete questo blog da parecchio, avrete capito che soffro di forti paranoie: quanto sia sicuro il PC, quanto siano al sicuro i miei dati, ecc. Ultimamente mi son soffermato a lungo a pensare ad una soluzione efficiente per il backup. Sono arrivato alle seguenti conclusioni:

  1. Ci sono 2 gruppi di dati quando penso al backup: dati online (desktop, my documents, e-mails) e dati offline (tutta roba 'archiviata' non necessaria da tenere online: foto in alta risoluzione, vecchi documenti ecc.)
  2. Di tutti i dati 2 copie su due drive (meglio ancora dispositivi) diversi sono il minimo indispensabile
  3. Tutto il resto (ftp server, ecc.) e' un bonus extra

Per implementare questi requirements ho comprato un NAS. I dati online verranno backupati in automatico da Windows Live One Care sul NAS (e quindi ne avro' due copie: una sul PC una sul NAS). I dati offline verranno salvati su un drive USB e backupati periodicamente sul NAS. A questo punto l'unico evento disastroso potrebbe essere la rottura contemporanea di due drive (possibile ma altamente improbabile; vedi vignetta sotto).

-quack

P.S. ogni riferimento a fatti realmente accaduti e' puramente causale.

Pubblicato venerdì 10 novembre 2006 alle 10:45 PM - 0 commenti so far
Archiviato in: Cazzate, Security, Backup