Firefox, security e sul concetto di demenza

Leggiucchiando in giro son capitato sul sito dei FirefoxFlicks, video promozionali per pubblicizzare Firefox, e mi son imbattuto nel secondo posto classificato. Davidonzo, mia nemesi totale (usa Ubuntu e quindi Firefox), commentando il video definisce demenza l'essenza di IE.

Un paio di note: nel 2005 ho installato anche io, quando IE fu tempestato da una miriade di bachi di sicurezza, Firefox. Mi ripeto ma Firefox in passato, per il mancato supporto degli ActiveX causa di molti mali nel browser avverso, veniva svenduto come "intrinsecamente" piú sicuro. Peccato che questo intrisecarsi non sia stato di buon auspicio l'anno scorso: 17 bachi di sicurezza per IE, 22 bachi di sicurezza per Firefox (fonte secunia: per IE, per firefox). All'epoca non c'era neanche l'auto upgrade e toccava restare informati per scoprire se la versione di Firefox installata sul proprio PC fosse pericolosa (a differenza del servizio semi trasparente di Windows Update). Risultato disinstallazione immediata di firefox per aver tradito quelle che definisco le mie aspettative (e stendiamo un velo pietoso sul fatto che la cache di Firefox sia gran divoratrice di RAM: stando ai developers non é un baco, ma una feature!)

Poco piú avanti, leggo di explorer destroyer: un sito che distribuisce script fatti per mandare in tilt IE. Chiunque li puó inserire tra le pagine del proprio sito e costringere gli utenti - se vogliono davvero navigare le pagine di tali siti - a scaricare Firefox. Google fa di piú e dona addirittura un dollaro per ogni copia di Firefox scaricata alla causa (trovo funny che il loro motto sia "don't be evil" E-)). Oddio, ognuno é libero di fare e usare quello che vuole, ma cerco di immaginare chi potrebbe essere cosi idio... ehm intelligente da scaricare tali script e precludere il proprio sito all'89% (o giú di lí) dei navigatori. Beppe Grillo con vocina stridula direbbe: "leggermente in controtendenza"; in un mondo che si muove verso una distribuzione di contenuti da fruire nella maniera piú libera possibile (adoro gli RSS readers e per questo motivo ho tagliato fuori tutti quei feeds che richiedono di aprire un browser per continuare a leggere la news!) questa mi sembra una mossa davvero stonata (qualcuno direbbe demente!).

Una precisazione: credo sinceramente che la concorrenza nel "mercato" dei browser sia necessaria; é bello vedere features di Firefox implementate in IE7 e features di IE7 implementate come plugin di Firefox. Peró - vestendo i panni del webdesigner e considerando pure che i 2 browser non renderizzeranno mai le pagine in maniera identica al 100% - mi auguro sempre che uno dei due browser la faccia da padrone (purché per gli utenti rimanga free). Ció renderebbe la vita enormemente piú semplice a chi deve mettere mani all'HTML.

-quack

Potrebbero interessarti anche:
Commenti (2):
1. davidonzo
martedì 2 maggio 2006 alle 1:46 AM - unknown unknown unknown
   

Ciau Paperino ^_^ Sono la tua nemesi totale :D

Su quel video c'è poco da dire: geniale!!! IE che fa quel wheeeeee demente, mi fa morire dal ridere!!! Non è male nemmeno safari che spernacchia :D .

Sul discorso concorrenza fra browser, questa c'è da pochissimo tempo. Attualmente, come features Firefox è avanti anni luce rispetto ad IE6.

IE6 ha una marea di bug sull'interpretazione delle pagine. Lasciando perdere ora i bug di sicurezza, te ne cito alcuni che fanno impazzire i chi scrive codice html:

- abbr: non lo legge (fixato in IE7)

- png: non legge il canale alpha (fixato in IE7)

- !important nei css: non lo legge, e forse è un bene...

- height nei css: lo legge se gli piace O_o

Questi sono solo pochi esempi. Se a questo aggiungi che il W3C consiglia di usare i css in modo intensivo, preme perché lo standard delle immagini web sia il png... pure fra acronym e abbr dice di usare abbr....

IE6 non rispetta gli standard. E tutt'oggi non li rispetta nemmeno IE7 (ho la beta installata [ebbene si, ho anche XP su un hdd :D ).

Quando faccio un template, lo faccio su ubuntu. Gedit ed altri programmi per gnome mi aiutano molto a gestire il codice in modo facile e sicuro (semplice questione di abitudine e preferenze personali, niente di particolarmente tecnologico...). Lo visualizzo con FF, con Opera, con Safari e si vede sempre nello stesso modo.

Valido il codice ed è ok, valido il css ed è ok. Riavvio, lo apro con IE, e non si capisce niente!

Ci sarà qualcosa che non va o sbaglio?

Con IE7 sono stati fatti molti passi avanti. Spero ne facciano ancora. E spero che come standard html, xhtml ed altri, non si imponga nessuno, ma semplicemente tutti i motori seguino gli standard universalmente riconosciuti :-)

   
2. Paperino
martedì 2 maggio 2006 alle 2:06 AM - unknown unknown unknown
   

Non entro nel merito dei bachi di renderizzazione: in fin dei conti non entro mai nei dettagli della singola voce CSS. Il mio post voleva commentare sulla demenza in generale di pubblicizzare qualcosa come "più sicuro" (lo ha fatto anche Oracle cadendo tra il penoso e il ridicolo quando definì il loro DB Unbreakable) soprattutto quando sicuro non lo era: e se avessero implementato gli ActiveX come ne sarebbero mai usciti vivi? Tra sicuro e carino, preferisco sicuro. :-) O sulla demenza in generale di chi installa certi script sul proprio sito (meglio installare quelli malevoli, almeno ci sarebbe una piccola ma non nulla probabilità di cavarne fuori qualche spicciolo; a patto di avere l'etica di un Cavaliere :-))

-quack!

Seguirà un post sul perché posso permettermi di non installare nessun anti-spyware in windows (da come ho configurato il mio PC).

   
Lascia un commento:
Commento: (clicca su questo link per gli smiley supportati; regole di ingaggio per i commenti)
(opzionale, per il Gravatar)