Xen recipes #1: HW e software di base

Ingredienti fondamentali per riprodurre ‘o miracolo.

  1. Scheda madre Intel che supporti VT-d. Ci sono altri produttori che supportano VT-d nei loro modelli ma il tutto è abbastanza fumoso. La mia scelta è andata per una DQ67OW
  2. Processore compatibile VT-d. Ho scelto lo XEON E3-1260L per via della scheda grafica integrata, delle prestazioni (4 core, 8 thread) e dei consumi (45W TDP).
  3. Una sheda grafica supportata, la mia scelta è andata per una FirePro V5700 tra l’altro poco costosa a causa del crash da bitcoin mining (vedasi).

Il bios della scheda madre è alquanto antipatico ed oltre a quello non sono riuscito a configurare l’opzione di default di GRUB: cioé sono riuscito a impostarla, ma il bootloader semplicemente la ignora, per cui ho scelto la via più semplice. Installare GRUB su una chiavetta USB e fare il boot da quella.

Dei tre componenti HW quello più delicato sembra essere la scheda grafica: la percentuale di successo con schede grafiche NVidia o non FirePro è decisamente bassa mentre la V5700 è indicata tra le schede testate (e spero supportate).

UPDATE: ho testato e verificato il funzionamento della ATI 5670 e ATI 5450. Quest’ultima è diventata la scheda grafica che sto usando in quanto silenziosissima per via del raffreddamento passivo e estremamente conveniente (prezzo/prestazioni)

Dopo di che ho installato Fedora 16 in versione x64.
Xen si installa via terminale sudato con

yum install xen

Fin qui la parte facile, descritta anche in questa pagina Wiki.

Più complicato è stato creare il network bridge necessario per la connettività dei vari sistemi virtualizzati. Le istruzioni della pagina Wiki di cui sopra a tal riguardo sono incomplete. Nella directory /etc/sysconfig/network-scripts vanno creati due file.

File ifcfg-br0:

DEVICE=br0
TYPE=Bridge
BOOTPROTO=dhcp
ONBOOT=yes
DELAY=0
NM_CONTROLLED=NO

File ifcfg-em1:

DEVICE=em1
TYPE=Ethernet
ONBOOT=yes
BOOTPROTO=dhcp
NM_CONTROLLED=NO
BRIDGE=br0

Per chi vuole spolparsi il manuale, la documentazione riguardo questi interface configuration files è linkata qui. Il nome del bridge (nel caso di cui sopra è br0) è importante per la configurazione delle macchine (para)virtuali. Dopo di che va disabilitato il servizio NetworkManager (che non supporta i bridge) e abilitato il servizio network al suo posto:

systemctl disable NetworkManager.service
systemctl stop NetworkManager.service
systemctl enable network.service
systemctl start network.service

Come ultima fase del setup iniziale ho creato un folder /xen e ho abilitato la condivisione dei file via SMB usando le istruzioni che ho trovato qui.

Ho creato una nuova installazione di grub su chiavetta USB usando:

grub2-install --force --no-floppy --root-directory=/mnt/USB /dev/sdx

laddove /mnt/USB è la directory su cui è montata la chiavetta USB e /dev/sdx è il file associato al dispositivo che si ottiene usando il comando lsscsi. Ho poi copiato e alleggerito il file di configurazione grub da /boot/grub2/grub.cfg a /mnt/USB/boot/grub2/grub.cfg.

UPDATE:

Ho reinstallato Fedora, non per fun ma in quanto ho notato qualche freeze di troppo possibilmente imputabile all’HD di sistema, e ho messo alla prova quanto scritto. Effettivamente mancano un po’ di passi di cui non avevo preso nota in precedenza.

1. FONDAMENTALE: disabilitare SeLinux editando il file /etc/sysconfig/selinux Nella configurazione da me creata non serve ad un pazzo (oserei dire che molto più in generale SeLinux, alla pari dell’Hardening di Windows Server, non serve ad un emerito pazzo).

2. Se ci si vuole connettere ai vari server VNC da altri client è necessario editare il file /etc/xen/xend-config.sxp modificando la linea che contiene vnc-listen in

(vnc-listen '0.0.0.0')

3. È buona norma spegnere il firewall durante la configurazione iniziale.

4. Disabilitare la shell grafica modificando il run level (vedasi):

rm /etc/systemd/system/default.target 
ln -sf /lib/systemd/system/multi-user.target
/etc/systemd/system/default.target

Last but not least non sono riuscito a trovare un buon sistema per fare un boot affidabile se non cancellando le linee indesiderate da /boot/grub2/grub.conf

Il passo successivo è la creazione di macchine virtuali.

Potrebbero interessarti anche:
Commenti (21):
1. Paperino
mercoledì 25 gennaio 2012 alle 6:22 PM - chrome 16.0.912.75 Windows 8
   

Qualcuno me l'ha tirata, oggi la scheda grafica ha cominciato a dare problemi di neve... 

   
2. Snake
mercoledì 25 gennaio 2012 alle 7:52 PM - IE 9.0 Windows 7
   

vram corrotte?

   
3. Paperino
mercoledì 25 gennaio 2012 alle 8:04 PM - chrome 16.0.912.75 Windows 8
   

e credo proprio di si, oppure il RAMDAC. Ho provato a tenerlo spento tutta la notte ma non è servito a niente. Proverò a farla sostituire in garanzia

   
4. Paperino
sabato 28 gennaio 2012 alle 10:33 PM - chrome 16.0.912.77 Windows 7
   

doh, oggi ha ripreso a funzionare come nuova. Credo sia una questione di surriscaldamento... ufffff.

   
5. Snake
domenica 29 gennaio 2012 alle 9:10 AM - IE 9.0 Windows 7
   

Che scheda è, per curiosità? (modello e marca precisa)

   
6. Paperino
domenica 29 gennaio 2012 alle 5:52 PM - chrome 16.0.912.77 OS X 10.7.2
   

è una ATI FirePro V5700 presa usata su Amazon.

   
7. Paperino
domenica 29 gennaio 2012 alle 7:31 PM - chrome 16.0.912.77 Windows 7
   

(ho provato anche una 5670 presa in prestito e funziona egregiamente; nel caso prenderei una piu' sottodimensionata: http://www.frys.com/product/6202160?... )

   
8. Paperino
lunedì 30 gennaio 2012 alle 7:01 AM - chrome 16.0.912.77 Windows 7
   

Altra piccola noia da tener presente per eventuali temerari.

Era da un paio di giorni che Win7 andava a scatti. Come se per certi versi il sistema fosse singolo core. Ho pensato che fossero le altre macchine virtuali a causare il problema e le ho spente tutte ma niente. Ad un certo punto sono cominciati pure i BSOD (in quanto il sistema ad un certo punto pensava che uno dei "Core" era rotto...).

Non ci potevo credere quando in ssh con fedora ho lanciato top e ho visto che tra c'erano due processi non-server che letteralmente soffocavano la CPU (Fedora gira con priorita' altissima in quanto e' poi responsabile di molti servizi per tutte le altre VM). Uno di questi è knotify4 che si occupa del sistema di notifiche di KDE; l'altro è lldpad che si occupa se ho ben capito dei protocolli di rete wireless. Ammazzati entrambi mi sembra di avere tra le mani una vera workstation adesso. 

Spero che la scheda grafica regga e che tutto il resto sia sistemato. Appena posso provero' anche CentOS tanto il grosso della configurazione è solo a livello Xen. Oppure cercherò di disabilitare i due processi in qualche modo, magari spegnendo KDE.

Però che balle... eh.

   
9. Snake
lunedì 30 gennaio 2012 alle 8:37 AM - IE 9.0 Windows 7
   

Domanda stupida: fai girare l'host di fedora con X.org e KDE?

Non basterebbe fedora "bare" senza questi due (per risparmiare pure un pò di risorse)?

   
10. Snake
lunedì 30 gennaio 2012 alle 8:43 AM - IE 9.0 Windows 7
   

Per la VGA, smonterei il dissipatore per verificare lo stato della termoconduttiva (e nel caso l'aderenza degli eventuali pad termici con le ram), magari farei pure un giretto con http://mikelab.kiev.ua/index_en.php?... giusto per sincerarsi che non abbia qualche modulo di memoria difettoso (suggerisco la versione bootable, che accede direttamente alla vram, a differenza della versione Win che passa per DirectX)

   
11. Paperino
lunedì 30 gennaio 2012 alle 6:53 PM - chrome 16.0.912.77 Windows 8
   

Domanda stupida: fai girare l'host di fedora con X.org e KDE?

Non è tanto stupida come domanda: non credo che mi sia sembrato possibile installare Fedora senza il desktop in quanto alla fine è una distro desktop.

Stavo cercando infatti di capire se fosse possibile spegnere X/KDE e se spegnendoli i due processi mangia risorse non vengono caricati.

Grazie per il link alla VGA farò qualche prova ma ora che ho scoperto che anche delle più modeste ATI funzionano potrei provare a prenderne una dissipata passivamente (leggasi: che riscalda molto meno a riposo, in fondo mi serve solo per Aero).

   
12. Snake
lunedì 30 gennaio 2012 alle 7:14 PM - IE 9.0 Windows 7
   

@Paperino:

Non è tanto stupida come domanda: non credo che mi sia sembrato possibile installare Fedora senza il desktop in quanto alla fine è una distro desktop.

E' possibile, scegliendo l'installazione minimal (non presente nella live, ma presente nelle iso DVD e CD), che non prevede per l'appunto X

Stavo cercando infatti di capire se fosse possibile spegnere X/KDE e se spegnendoli i due processi mangia risorse non vengono caricati.

risposto di la, salvo cambiamenti dell'ultim'ora come accaduto su Ubuntu, dovrebbe essere valida come procedura

Grazie per il link alla VGA farò qualche prova ma ora che ho scoperto che anche delle più modeste ATI funzionano potrei provare a prenderne una dissipata passivamente (leggasi: che riscalda molto meno a riposo, in fondo mi serve solo per Aero).

yw

   
13. Paperino
lunedì 30 gennaio 2012 alle 7:18 PM - chrome 16.0.912.77 Windows 8
   

@Snake:

E' possibile, scegliendo l'installazione minimal (non presente nella live, ma presente nelle iso DVD e CD)

Non mi sembra di aver trovato un link ad un DVD o CD non live ma siccome sono dislessico riproverò. Ma provare per provare a reinstallare, tanto vale testare CentOS. Sarà qualcosa da fare tra un paio di mesi...

   
14. Snake
lunedì 30 gennaio 2012 alle 7:21 PM - IE 9.0 Windows 7
   

No, è che la pagina è un pò nascosta

A partire dalla pagina di Download (che linka l'immagine Live con KDE), si passa per le altre versioni (le "spin" con Gnome etc), fino ad arrivare qui:

http://fedoraproject.org/en/get-fedora-all

Comunque sulla tua installazione, modificando il runlevel, dovresti ottenere lo stesso effetto

   
15. Paperino
lunedì 30 gennaio 2012 alle 7:25 PM - chrome 16.0.912.77 Windows 8
   

Proverò, son curioso di sapere quali sono le conseguenze (cioé se davvero processi come knotify4 vengono spenti)

   
16. Paperino
mercoledì 1 febbraio 2012 alle 4:47 AM - chrome 16.0.912.77 Windows 7
   

Oggi ho scoperto una cosa mooooolto interessante. 

In Xen 4.1.2 liscio, senza bisogno di patch, le schede video integrate nelle CPU di Intel sono supportate molto meglio, ovvero è possibile persino osservare a monitor le fasi iniziali del boot compresi i messaggi del pseudo-BIOS. 

   
17. il nonno
mercoledì 1 febbraio 2012 alle 8:50 AM - IE 9.0 Windows 7
   

 le schede video integrate nelle CPU di Intel

leggermente OT: dopo anni di utilizzo di Windows 7 sul MacBook con scheda Intel e di desktop con GPU AMD... il mio prossimo desktop non avra' una GPU dedicata, amen!

ne ho decisamente le palle piene delle mille rogne legate alle GPU AMD/nVidia in confronto ai zero problemi avuti con l'Intel.

 

   
18. floo
mercoledì 1 febbraio 2012 alle 12:18 PM - chrome 16.0.912.77 OS X 10.7.2
   

Anch'io sto andando verso la stessa decisione. E io in questo caso arrivo dalla nVidia 9400M integrata del MacBook. Leggermente più potente a livello computazionale della 8400M GT del Vaio, fa un millesimo del casino che fa la discreta quando vedo filmati in HD. Con la Intel sul netbook non ho avuto mai problemi nemmeno: certo, fa fatica pure col 480p talvolta, però per l'uso di navigazione/visione casuale fa il suo dovere senza tante storie. Peraltro le integrate Intel stanno migliorando sempre più, assieme a quelle che nVidia e PowerVR fanno su ARM (le PowerVR vengono usate anche da Intel, peraltro, sia per la serie Atom N5xx che per i nuovi N2xxx sono usati dei PowerVR rimarchiati). Le AMD integrate, poi, sono ancor migliori, forti dell'esperienza nel settore. Io credo che la fascia bassa delle discrete entro 2 anni potrà considerarsi estinta. Naturalmente, nelle altre fasce una integrata non potrà mai battere una discreta.

   
19. io nonno
mercoledì 1 febbraio 2012 alle 12:26 PM - IE 9.0 Windows 7
   

certo, fa fatica pure col 480p talvolta, però per l'uso di navigazione/visione casuale fa il suo dovere senza tante storie. Peraltro le integrate Intel stanno migliorando sempre più

sono talmente migliorate che le nuove integrate Intel si fumano le dedicate per il decoding video HD, del resto le dedicate hanno il 3D come primo obbiettivo, mentre le integrate Intel in primis hanno il supporto HD e il desktop composition, ragion per cui ad esempio il secure screen su una misera Intel X3100 appare all'istante, mentre su una ATI 5850 ci mette 3 secondi.

   
20. floo
mercoledì 1 febbraio 2012 alle 1:04 PM - chrome 16.0.912.77 OS X 10.7.2
   

Ma infatti io parlavo di una GMA950, in quel caso So che le nuove sono tutt'altro pianeta.

Altro che i vecchi tempi in cui le integrate Intel erano considerate in grado solo di reggere i 16 milioni di colori e nient'altro.

   
21. Paperino
mercoledì 1 febbraio 2012 alle 9:33 PM - chrome 16.0.912.77 Windows 7
   

Aaargh peccato che una volta installato il driver intel, Windows 7 virtualizzato non riesce più a fare il boot.

Peccato pure che Intel non faccia schede grafiche discrete come ATI/NVidia da affiancare a quella preinstallata.

Porca l'oca tocchera mettere mano alla patch per Xen... in un futuro.... anteriore...

   
Lascia un commento:
Commento: (clicca su questo link per gli smiley supportati; regole di ingaggio per i commenti)
(opzionale, per il Gravatar)