Il prezzo di Vista

Dell ha lanciato da pochi giorni una linea di PC con Ubuntu pre-installato.

Jeff Atwood, tipo precisino, ha pubblicato un prospetto che mostra a conti fatti quanto costa realmente Windows pre-installato: Dell chiede ai suoi clienti la 'bellezza' di 79$ per Windows Home Premium, quella che include anche Aero (ne sarà felice qualche esperto informatico specialista di sicurezza) e MediaCenter; SKU di tutto rispetto che suggerisco a tutti gli utenti "casalinghi" che conosco.

Se avessi partecipato ad "OK il prezzo è giusto", avrei perso comunque perché in una mia stima "ho sballato": avevo parlato di "80 euri in su".

Nonostante ciò c'è qualche "maligno" che "esprime qualche dubbio" (in realtà pensa che «Microsoft mangia anche sui Notebook con Linux»): per fortuna si tratta dei soliti noti produttori industriali di «mozzarelle di bufala» e del loro seguito di "copia incollatori" (per carità: assolutamente vietato controllare la "fonte"). Tralascio poi la delusione di chi si aspettava di pagare il laptop 300$ di meno perché Vista costa così tanto perché l'aveva visto da Auchan: delusione così amara che ha portato il malcapitato a gridare «al ladro».

Aggiungo una ulteriore considerazione da fare nei panni di un "virtuale" cliente Dell: se volesse comprare Vista in futuro dovrebbe spendere almeno 50$ in più, per una identica versione OEM (stessa fonte, post di Jeff); mentre non commento sulle recenti defaillance dell'altro sistema operativo (c'è parecchia gente[1] che afferma di ritrovarsi davanti ad uno schermo completamente nero dopo l'ultimo aggiornamento "automatico" del Kernel) ma mi chiedo con insolito cinismo: tanta tribolazione, vale davvero meno di 79$ [2]?

-quack

Technorati tags: ,


[1] i soliti pignoli

[2] o del suo equivalente in euri?

Potrebbero interessarti anche:
Commenti (18):
1. Luca
martedì 29 maggio 2007 alle 7:55 PM - unknown unknown unknown
   

In realtà i due pc nel prospetto non sono esattamente identici. Nel PC venduto con Vista Home Premium si ha come scheda integrata la GMA X3000, leggermente più costosa della GMA 950. Perciò a voler essere precisi il costo reale di Vista per l'utente finale dovrebbe essere ancora diminuito della differenza tra le due schede video.

   
2. Enrico
martedì 29 maggio 2007 alle 8:24 PM - unknown unknown unknown
   

Forse c'e' qualcosa di cui non si tiene conto, ovvero che i pc Dell arrivano con parecchio crap-ware preinstallato e Dell ci guadagna su quello.

Anche la Google Bar che rifilano e' per Dell una sorgente di reddito, altrimenti non avrebbero motivo di mettercela.

Quando un mese e mezzo fa ho ordinato a Dell qui in Italia un portatile ho chiesto se potevo averlo senza OS (tanto avevo gia' preso Vista Ultimate a parte) e mi dissero che mi sarebbe costato 50 euro di piu'... al che l'ho preso con Vista Home Basic che costava meno di XP (disponibile solo in versione Pro se non ricordo male).

Quindi alla fine credo che il costo "vero" di Vista sia qualcosina di piu' dei $79... ma e' solo una mia supposizione, comunque, per un OS che uno si tiene almeno qualche anno, anche fossero $120 mi pare una cifra assolutamente irrisoria.

Pero' trovo che sia positivo il poter scegliere il pc senza Windows, cosi' come e' positiva in generale la possibilita' di scelta per ogni altro tipo di acquisto. Chi lo vuole non paghera' di piu', chi non lo vuole avra' meno argomenti per sparlare sempre e comunque di Microsoft. ;-)

   
3. wtf
martedì 29 maggio 2007 alle 9:38 PM - unknown unknown unknown
   

Primo aspetto:

Io non compro mai pc costruiti, al massimo il pc già assemblato è un portatile, quindi devo comprare la licenza a parte.

Non riesco a comprare un pc di marca, è più forte di me.

E' una sfida personale, un compito improbo ma dà una soddisfazione particolare, quella di avere costruito una cosa con le tue mani 8oddio col pc è diverso dal costruire, i.e. una casetta sull'albero).Inoltre, dopo sei anni, faccio girare i programmi più pesanti e i giochi più esosi di risorse, avendo speso all'epoca 1200 euro. Adesso non si cambia ogni 2 anni il PC?

A prescindere da questa divagazione, se io voglio windows vista home premium, perché mi interessa aero e un pò di altre funzionalità, mi costa:

399 € al mediaworld (www.mediaworld.it)

poi ci ripenso e prendo la versione home basic 299 €.

Io capisco che dell risparmi con le licenze comprate in blocco ma mi sembra esagerata come differenza non trovi?

I casi sono due:

o microsoft sconta VERAMENTE MOLTO.

o quello non è il prezzo vero.

Decidete voi.

Secondo aspetto:

Ma in quei 79 euro cosa c'è dentro?

c'è un pacchetto di produttività (Leggi: un office qualsiasi?)

c'è un antivirus? non vorrei sbagliare ma l'antivirus non c'è, puoi però acquistare microsoft one care (44.90 mediaworld.it)

poi, vediamo, software di grafica, video editing, masterizzazione?

No, anche perché sennò la UE multava bill fino allo sfinimento, direte voi.

Comunque, queste feature non ci sono e il prezzo è sempre quello, non è che vi facciano lo sconto.

Inoltre Microsoft tutti questi altri programmi li produce, ma quanto costano?

E smettiamola con questa storia della licenza education, se proprio uno vuole essere in regola

un giorno o l'altro deve comprarla una licenza, o no?

Conclusione:

non sono schieratamente anti-microsoft, dico solo che vista non è quel buon prodotto che tutti si aspettavano dopo 5-6 anni, e costa troppo.

Windows Xp costava 299 € appena uscito? Chiedo perché non lo so, la prima licenza l'ho comprata a 79 € usata due mesi e mezzo fa.

   
4. k22
martedì 29 maggio 2007 alle 10:14 PM - unknown unknown unknown
   

Concordo con alcune delle cose dette da WTF.

Cmq il fatto che Ubuntu sia entrata in DELL è un segno importante visto che in America in qualunque ufficio ho visto solo DELL :D.(In MS che cosa usate?) Per una segreteria di basso livello(dove non servono applicazioni specifiche) Linux è meglio per alcuni aspetti:

  • La segretaria non si mette a giocare a campo minatoMS :P
  • 79€*100= un risparmio di 7900€ e ovviamente per un acquisto all'ingrosso il risparmio è ancora maggiore
  • si può limitare maggiormente quello che l'impiegato fa
  • si risparmia ulteriormente su AV e software come OFFICE(solita regola pochi/tanti€ * #grande = tanto risparmio€)

Con ciò la DELL non avrà mai i miei soldi :D.

Notare come ASUS già da anni consenta di configurarsi anche i portatile scegliendo che cosa prendere e cosa no(OS incluso)....fossero tutti cm la ASUS :'(

   
5. Paperino
martedì 29 maggio 2007 alle 10:19 PM - unknown unknown unknown
   

@wtf:

Ciao wft,

Tu chiedi ed io rispondo, cominciando da sotto: Windows Xp Home _costa_ _tuttora_ quanto Windows Vista Home Basic.

Windows Xp Pro _costa_ quanto Windows Vista Business. Altri tipi di licenza non sono comparabili, quindi non ci provo nemmeno.

Fonte Luca(aovestdipaperino.com/.../Falsi-miti-di-Vista_3A00_-Vista-costa-pi_F900_-di-XP.aspx)

Incluso in Vista: non c'è sw di produttività (ma ce ne sono diversi gratuiti anche per Win), non c'è un antivirus (vedi sopra), né un sw di grafica (uguale; lasciamo perdere Paint ), ma c'è finalmente un antispyware ed un firewall fatto ad arte. C'è il supporto ai DVD (Vista Home Premium e superiori) e mediacenter, con il supporto TV anche in registrazione, da solo vale - sempre secondo me - tutta la differenza di prezzo che c'è tra Basic e Premium. C'è il supporto alla masterizzazione direttamente da Windows Explorer, ma per chi vuole qualcosa di più completo c'è dell'ottimo sw di masterizzazione FLOSS. C'è persino un "piccolo" sw di Video Editing che supporta transizioni, traccia audio, titolazione ed è molto facile da usare anche per le "nonne". Per il sistema operativo della concorrenza menzionato sopra non sono invece riuscito a trovare nessun sw di videoediting "decente" ne OpenSource, ne commerciale: deduco che insomma con Windows c'è incluso nel prezzo "il privilegio" di usare ad esempio qualsiasi sw di video editing che vuoi (Sony Vegas, Adobe Premiere, ecc.) e non mi pare poco.

Costo della licenza: c'è retail, OEM, educational (che a te non interessano) ma c'è anche la licenza upgrade (cosa spesso ignorata): per questa, fino al 31 Maggio se ben ricordo, non è necessario avere una licenza XP se si ha avuto modo di provare una versione Beta di Vista.

Infine su "Windows non è quel buon prodotto che tutti si aspettavano" rispetto ad XP, vorrei far notare che Vista ha per lo meno:

* sdoganato UAC un "pochettino" meglio della concorrenza (nonostante la concorrenza avesse vantaggio temporale di qualche anno)

* introdotto il system wide search

* introdotto diverse misure di sicurezza

* introdotto notevoli miglioramenti in direzione delle perf (ReadyBoost, SuperFetch)

WikiPedia alle novità di Vista vi ci ha dedicato una pagina intera; ma al tempo stesso non vorrei assolutamente minimizzare il feedback di chi dice che si poteva fare meglio (of course!)

-quack

   
6. Paperino
martedì 29 maggio 2007 alle 10:46 PM - unknown unknown unknown
   

@k22:

Secondo me stai ultra-semplificando. Non credo che le aziende con centinaia di postazioni installino "Ubuntu"-fai-da-te o comprino Vista Business. Di solito, per l'OpenSource, fanno riferimento ad altro tipo di rivenditori tutt'altro che "gratuiti" (www.redhat.com/.../desktop).

Come dice Enrico è cosa buona avere un'alternativa; ma dal punto di vista logico il fatto che X sia un'alternativa ad Y, non rende X buono. Rende semmai l'esistenza di X buona: e su questo non ho mai avuto da ridire. (autocitazione)  Stick out tongue

P.S. questa 'stupenda' piattaforma non supporta l'HTML nei commenti (a parte i link che vengono automaticamente linkati), salvo post-editing da parte mia. Smile

   
7. amok
mercoledì 30 maggio 2007 alle 12:44 AM - unknown unknown unknown
   

di quanto detto concordo particolarmente con wtf

ma con una variante

wtf:non sono schieratamente anti-microsoft, dico solo che vista non è quel buon prodotto che tutti si aspettavano dopo 5-6 anni, e costa troppo.

amok:sono schieratamente e motivatamente anti-linux, dico solo che Vista non è quel buon prodotto che tutti si aspettavano dopo 5-6 anni, e costa troppo per quello che fa. Magari hanno gettato le basi, ma non vedo perche' si debba lucidare ad oro un pezzo di ottimo argento pero'.

   
8. wtf
mercoledì 30 maggio 2007 alle 12:45 AM - unknown unknown unknown
   

Non ci crederai mai, e forse hai ragione, ma il blog, mentre postavo un commento è crashato.

Parlava di "

Oops something went wrong!

Either the site is offline or an unhandled error occurred. We apologize and have logged the error. Please try your request again or if you know who your site administrator is let them know too.

"

Vedi tu come risolvere!

Comunque,

non riesco a togliermi di dosso il mio talebanismo per cui se uno usa software microsoft non può usare software opensource. E invce la vera libertà sta proprio nel fatto che il software open lo usi dove vuoi, anche su sistemi operativi chiusi (win e macosx).

di software per video editing, come sony vgas  non ce n'è, ma kino cinelerra (mainactor è defunto mannaggia!) pitivi eun'intera distro come ubuntustudio mi sembra suppliscano abbastanza no?

Windows movie maker ha ancora la limitazione ad importare file da dvd?Mi sembrava che non ci fosse ancora.

E poi, per quanto riguarda le feature mancanti, vogliamo parlare di winfs?

E ready boost, cosa succede se stacco la chiavetta per errore o perchè il driver reinizializza tutto ogni 3-4 ore? (purtroppo già successo)

Ho inoltre un blocco economico, sui miei 10 computer che ho a casa, solo su uno ho prestazioni decenti, gli altri sono molto lenti, un pochino più lenti di xp ma più lenti. Su tutti, Debian e Ubuntu  sembrano mettergli il turbo.

Se poi vogliamo parlare di innovazione, UAC c'era già in linux e mac, beryl ed exposè c'erano già, system wide search c'era già in macosx (spotlight) e beagle in ubuntu. Se queste cose c'erano già, non si chiama innovazione, o sbaglio? Si chiama adeguamento alla concorrenza. Innovazione è stata l'interfaccia a comando vocale, che secondo me verrà fuori sulla lunga distanza, e mac e linux dovrebbero cominciare perlomeno a prendere in considerazione.

   
9. Paperino
mercoledì 30 maggio 2007 alle 1:29 AM - unknown unknown unknown
   

@wtf:

Purtroppo ho provato Cinelerra ed è stato un mezzo disastro; ne ho già parlato. Sad Non è per niente semplice da usare ed ha una interfaccia grafica tutta sua: non somiglia a Gnome, né a KDE. Su Windows ho provato 3 prodotti commerciali ma nessuno di questi aveva ad esempio difficoltà con il copia ed incolla. Quindi concordo quando dici che prodotti "completi e semplici" come Vegas e Premiere non ce ne sono.

Windows Movie Maker l'ho usato pochissimo: non credo che il target sia l'utenza avanzata che vuole importare da DVD e quindi penserei che niente è cambiato. Però se questa è l'unica cosa avanzata che ti serve ci sono altri prodotti gratuiti che importano MPEG da DVD.

WinFS è stato rimpiazzato dal nuovo search. Per gli utenti non è una feature mancante; lo è per i developer che però in Orcas troveranno molto di WinFS originario.

ReadyBoost è disegnato proprio per le chiavette tenendo in mente il fatto che possano essere staccate all'improvviso o magari rubate. Il file sulla chiavetta è criptato e dal punto di vista del sistema non cambia assolutamente niente se rimuovi la chiavetta a crudo (tranne of course per le perf).

Sulle perf, non ho mai detto che Vista è più veloce di XP (considerando la marea di servizi in più di default, sarebbe stato un miracolo). Però ReadyBoost e SuperFetch aiutano molto, soprattutto quest'ultima migliorando di parecchio la produttività.

UAC c'era già in Ubuntu e in MacOs, d'accordo. Ma io ho specificato che UAC in Vista è fatto un pelino meglio dei rispettivi Ubuntu/Mac e in passato ho fatto un raffronto con tanto di screenshot (prima parte del post aovestdipaperino.com/.../Sull_2700_usabilit_E000_.aspx).

Innovazione: ho fatto notare in passato che alcuni concetti (come search e l'interfaccia grafica) sono stati presentati circa nel 2003. Certo MS ci ha messo molto tempo per renderli prodotti maturi, ma ciò non toglie che siano innovativi; per altri concetti, come previous folders, si tratta di innovazioni totali. Non metterei Beryl (che si tratta di un qualcosa ancora in "beta") nell'elenco dei prodotti rilasciati "prima" di Vista. Quando diventerà una versione 1.0, al punto di essere installata ed attivata di default anche in Ubuntu, ne torniamo a parlare.

In quanto al "Either the site is offline or an unhandled error occurred." ti ringrazio per la segnalazione. Il mio ISP sta facendo qualche piccolo upgrade e la piattaforma che uso non mi accompagna molto Smile

   
10. Blackstorm
mercoledì 30 maggio 2007 alle 2:41 AM - unknown unknown unknown
   

@Amok: guarda, ti do ragione, ma solo in parte. Attualmente, io sto facendo girare vista su una configurazione meno che minima, e mi sta andando che è una bomba. Avolte va meglio a volte peggio, ma con 512 mega di ram non mi aspetto niente di diverso. Forse i prezzi sono un filo troppo alti, per le verisoni di fascia alta, ti posso dare ragione, ma mi pare sia un ottimo prodotto, comunque... Per quello che fa onestamente non so se costi troppo, per lo meno la versione home premium... ma mi pare che abbia introdotto notevoli miglioramenti, rispetto a xp...

   
11. ilSilente
mercoledì 30 maggio 2007 alle 8:57 AM - unknown unknown unknown
   

Back in topic, ai manufacturer di portatili la licenza di XP Home costava circa 50€ (o almeno tanto ti scontavano se chiedevi un portatile senza SO). Letto su PC World qualche anno fa, troppo vecchio per citare la fonte precisamente.

   
12. Blackstorm
mercoledì 30 maggio 2007 alle 11:31 PM - unknown unknown unknown
   

Beh, tenuto conto dell'inflazione mi pare che il prezzo della OEM di Vista sia praticamente lo stesso... Paperino, se nn ricordo male avevi postato un link in uci veniva fatta una analisi dei prezzi di tutte le versioni di Windows rivalutate secondo l'inflazione...

   
13. Enrico
giovedì 31 maggio 2007 alle 12:58 PM - unknown unknown unknown
   

@WTF

La licenze di windows abbinata al computer sia esso Dell o qualunque altra marca e' una licenza OEM, diversa dalla licenza che acquista da MediaWorld. Costa parecchio di meno perche' ha delle limitazioni d'uso: teoricamente le puoi usare solo sul computer con il quala e' stata venduta, se cambi computer e butti via il vecchio devi prendere una nuova licenza.

Una volta le licenze OEM erano riservate agli "assemblatori" ma gia' in passato si trovavano siti che le vendevano anche ai privati. A partire da Vista la cosa e' diventata pienamente legale, quindi se tu ti comperi i pezzi per assemblarti il pc a casa hai anche diritto a comperarti una licenza OEM (ammesso che la cosa ti interessi).

   
14. k22
sabato 2 giugno 2007 alle 1:20 AM - unknown unknown unknown
   

@Paperino

Scusa davvero per l'html non lo sapevo, posso usare bbcode almeno?

In MS allora che computer usate?

Comunque avevo ovviamente esagerato semplificando...però bisogna notare che una piccola-azienda(fino a ~30 terminali, es: scuole)non può permettersi un servizio IT come RedHat, Sun, IBM ecc...

Qua da me ci sono scuole che usando debian (su degli Hp 2*Xeon) hanno tutta l'assistenza fornita gratuitamente dalla facoltà di Ing. Informatica (ed informatica). Sarebbe stata la stessa cosa avendo una rete Windows?

@Enrico

Come è possibile acquisire una Licenza OEM, vincolata quindi ad un solo computer, usandola su di un PC assemblato? Si rimane dalla parte del giusto se si va a sostituire qualche cosa all'interno del computer? Fino a quando è possibile usarla legalmente?

   
15. Paperino
sabato 2 giugno 2007 alle 4:54 AM - unknown unknown unknown
   

@k22:

non ti preoccupare. In realtà in passato pseudotecnico ha spiegato quali tag funzionano. Appena trovo il post te lo pubblico.

In MS si usa un po' di tutto: Dell e HP per i desktop, in passato qualche Digital, ecc. Per i laptop ho visto ancora più eterogeneità.

La licenza OEM si "lega" alla motherboard, ma of course usa quello che dico "*** grano salis".

   
16. DebugLab
sabato 2 giugno 2007 alle 11:06 PM - unknown unknown unknown
   

Leggo i post e in oltre metà leggo un mare di stronzate. Devo invece fare un complimento a Paperino che si è dimostrato l'unica persona seria che non ha scritto cazzate.

Ora dico 2 cosette pure io. Voi siete fissati con i prezzi di Vista in versione NON EOM che costano una marea, ma pensate che quelle di XP costino di meno?

Dell risulta essere economica? A me non sembra sinceramente così economica come voi dite. (PS sono un rivenditore hw per grosse aziende ed esco con prezzi molto più bassi su marchi come HP, Siemens, Ibm etc piuttosto che Dell).

Mi spiegate perché Linux se è cosi' super come voi dite non ha sfondato? Forse perché non posso sincronizzarlo con la posta e con i 50 ipaq dell'azienda? Forse perché i miei clienti (grosse aziende, banche, etc) appena gli propongo sistemi open-source mi dicono "se poi vengono casini chi denunciamo? La comunità open-source?"

Io fornisco server con installato linux....peccato che è red hat enterprise con supporto...che costa parecchio di più di Windows 2003 Server RC2! Altre distribuzioni non le vogliono vedere...

Linux può essere interessante in ambiente casalingo...ma nella vita reale delle aziende ha MOLTO poco spazio...anche perché ha dei costi maggiori in manutenzione...

   
17. Paperino
sabato 2 giugno 2007 alle 11:37 PM - unknown unknown unknown
   

@DebugLab:

ti ringrazio per i complimenti anche se in generale, a parte qualche troll furioso al limite di censura, il tono è di solito molto più conversazionale.

I trovo i Dell, comprando da consumatore finale, i laptop più economici che ci sono, in quanto qui in USA spesso mi capita di beccare sconti non indifferenti.

   
18. k22
domenica 3 giugno 2007 alle 1:27 AM - unknown unknown unknown
   

@DebugLab

Mhmh chi ha mai detto che DELL è economica?Qua in Italia poi non ho mai visto nemmeno una grande presenza di DELL nei rivenditori consumer...

Vista non credo costi tanto, essendo presente un servizio di assistenza e un minimo di agevolazioni da parte dei costruttori HW(ti danno loro i driver e non bisogna stare a fare le alchimia come in Linux) un prezzo del genere è adeguato ad un prodotto del genere.

Certo, non ho mai visto lo stesso supporto ai prodotti Linux(A parte Nvidia e pochi altri..) però sono cose che bisogna accettare punto e basta.

Se fossero tutti come la Mac non ci sarebbe problema...basta tenere l'utente in quella situazione di torpore mentale, cosìchè non si renda che sta spendendo 2000-3000$ per un pc outdatato da mesi...(vedi i MacBook e PowerBook ancora in commercio)

'njoy

   
Lascia un commento:
Commento: (clicca su questo link per gli smiley supportati; regole di ingaggio per i commenti)
(opzionale, per il Gravatar)