Info:

twitter

Ultimi commenti: Comment feed

Tags:

Sponsor:

Archivio 2018:

Gen

Archivio 2017:

Dic Nov Ott Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2016:

Dic Nov Ott Ago Mag Mar Feb Gen

Archivio 2015:

Nov Ott Set Mar Gen

Archivio 2014:

Dic Nov Ott Set Lug Giu Mag Apr Gen

Archivio 2013:

Dic Nov Set Ago Lug Giu Mag Apr Feb Gen

Archivio 2012:

Dic Nov Ott Set Ago Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2011:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2010:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2009:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2008:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2007:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2006:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

OS/2

In questi giorni ho visto spesso menzionare il glorioso OS scritto a quattro mani (e poi due) tra Microsoft e IBM. L’articolo più interessante è apparso su Ars Technica dal titolo “Half an operating system: The triumph and tragedy of OS/2”.

Il post è un interessante spunto per riflettere sul modo sbagliato per soppiantare un ecosistema esistente da zero.

In linea generale:

  • IBM era internamente combattuta tra paura di perdere il mercato dei mainframe e voglia di lanciare un prodotto che sterminasse la concorrenza dei cloni. Tirarono fuori un ibrido scegliendo l’Intel 80286, processore nato praticamente morto. Il supporto all’80386 arrivò parecchio tardi
  • un sacco di errori macroscopici (tipo sfangulare Microsoft prima ancora di avere un concorrente decente a Windows 95); leggasi questo famoso post di Gordon Letwin in comp.os.ms-windows.misc
  • cazzate a livello tecnico di tipo stratosferico (esempio: Synchronous Input Queue; anche chi lavorava per IBM sapeva che questa era una debolezza di OS/2 nei confronti di Windows)

Windows 95, aldilà dell’interfaccia “innovativa”, aveva il vantaggio di poter supportare un passaggio graduale di applicazioni. Bastava cambiare un flag di compilazione e potevi accedere a 32 bit di indirizzamento (cosa che con OS/2 e la modalità Windows-Compatibile non offriva): chi si sbatteva come me per dover processare dati che non entravano in segmenti da 64KB la sentiva come un’enorme liberazione.

L’articolo si conclude con un parallelo tra l’IBM di allora e la MS di oggi con una piccola nota consolatoria:

However, there is one difference that separates Microsoft from most legacy companies: the company doesn’t give up.

Io, pessimista nato, guardo al lato peggiore di questa qualità: ovvero l’incapacità di abbandonare una direzione sbagliata porta solo più velocemente al baratro.

-quack

Potrebbero interessarti anche:
Commenti (5):
1. Bill Gates
mercoledì 27 novembre 2013 alle 10:43 PM - Firefox Gecko Windows 7
   

"ovvero l’incapacità di abbandonare una direzione sbagliata porta solo più velocemente al baratro."

se al volante continuano a lasciare gente inetta come la Larson-Green, possono riuscire nell'impossibile di impresa di fare un frontale in mezzo al deserto.

   
2. floriano
mercoledì 27 novembre 2013 alle 11:14 PM - Opera 12.16 Windows 7
   

attualmente sia apple che google e microsoft mi sembrano guidate da menti "illuminate", si copiano i difetti a vicenda (e in questa gara microsoft sta vincendo alla grande).... che sia sul serio l'anno di linux? (anche se in canonical e redhat di schiocchezze ne stanno facendo una marea)

   
3. Paperino
mercoledì 27 novembre 2013 alle 11:51 PM - IE 10.0 Windows 8
   

Floriano, stai dicendo che l'informatica in generale sta andando a signorine?

   
4. Paperino
mercoledì 27 novembre 2013 alle 11:57 PM - IE 10.0 Windows 8
   

@Bill Gates:

"ovvero l’incapacità di abbandonare una direzione sbagliata porta solo più velocemente al baratro."

[inserisci qui la tua replica]

se al volante continuano a lasciare gente inetta come la Larson-Green, possono riuscire nell'impossibile di impresa di fare un frontale in mezzo al deserto.

[inserisci qui la tua replica]

   
5. floriano
venerdì 29 novembre 2013 alle 5:12 PM - Opera 12.16 Linux
   

si, lo sviluppo procede in modo "a pprossimativo" e nei posti di comando ci sono i markettari...

   
Lascia un commento:
Commento: (clicca su questo link per gli smiley supportati; regole di ingaggio per i commenti)
(opzionale, per il Gravatar)