Teorema

La sfiga esiste

Dimostrazione:

Partita a Catan, piazzamento iniziale:

catan4 catan5
I numeri 8, 6, 9 e 4 sono buoni. Ma le statistiche pessime:

catan1

Il 9 è stato 'tirato' 3 volte. Il suo equivalente statistico (5) ben 9 volte.
Il 4 è stato 'tirato' 5 volte. Il suo equivalente statistico (10) 8.
Il 3 è stato 'tirato' 1 volta. Il suo equivalente statistico (11) 4.
Rapporto uscita ai dadi numeri scelti-equivalenti: 9:21.
Il 7, numero dello spostamento del ladro, è apparso solo 6 volte. Il ladro ha stazionato sul 6 abbastanza a lungo. Risultato:

catan2
47 risorse guadagnate contro 91-94.
Di queste 47:
catan3

23 sono andate perse per colpa del ladro (contro 6 e 11).
Siccome è la somma che fa il totale, queste le risorse a disposizione: 24 contro 85 e 83. Sconfitta memorabile, teorema dimostrato. La sfiga esiste, ci vede benissimo e prende la mira anche al buio. [cit.]

Big Smile

-quack

P.S. se a qualcuno è venuta voglia di imparare uno dei giochi da tavolo più belli di sempre, qui può trovare qualche link utile.

Pubblicato venerdì 21 dicembre 2007 alle 4:59 PM - 4 commenti so far
Archiviato in: Cazzate, Catan

Catan online tutorial
Recentemente è uscita una nuova variazione sul tema del gioco dei "Coloni di Catan" chiamata "Catan Histories: the Struggle for Rome". Il gioco originale, con le sue 5 "espansioni", è diventato un vero e proprio cult per gli amanti dei giochi da tavolo in quanto ha caratteristiche che lo rendono appetibile ad entrambi i sessi (mai giocare contro il proprio partner: il gioco - anche se non aggressivo - ha qualche elemento di ostilità, non fosse altro per il fatto che alla fine c'è un solo vincitore).

Ne ho regalato immediatamente una confezione alla formichina e mentre cercavo il manuale ho notato un link ad un tutorial online che ne spiega bene i concetti fondamentali, in modo tale da poter affrontare una prima partita senza remore. Sul sito ho trovato le istruzioni, sempre in inglese ma abbastanza chiare, anche per altri giochi come appunto l'originale "Coloni di Catan"; tale gioco è disponibile in versione giocabile online ed opensource presso questo sito.

Infine una notiziona per i possessori di una XBOX 360 e appassionati di Catan. Su Live Arcade è uscita la versione ufficiale del gioco.

Enjoy!!

-quack

Technorati tags:

Pubblicato domenica 13 maggio 2007 alle 4:13 PM - 1 commento so far
Archiviato in: Catan

Catan mania

Una delle attivita' piu' divertenti in Italia, sono stati alcuni pomeriggi in famiglia passati a giocare "Settlers of Catan".

Tale gioco, se non preso in piccole dosi, puo' creare forte assuefazione. Il problema piu' grande e' che e' un gioco che richiede almeno tre giocatori (l'optimum, come per il Poker e' quattro). Per calmare le crisi di astinenza un bel gruppetto di sviluppatori OpenSource, ne ha realizzato una versione per windows giocabile online (la versione stabile ad oggi e' la 1.2.0a). Senza nulla togliere a quello che mi sembra uno dei migliori progetti OpenSource dal punto di vista di completezza e di qualita', l'applicazione presenta alcune di quelle pecche tipiche dell'OpenSource:

  • Overdesign a livello estremo: il codice e' scritto in C++ e si sforza di sfruttare molte librerie disponibili su piu' piattaforme (wxWidgets e altre che non mi vengono in mente). Peccato che poi l'applicazione giri solo sotto Windows (alla mia domanda perche' non usare linguaggi di piu' alto livello come il C# che avrebbe reso lo sviluppo almeno 5x piu' veloce, la risposta e' stata "non e' portabile".... Smile) (*)
  • Eccesso di opzioni: quasi tutte le regolette aggiuntive underground sono state rese selezionabili opzionalmente (il che puo' sembrare un bene, ma e' un male...). Per cui e' possibile fare una partita in cui: si limita il numero di volte in cui esce il sette, si sostituiscono i deserti con giungle o vulcani, si puo' trattare dopo aver costruito, ecc. ecc. Alla fine dello spirito originale del gioco rimane ben poco (se in Catan originale non si puo' trattare dopo aver costruito e' per impedire di costruire porti che vengano utilizzati immediatamente)
  • Una focalizzazione eccessiva sull'implementazione: Un esempio e' il sistema di trattative che invita a non trattare; il gioco in realta', secondo le intenzioni dell'inventore Klaus Teuber, e' tutto basato sullo scambio "ti do una pecora, mi da un grano". Il fatto stesso che ci sia un'opzione per limitare il numero di richieste di trattative che viene regolarmente usata nel 99% delle partite online, fa capire che alla fine il gioco online e' completamente diverso da quello giocabile in casa: "vince chi sceglie il piazzamento migliore e speriamo che i dadi l'accompagnino"

Un'altra nota da insider. Il gioco funziona egregiamente su Windows XP (il fatto che ci sia un'opzione per riprendere le partite dovute ai crash mi fa pensare che non debba essere stato spulciato molto correttamente) ma ahime' su Vista va in crash molto piu' spesso. I piu' maligni darebbero la colpa a Vista, ma avendo accesso al database dei bachi di compatibilita' posso tranquillizzare statisticamente che non e' cosi'.

Infine, gira voce che stia per uscire una versione ufficiale per XBOX 360. Se cosi fosse, sarebbe la volta buona per fare l'upgrade della console (l'aggiunta della possibilita' di comunicare con la voce rende il gioco piu' fedele).

Insomma dategli un'occhiata, ma non cadete in assuefazione! Se poi volete sfidarmi - fuso orario permettendo - lasciate pure un commento: prometto che daro' del mio meglio. Smile

-quack

Technorati tags:

(*) in realta' la risposta non e' corretta. Molto codice C# e' portabile sotto Linux e OSX grazie al progetto Mono. In mia ipotesi, fare il porting di un'applicazione C# e' molto piu' semplice che fare il porting di un'applicazione

Pubblicato sabato 27 gennaio 2007 alle 5:32 PM - 2 commenti so far
Archiviato in: Catan

 
1