Info:

twitter

Ultimi commenti: Comment feed

Tags:

Sponsor:

Archivio 2018:

Lug Giu Mag Feb Gen

Archivio 2017:

Dic Nov Ott Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2016:

Dic Nov Ott Ago Mag Mar Feb Gen

Archivio 2015:

Nov Ott Set Mar Gen

Archivio 2014:

Dic Nov Ott Set Lug Giu Mag Apr Gen

Archivio 2013:

Dic Nov Set Ago Lug Giu Mag Apr Feb Gen

Archivio 2012:

Dic Nov Ott Set Ago Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2011:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2010:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2009:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2008:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2007:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2006:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Multe all’Italiana

In America le multe automobilistiche si dividono in due categorie:

  • Serie A: moving violations; ovvero infrazioni commesse in “movimento” tipo passare con il rosso, non rispettare uno stop et similia.
  • Serie B ovvero tutte le altre, tipo parcheggiare dove non si può.

Le prime, oltre a finire sul driving record, sono particolarmente antipatiche in quanto le società assicurative interrogano il database che è semi-pubblico e stabiliscono aumenti e bastonamenti a rinnovo di contratto. La scusa è che se qualcuno non si ferma al rosso è chiaramente molto pericoloso e prono ad incidenti ed altri episodi che possono danneggiare le casse dell’assicurazione. Questo ha senso se il criterio venisse normalizzato in base alla zona di residenza ma questo avviene solo a convenienza dell’azienda assicurativa. Per intenderci: a Chicago chi guida controsenso tagliando la strada ad un auto della polizia rischia al massimo un’ammonizione qualora i poliziotti non siano impegnati in interventi più urgenti tipici di una città calda. A Bellevue-Redmond, ove i poliziotti hanno ben poco da intervenire in furti scippi o rapine, si prende una multa per non essersi completamente fermati ad uno stop o se si cambia corsia senza “segnalare” (accaduto).

Multe all’Italiana

La città di Redmond, tra mille polemiche, s’è inventata la categoria A2 installando i micidiali semafori-paparazzi. La multa arriva ovviamente a casa, con tanto di link online per scaricare il video e scoraggiare chi vuole contestarla in sede legale, ma con la dicitura:

This infraction will not [sic] be part of your driving record and will be processed as a parking violation

Ovvero pagate tranquillamente, possibilmente senza fare tante storie e noi all’assicurazione non diciamo un bel niente. Che simpatici!

-quack

Potrebbero interessarti anche:
Commenti (19):
1. dovellonsky
giovedì 9 giugno 2011 alle 8:23 PM - IE 9.0 Windows 7
   

E piacerebbe anche a me qualcosa di simile qui. Soprattutto il fatto di essere inseriti in un database per l RCA.

Voglio un database simile anche qui , e devono far pagare l RCA sulla persona , non per zona di residenza.

 

   
2. Paperino
giovedì 9 giugno 2011 alle 8:26 PM - chrome 12.0.742.91 Windows 7
   

Se non era chiaro il primo Schumi a passare col rosso nel video ero io...

Avete notato che sorriso??

   
3. argenteel
giovedì 9 giugno 2011 alle 9:26 PM - IE 7.0 Windows 7
   

Al di là di tutto io in quelle strade mi ci perderei...sono trooooppo grandi

   
4. dovellonsky
giovedì 9 giugno 2011 alle 10:01 PM - IE 9.0 Windows 7
   

A si ? LOOOOOOOOOOOOOOOOOL

   
5. Scevra
giovedì 9 giugno 2011 alle 10:15 PM - chrome 12.0.742.91 Windows 7
   

Tra l'altro quanto stretto lo hai preso il cordolo!

   
6. Paperino
giovedì 9 giugno 2011 alle 11:36 PM - chrome 12.0.742.91 Windows 7
   

Tra l'altro son convinto che andando in tribunale potrei pure vincere quello che arriva velocemente dietro di me non farebbe in tempo a fermarsi.

Per quanto riguarda i cordoli sono un maestro....

@argenteel: effettivamente anche se c'è da dire che il punto di partenza è la fine di una freeway http://www.bing.com/maps/?...

   
7. il nonno
venerdì 10 giugno 2011 alle 8:33 AM - IE 9.0 Windows 7
   

ma le rotonde proprio non vogliono farle da quella parti? sono di una comodita' assoluta, regolano il traffico in maniera "automatica" e abbassano la possibilita' di incidenti in maniera considerevole.

   
8. Antonio Di Motta
venerdì 10 giugno 2011 alle 9:15 AM - chrome 12.0.742.91 Windows 7
   

Che le multe non fossero un modo per correggere i comportamenti, ma solo modo per fare soldi questo è vero un pò ovunque e questo post ne una dimostrazione.

A questo punto non capisco il titolo multe all'Italiana, sembra che quasi che noi Italiani siamo un esempio negativo nel mondo e questo non è vero e mi dispiace che noi Italiani siamo i primi a criticare il paese in cui siamo nati.

Forse un pò di nazionalismo in più non guasterebbe (vedi Francesi e Tedeschi che tanto santi non sono).

   
9. Dovellonsky
venerdì 10 giugno 2011 alle 10:48 AM - chrome 12.0.742.91 Windows XP
   

@Antonio di Motta.

Il Papero ha sbagliato un pochettino, il titolo doveva essere

Multe alla Napoletana

   
10. floo
venerdì 10 giugno 2011 alle 11:58 AM - firefox 5.0 Windows 7
   

ma le rotonde proprio non vogliono farle da quella parti? sono di una comodita' assoluta, regolano il traffico in maniera "automatica" e abbassano la possibilita' di incidenti in maniera considerevole.

Vero. Se però evitassero l'abuso che se ne fa in Italia, dove ormai mettono rotonde anche per un cm di strada, sarebbe meglio. In Germania e Svizzera ne ho viste di rotonde, ma nulla di esasperato come qua da noi. Senza contare il rincoglionimento periodico dei navigatori causa nuove rotonde, ma questo è un altro discorso.

   
11. il nonno
venerdì 10 giugno 2011 alle 12:17 PM - IE 9.0 Windows 7
   

ma una rotonda in piu' a parte rallentare chi solitamente supera i limiti non fa alcun danno, il danno e' non metterle dove servono.

   
12. Paperino
venerdì 10 giugno 2011 alle 3:37 PM - chrome 12.0.742.91 Windows 7
   

@Antonio: il titolo non è tanto riferito allo stile di guida di noi italiani, anzi magari ce ne fosse qualcuno in più. Il titolo è riferito allo stile "condono" della multa.

@nonno: predichi al coro come si dice da queste parti. Guarda qui: http://www.bing.com/maps/?...

Una rotonda ci sarebbe cascata come il cacio sui maccheroni ma hanno deciso per un semaforo + spartitraffico che impedisce a chi esce dal campus di andare verso Redmond. Ovviamente la gente ha cominciato ad uscire verso Bellevue intavolando inversioni ad U perfette fino a quando non hanno messo un segnale custom che vieta le inversioni ad U fino alla 156th. Non vieta però le pseudo inversioni ad U. Il motivo dichiarato, come da testimonianza di un collega che ha presenziato uno di questi meeting in cui si presentano questi piccoli progetti, è che le rotonde non portano introiti. In un paesino come Bellevue dove le forze di polizia sono estremamente sovra-dimensionate (ho contato nove auto della polizia per arrestare un taccheggiatore quindicenne) la cosa è estremamente irritante.

   
13. Dovellonsky
venerdì 10 giugno 2011 alle 4:19 PM - chrome 12.0.742.91 Windows XP
   

Papero esci dalla 28 ?

   
14. Scevra
venerdì 10 giugno 2011 alle 7:02 PM - chrome 12.0.742.91 Windows 7
   

Rotonde per sempre.

   
15. Paperino
venerdì 10 giugno 2011 alle 8:08 PM - chrome 12.0.742.91 Windows 7
   
   
16. Paperino
venerdì 10 giugno 2011 alle 8:09 PM - chrome 12.0.742.91 Windows 7
   

C'è da dire che svoltare a sinistra di 140 gradi è uno spasso, ma anche no

   
17. il nonno
venerdì 10 giugno 2011 alle 9:01 PM - IE 9.0 Windows 7
   

ci sono gli estremi per una class action!

   
18. Adriano
domenica 12 giugno 2011 alle 2:52 PM - safari 533.21.1 OS X 10.6.7
   

Ovvero pagate tranquillamente, possibilmente senza fare tante storie e noi all’assicurazione non diciamo un bel niente. Che simpatici!

Si si, proprio un bel gruppo di burloni.....

   
19. Scevra
domenica 12 giugno 2011 alle 11:34 PM - chrome 12.0.742.91 Windows 7
   

Wow, nemmeno mancasse spazio per fare la rotonda, tanto un albero in più o in meno non si nota. Un conto è dover tirar giù una casa, ma in queste occasioni.. :\

   
Lascia un commento:
Commento: (clicca su questo link per gli smiley supportati; regole di ingaggio per i commenti)
(opzionale, per il Gravatar)