Meeting a reazione

Reazione a catena

Cosa c'è peggio dei meeting a pettine? Quelli a reazione!

Funziona così: un evento esterno, di solito molto piccolo, scatena il primo meeting. Tutti pensano che è una buona idea ed al meeting viene invitato un numero congruo di persone (mai meno di venti). Durante il meeting ognuno dice la sua ma il meeting - in tutta la sua maestosa durata di almeno tre lunghe ed estenuanti ore - porta sul tavolo tante idee che purtroppo il meeting non consente di analizzare a fondo (che peccato!). A questo punto la reazione comincia: sembra sempre un'ottima idea quella di delegare a dei volontari l'organizzazione di altri meeting satellite in cui sviscerare le varie idee, ecc. ecc. ecc. La reazione è cominciata e spesso in ciascuno di questi meeting satellite si decide che è necessario rivedersi almeno un altro paio di volte, in un'ora si può fare poco, ecc. ecc. ecc. Altri meeting finiscono sul calendario, la produttività diminuisce. Questo a sua volta mette a rischio la scadenza più vicina (giuro che è successo!) e chi gestisce il prodotto ovviamente vuole vederci chiaro: status meeting ogni due giorni per non rischiare. Il tutto potrebbe esplodere se non ci fosse l'elemento di controllo: il sottoscritto è uno di quelli; il mio compito segreto - oltre a quello di ridurre gli attriti intra-meeting al minimo per puntare a minimizzarne durata e numero - è quello di bloccare il perpetuarsi della reazione. Le mie tecniche sono alquanto variegate e come tali non possono essere spiegate nei confini di questo post.

-quack

Technorati tags:

Potrebbero interessarti anche:
Commenti (4):
1. Blackstorm
martedì 10 aprile 2007 alle 2:35 AM - unknown unknown unknown
   
Vacca ladra se sei davvero incasinato.... Ma tutti i developer sono così incasinati, o solo i più sfigati? :D
   
2. amok
martedì 10 aprile 2007 alle 3:04 AM - unknown unknown unknown
   
c'e' qualcuno che non sta facendo bene il suo lavoro in quella org :-)
   
3. Ampere73
martedì 10 aprile 2007 alle 9:16 AM - unknown unknown unknown
   
condivido seriamente la reazione a catena.....facilmente attivabile, difficilmente interrompibile... purtroppo per una azienda è importante oltre che la produzione, anche la diffusione di informazioni...certo alcune volte si esagera e dalla produzione di HW (nel mio caso) si passa subito alla produzione di pianificazioni, minute di riunione, email, note esplicative, meeting, call conference e quant'altro... come ovviare a tutto ciò? ho provato con la preghiera ;-) non ha sortito l'effetto desiderato....... aspetto impaziente le spiegazioni da paperino che di certo avrà più esperienza di me... ;)
   
4. Paperino
martedì 10 aprile 2007 alle 7:01 PM - unknown unknown unknown
   

@Blackstorm:

è una concentrazione cosmica di questo periodo (o almeno spero!); il capo è in vacanza e qualcuno deve tirare la carretta.

@Amok:

questa org è figa ma ci sono molti nuovi arrivati che non hanno capito che qui si spinge, non si ozia! Stick out tongue

@Ampere73:

Ci sono i trucchi, ci sono i trucchi! Seguirà un post, promesso!

   
Lascia un commento:
Commento: (clicca su questo link per gli smiley supportati; regole di ingaggio per i commenti)
(opzionale, per il Gravatar)