Info:

twitter

Ultimi commenti: Comment feed

Tags:

Sponsor:

Archivio 2018:

Mag Feb Gen

Archivio 2017:

Dic Nov Ott Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2016:

Dic Nov Ott Ago Mag Mar Feb Gen

Archivio 2015:

Nov Ott Set Mar Gen

Archivio 2014:

Dic Nov Ott Set Lug Giu Mag Apr Gen

Archivio 2013:

Dic Nov Set Ago Lug Giu Mag Apr Feb Gen

Archivio 2012:

Dic Nov Ott Set Ago Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2011:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2010:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2009:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2008:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2007:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2006:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Il paese dei cachi

Certe volte essere italiani è davvero umiliante. Un esempio eclatante è andare alle poste e trovare il commesso simpatico che ti dice: «Lo manda in Italia? Sa che l’Italia è il paese con il più alto numero di pacchi mai arrivati a destinazione?». Verissimo anche se devo ritenermi fortunato con 2 pacchi “scomparsi” ed uno semplicemente “manomesso” in dieci anni. Senza poi contare il servizio doganale che applica dazi e tasse in maniera totalmente casuale.

Oggi stavo cercando un carica-batterie da tavolo per il mio G1: la batteria si scarica molto velocemente e leggevo in vari forum che alcuni telefonini sono stati venduti con batterie difettose e T-Mobile prontamente mi ha mandato una batteria di rimpiazzo. Il mio fornitore preferito per accessori per cellulare rimane ebay, con prezzi assurdamente bassi e consegna a domicilio per pochi soldi davvero. Nella mia ricerca oggi mi sono imbattuto in un venditore in Hong Kong che spedisce in tutto il mondo, Italia compresa. Ma con un avvertimento molto chiaro per chi acquista da e solo dal Belpaese:

ATTENTION! To all Italian Buyers

THIS IS A SERIOUS MATTER AND IT IS FOR MUTUAL BENEFIT. PLEASE READ IT CAREFULLY.
We DO NOT ship to Italy UNLESS all buyers from Italy agree to receive their ordered items LATE. As far as we are selling, it takes over one month to Italy. Please kindly do not bid any items from us unless you are patience enough. If you are not and open a dispute for complaining non-receipt, I have no other ways to do except leaving negative feedback to you. PLEASE THINK TWICE BEFORE YOU ARE GOING TO BUY. Thank you very much for your attention.

Il venditore ha una reputazione con il 99.2% di feedback positivi. Sono pronto a scommettere che buona parte del 0.8% dei compratori che ha avuto da ridire provenga dal natìo suolo.

Perché il paese dei cachi è il paese dei cachi.

-quack

Potrebbero interessarti anche:
Commenti (7):
1. xlthlx
venerdì 28 novembre 2008 alle 8:35 PM - unknown unknown unknown
   

Ecco, io sto giusto aspettando da due mesi le mie moo card.
Due mesi, mica pixar e fichi.

   
2. Barack dovella
venerdì 28 novembre 2008 alle 9:38 PM - unknown unknown unknown
   

Il mio rapporto con la bandiera è ambiguo.

Sono il primo a detestarla e ad imprecare 100 volte al giorno contro l'Italia, ma quando viene uno straniero a dire qualcosa contro la mia Nazione mi brucia il c@@o. Per quanto riguarda le poste Italiane qualche anno fa Microsoft Italia mi aveva spedito del materiale promozionale che non è mai arrivato e non arrivando il materiale non arrivarono a Microsoft nemmeno i miei ringraziamenti portandomi ad un ulteriore figura di m@@@a fino a quando poi i nodi non vennero al pettine , volevo prendere in ostaggio la moto del postino ma per fare certe cose ci si deve nascere.

   
3. wisher
venerdì 28 novembre 2008 alle 9:42 PM - unknown unknown unknown
   

Io sto attendendo una batteria nuova per portatle. Per ora è operativo solo in vicinanza di una presa della corrente

   
4. Blackstorm
venerdì 28 novembre 2008 alle 11:28 PM - unknown unknown unknown
   

Beh, in ogni caso, leggevo un libercolo, qualche tempo fa, mi pare si intitolasse qualcosa tipo "America: istruzioni per l'uso", in cui diceva che il servizio postale non è proprio tutta sta bellezza in america... In ogni caso, in effetti, un paccocelere 3 spedito il giovedì mattina e che ti arriva il mercoledì dopo (5 giorni lavorativi contro 3 garantiti), via corriere sda invece che via postino, è davvero triste...

   
5. Pr3d
venerdì 28 novembre 2008 alle 11:40 PM - unknown unknown unknown
   

Non so se sia solo colpa delle Poste, ovvero del postino in senso stretto o ci sia da tirare in mezzo pure DHL che fa consegne per conto loro.

Sinceramente non ho mai avuto problemi ma ho letto più volte situazioni di questo tipo, addirittura c'è chi si rifiuta di vendere in Italia per via dei problemi che porta la spedizione.

   
6. Paperino
sabato 29 novembre 2008 alle 12:07 AM - unknown unknown unknown
   

@xlthlx:

mica pixar e fichi.

@Blackstorm:

alcuni servizi postali (priority mail ad esempio) funzionano meglio di equivalenti privati. Posso ricevere un pacco PM dalla Florida, giusto l'angolo opposto degli USA, in 3 giorni lavorativi ad un prezzo veramente molto basso. Certo i postini sono soggetti di una antipatia incredibile, uno un giorno ha lasciato un invito a ritirare il pacco nonostante non fossi per niente uscito di casa. Però in generale non posso lamentarmi. Un solo pacco perso dall'Italia ma perché il mittente mi spedì il libro dopo un anno ed io avevo traslocato per l'ultima volta...

   
7. RNiK
martedì 2 dicembre 2008 alle 5:34 PM - unknown unknown unknown
   

Il problema, come giustamente scrivi, è doppio: Dogana e Poste Italiane. Il secondo è aggirabile utilizzando dei corrieri, ma il primo proprio no.

   
Lascia un commento:
Commento: (clicca su questo link per gli smiley supportati; regole di ingaggio per i commenti)
(opzionale, per il Gravatar)