Info:

twitter

Ultimi commenti: Comment feed

Tags:

Sponsor:

Archivio 2018:

Lug Giu Mag Feb Gen

Archivio 2017:

Dic Nov Ott Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2016:

Dic Nov Ott Ago Mag Mar Feb Gen

Archivio 2015:

Nov Ott Set Mar Gen

Archivio 2014:

Dic Nov Ott Set Lug Giu Mag Apr Gen

Archivio 2013:

Dic Nov Set Ago Lug Giu Mag Apr Feb Gen

Archivio 2012:

Dic Nov Ott Set Ago Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2011:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2010:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2009:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2008:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2007:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2006:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

HTTPS is coming

Qualche giorno fa sono stato contattato telefonicamente dal mio hosting provider (GoDaddy). Di solito mi chiamano per contrattare il rinnovo multiplo dei servizi di cui usufruisco e spesso gli sconti son significativi. L’ultima volta non me la son sentita di rinnovare per due anni congelando di fatto lo status quo. Stavolta però, con l’arrivo imminente di HTTPS per tutti, di contrattare un po’ di voglia ce l’avevo. Perché GoDaddy offre ai propri clienti certificati per HTTPS, ma il prezzo, per tenere in vita questo blog, sarebbe troppo alto. L’operatore tra l’altro pareva fosse anche abbastanza contento di non poter offrire certificati di terze parti e questo mi ha scocciato non poco; infatti letsencrypt mi sembrava la scelta giusta.

Si aggiunga che, quando ho deciso di scrivere la piattaforma su cui fare girare questo blog, ho fatto una scelta in retrospettiva molto sbagliata: aggiungere l’estensione ASPX a tutte le URL di questo blog. Non l’avessi fatto avrei avuto la possibilità di migrare ad un hosted WordPress per una frazione di quanto stia spendendo adesso. Quest’opzione purtroppo non è disponibile e tenere in vita le vecchie URL richiederebbe hostare WordPress per conto mio. Una pessima idea per due motivi: mi forzerebbe a tenere aggiornato WordPress a causa dei numerosi bachi che si porta appresso di release in release e costerebbe alla fine quanto hostare Blogoo finendo per giunta per perdere il contenuto del forum.

Ho cominciato ad analizzare le alternative:

  • chiudere tutto (e ricominciare da zero?)
  • passare ad un host meno esoso tenendo in piedi l’ambaradan corrente
  • convertire Blogoo in ASP.Net Core/MySQL e usufruire di una VPS che mi permetterebbe altre robe carine
  • “congelare” le pagine attuali e hostarle su un servizio gratuito (github pages) o similare. Ricominciare altrove con un nuovo dominio

La lezione che ho imparato è che le tecnologie non durano per sempre e che il tempo investito in Blogoo, sebbene mi abbia dato la possibilità di imparare parecchie cosette utili, avrei dovuto dirottarlo altrove.

E mentre scrivo e rifletto, realizzo che forse HTTPS non è quella maledizione che mi è sembrata al primo colpo e probabilmente questo potrebbe essere l’ultimo post via Blogoo. So long and thanks for all the fish.

-quack

Potrebbero interessarti anche:
Commenti (13):
1. floriano
giovedì 22 febbraio 2018 alle 2:01 PM - chrome 63.0.3239.132 Windows 7
   

https nn mi sembra fondamentale per un blog, a cosa potrebbe servire? solo per far il login?

   
2. floriano
giovedì 22 febbraio 2018 alle 2:04 PM - chrome 63.0.3239.132 Windows 7
   

Inoltre anche ASP.Net Core non mi convince, da un bel po' di anni microsoft sta abbandonando/modificando tecnologie troppo velocemente, non me la sentirei di affidarmi troppo a loro.

 

Anche gli altri linguaggi in genere (soprattutto quelli di Google) non mi convincono granchè come longevità e retrocompatibilità tra le varie versioni.....

 

   
3. floriano
giovedì 22 febbraio 2018 alle 2:14 PM - chrome 63.0.3239.132 Windows 7
   

volendo (non so se è fattibile) si potrebbe lasciare il vecchio dominio con le estensioni .aspx e creare un nuovo dominio (o un nuovo livello) dove far apparire gli articoli senza estensione. il vecchio dominio dovrebbe solo prelevare i nuovi articoli e aggiungerci l'estensione .aspx (magari si può fare anche solo con apache senza scomodare iis)

   
4. Mah...
giovedì 22 febbraio 2018 alle 3:03 PM - firefox 58.0 Windows 10
   

@floriano:

https nn mi sembra fondamentale per un blog, a cosa potrebbe servire? solo per far il login?

Quoto

   
5. Pico De Paperis
venerdì 23 febbraio 2018 alle 11:54 AM - chrome 64.0.3282.167 Windows 10
   

Ma non è sufficiente un URL Rewrite per "nascondere" l'estensione aspx senza "rompere" i collegamenti esistenti?

   
6. Paperino
sabato 24 febbraio 2018 alle 3:35 AM - chrome 64.0.3282.167 Windows 10
   

Rispondo per ordine:

1. HTTPS sta per diventare obbligatorio. Firefox e Chrome cominceranno in estate. I siti in HTTP verranno mostrati come non sicuri. Non che la cosa mi preoccupi troppo, però volendo fare le cose per bene...

2. Sì, basterebbe un URL rewrite. Però significa che tocca trovare un nuovo host e installare WordPress, convertire i contenuti, configurare URL rewrite, ecc. E alla fine mi verrebbe a costare uguale quanto Asp.net altrove, dove non ho da fare niente che copiare i file e copiare il DB.

3. sinceramente la cosa non è fondamentale. Però sono abbastanza irritato che io paghi un premium ed essere trattato così. I certificati ormai sono gratuiti, spillare $80 circa/anno a chi ha un sito personale significa non capire una cippa di business. Quindi ho deciso di smontare e andare altrove comunque.

4. l'idea di congelare il tutto non mi sembra neanche malvagia, coi costi di pochi centesimi per mese. Però a me di scrivere ogni tanto un po' mi va.

5. l'ultima volta che avevo controllato, Wordpress.com chiedeva $10 per un dominio. Adesso son passati, bontà loro, a $4/mese. Considerando che un hosting Windows costa $5/mese e per la conversione mi debba smazzare molto meno...

Staremo a vedere, molto dipende da come mi girano.

   
7. Paperino
sabato 24 febbraio 2018 alle 3:38 AM - chrome 64.0.3282.167 Windows 10
   

Aggiungo: installare Wordpress è una pena lancinante. Ogni release ha bachi di sicurezza incredibili. Mi ritroverei con il blog pasticciato i quattro e quattr'otto. Meglio blogoo

Quanto a .Net core, essendo open source, avrei pochi problemi. Voglio dire Blogoo gira su una versione di ASP.Net vetusta (quando l'ho scritto MVC era in Beta ed io ho scopiazzato qualche idea). Se riuscissi a costruire una macchina virtuale di qualsiasi tipo e congelarne la configurazione così (un container?) sarei a cavallo, ma solo al pensiero di scrivere codice per hobby...

   
8. doxaliber
sabato 3 marzo 2018 alle 7:18 AM - chrome 64.0.3282.137 Android 6.0.1
   

Certo non è normale che un possessore di un misero blog debba stare dietro a cose come queste:

www.securityinfo.it/.../

   
9. Roberto
sabato 3 marzo 2018 alle 3:57 PM - firefox 58.0 Windows 10
   

Temo la morte degli hosting gratuiti.

   
10. Paperino
sabato 3 marzo 2018 alle 9:20 PM - safari 604.1 iPhone 11.2.5
   

Probabile, ma anche no. C'è chi si è attrezzato per fornire certificati letsencrypt supportando persino il rinnovo automatico. Si può fare e c'è abbastanza tempo per organizzarsi

   
11. Paperino
domenica 4 marzo 2018 alle 5:49 PM - chrome 64.0.3282.186 Windows 10
   

Nota per me: sto considerando SmarterAsp.net e il loro piano da $2.95 al mese (dovrei installarmi io il certificato ogni tre mesi) o quello da $4.95 al mese per due anni e fanno tutto loro.

Alternativa: winhost.com

   
12. FOLBlog
giovedì 8 marzo 2018 alle 12:02 PM - chrome 64.0.3282.186 Windows 10
   

Hai già valutato SiteGround?

   
13. Mah...
giovedì 8 marzo 2018 alle 12:21 PM - firefox 58.0 Windows 10
   

Dì a google di sganciare e fai girare l'economia!

   
Lascia un commento:
Commento: (clicca su questo link per gli smiley supportati; regole di ingaggio per i commenti)
(opzionale, per il Gravatar)