Ho ricevuto in questi giorni il mio VOIP adapter di cui ora vado molto, molto fiero. Lo scatolotto qui a fianco è un Linksys PAP2T delle dimensioni di una confezione di sofficini Findus per due, comprato su Voxilla. Smilepap2t

Le mie impressioni sull'oggetto in questione, che supporta due linee telefoniche e quindi due diversi provider VOIP, sono ottime. Se non fosse che il mio provider attuale, justvoip, di proprietà di betamax finge di non supportare il SIP (session initiation protocol, abbastanza standard nel mondo VOIP) ci avrei messo meno di 10 minuti nel configurarlo.

La mia "recensione" si basa sulle esigenze di un residente negli USA di chiamare l'Italia (fisso e mobile) e di fare chiamate fuori distretto negli USA (che le compagnie telefoniche fanno pagare in media quanto una chiamata VOIP USA -> Italia cellulare); e sul fatto che fossi già cliente Betamax e Justvoip nello specifico (tariffe: 0c al minuto per le chiamate agli USA e Italia fisse; 10c al minuto per le chiamate ai cellulari italiani). 

Una volta collegato lo scatolotto al router e al telefono, tutto è avenuto in automatico. Lo scatolotto si è preso un indirizzo IP e tramite interfaccia web based sono riuscito a configurarlo. Purtroppo, nonostante riuscisse a loggarsi correttamente presso il server justvoip, non sono riuscito a fare nessuna chiamata in uscita. Cercando in giro ho scoperto che justvoip - a differenza di altri prodotti betamax - non vuole supportare il VOIP arrivando ad usare alcuni stratagemmi per evitare di inoltrare la chiamata. Una prova banale con VOIPSTUNT (presso cui vanto un credito di quattro cent e scoperto grazie al blog di Beppe Grillo!) mi ha dato la certezza finale che non era una questione di parametri, ma semplicemente di provider. La difficoltà successiva è stata quella di impostare il dial plan.

Il dial plan è una specie di regular expression che permette di mappare quello che digitiamo sulla tastiera del telefono a quello che sarà il numero in uscita. La cosa sembra banale ma no lo è in quanto provider diversi hanno regole di composizione del numero telefonico diverse e dipendenti dal paese in cui si trovano. Per esempio per fare una chiamata dalla Svizzera all'Italia bisogna comporre +39... oppure 0039... Se ci si trova in America invece bisogna comporre 01139..., ovvero in America al posto del +/00 si usa 011. Alla fine il dial plan che ho usato è il seguente:

(<1:+1>xxxxxxxxxxS0|<0:+390>xxxxxxxxxS0|<3:+393>xxxxxxxxxS0)

che significa che se il numero comincia per 1 seguito da altre dieci cifre, la chiamata va dirottata in America usando +1 come prefisso (Betamax è localizzata in Europa e quindi usa la convenzione europea). Se comincia per 0 o per 3, la chiamata va dirottata in Italia. Non è il miglior dial plan possibile in quanto ci sono diverse eccezioni a queste numerazioni, ma per gli scopi di casa basta e avanza.

L'ultima cosa da fare è trovare un provider VOIP conveniente in base al target di chiamata (nel mio caso solo USA e Italia). Il migliore che ho trovato, tramite questa tabella gentilmente indicata da Pluto, ho scoperto che voipcheap è il provider che fa per me visto il supporto per il SIP e tariffe di 0c/min, 0c/min e 11c/min rispettivamente verso l'America, numeri fissi italiani e i cellulari italiani. Visti i costi della telefonia odierna (anche in Italia ho speso davvero tanto per le chiamate dal cellulare in sole 5 settimane) l'affarotto, dal costo di 70$ spediti, si ammortizza in pochissimo tempo. Certo si può fare la stessa cosa anche via PC, ma accendere il laptop, cercare il microfono e chiamare non è altrettanto immediato come usare il telefono. Il che mi fa chiedere perché non l'ho fatto prima (forse perché lo scatolotto costava un pochino di più). L'affidabilità è abbastanza elevata e la qualità audio altrettanto, forse anche meglio della telefonia tradizionale che probabilmente sotto sotto usa tecnologie VOIP. Smile

Se qualcuno avesse intenzione di sperimentare in tal senso il mio suggerimento è di far attenzione ad adattatori lockati su specifici provider, come avviene per alcuni telefonini.

Parlando di telefonate mi è venuto in mente il mio rapporto personale con i costi della telefonia passato da 10$ per 7 minuti con una scheda telefonica regalatami al mio arrivo ai 0-10c/min delle chiamate VOIP. La telefonia ha fatto davvero passi da gigante! Viva il voip.

-quack

Technorati tags: , ,