Info:

twitter

Ultimi commenti: Comment feed

Tags:

Sponsor:

Archivio 2018:

Gen

Archivio 2017:

Dic Nov Ott Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2016:

Dic Nov Ott Ago Mag Mar Feb Gen

Archivio 2015:

Nov Ott Set Mar Gen

Archivio 2014:

Dic Nov Ott Set Lug Giu Mag Apr Gen

Archivio 2013:

Dic Nov Set Ago Lug Giu Mag Apr Feb Gen

Archivio 2012:

Dic Nov Ott Set Ago Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2011:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2010:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2009:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2008:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2007:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2006:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Dancing in the Moonlight

Moonlight ha raggiunto la mitica milestone 1.0

Le mie più sincere congratulazioni vanno al grandissimo Miguel da cui tanti hanno parecchio da imparare.moon-obama

Anche se ritengo che la milestone più emozionante risale ad una ventina di giorni fa, quando la cerimonia di insediamento del nuovo presidente era di fatto diventata accessibile via internet al 99.9% degli utenti (vabbè sto esagerando).

Dietro questo rilascio c’è stata tanta cooperazione:

Microsoft worked late last night to get us access to the code that will be used during the inauguration so we could test it with Moonlight.

(…)

It was during the dynamic language workshop at Microsoft that I had a chance to have dinner with Jason Zander and Scott Guthrie in an Indian restaurant in downtown Redmond. In this dinner they discussed some of the design tradeoffs in Silverlight and these would become part of our own implementation a few days later.

Un bello smacco per le tante cicale che hanno disprezzato Mono & Moonlight a priori. Ma si sa, le cicale son buone solo a cantare…

-quack

Potrebbero interessarti anche:
Commenti (130): [ Pagina 1 di 5  - più vecchi ]
101. Gabriele
sabato 14 febbraio 2009 alle 9:09 PM - unknown unknown unknown
   

API e documentazione. E' tutto quello che mi serve. Evidentemente non hai letto il resto del mio discorso: a me non potrebbe fregare di meno delle chiamate che le API fanno, se vanno a chiamare delle funzioni a me non accessibili

Ho letto Blackstorm ho letto. Il problema è che la tua definizione non è quella usata dal resto del mondo. Per questo rischi che chi ti legga faccia confusione con la definizione di standard aperto riportata ad esempio da Wikipedia

Un formato aperto è una specifica pubblica per la descrizione e l'archiviazione di dati digitali solitamente gestita da un ente di standardizzazione non proprietario e libera da restrizioni legali per il suo utilizzo

Che SL non rispetta. Ma chiamamo pure SL un formato Blackstorm-aperto, peraltro un po' tutti lo sono. Se si vuole favorire l'adozione da parte di terzi ci saranno ovviamente API e documentazione.

Vedo che anche te sostieni che del resto (libertà licenze ecc ecc) non ti frega niente. E chi invece ha un'altra opinione è un xxxxxx.

@Paperino

Aspetto il post su ODT/OOXML, ma andrei cauto a criticare ODT. Te lo dice uno che in parte l'ha letto OOXML nella versione originale proposta da MS

   
102. Blackstorm
sabato 14 febbraio 2009 alle 10:25 PM - unknown unknown unknown
   

@Gabriele:

Che SL non rispetta. Ma chiamamo pure SL un formato Blackstorm-aperto, peraltro un po' tutti lo sono. Se si vuole favorire l'adozione da parte di terzi ci saranno ovviamente API e documentazione.

Ma le specifiche delle api sono tutto ciò che, all'atto pratico, mi serve per implementare SL, o sbaglio? Finchè lo posso fare senza dover pagare royalties, per me è sufficientemente aperto. Nel caso di SL ci sono anche modi per usare codec free. E mi sta bene.Il punto è che un formato aperto mi deve dare la possibilità di implementarlo senza problemi. Se poi tu preferisci flash che è chiuso, molto più di SL, è un altro discorso.

Vedo che anche te sostieni che del resto (libertà licenze ecc ecc) non ti frega niente. E chi invece ha un'altra opinione è un xxxxxx.

Non ho mai detto che non me ne frega niente. Ho detto che, se devo sviluppare un player, e ho a disposizione le specifiche delle api e di come implementarlo, del codice sorgente non me ne può fregare di meno. Ripeto: a me non interessa come è fatta la sqrt() di math.h. A me interessa prima di tutto che ci sia. Il discorso su libertà e licenze è un discorso che in questo caso c'entra ben poco: la licenza mi consente di implementare liberamente un player? Si, allora basta. A me non serve il codice sorgente, per implementarlo. Perchè io produttore di contenuti non posso ogni volta spulciarmi il sorgente: preferisco una pagina di specifiche delle API che 200 di codice sorgente da cui ricavarmi le suddette.

Non è che chi ha un'altra opinione è un idiota. Io considero Stallman un cretino, per motivi che non c'entrano niente con silverlight. L'ho sempre considerato un idiota, perchè per me tale è. Pollycoke lo considero un fanboy (rifiutare mono per partito preso, perchè contamina linux, è un'idiozia. A ragionare così bisogna reinventare la ruota ogni volta), e in quanto tale le sue digressioni su etica e filosofia dell'open source mi lasciano indifferente.

   
103. 0verture
sabato 14 febbraio 2009 alle 11:01 PM - unknown unknown unknown
   

Blackstorm lascia pure che cicaleggi tanto non lo convinci. Un sorgente aperto non è una cosa brutta ma di fatto è utile solo per una minima parte di programmatori (che rispetto alla gente sono a loro volta una minima parte) ad esempio quelli che devono programmare a basso livello e necessitano alti livelli di ottimizzazione invece che di astrazione. Il punto è che le cicale vivono nella paranoia che un codice chiuso può nascondere cose pericolose perchè sai, a microsoft come alla più scrausa delle SH interessa moltissimo quello che transita nel tuo e nel mio computer e se non sono loro allora è la CIA altrimenti ci sono ancora gli alieni, il vaticano, la massoneria, la p2 quindi l'unica soluzione secondo loro è avere il codice aperto come se tutti sapessero leggerlo ed interpretarlo correttamente...

   
104. zakk
domenica 15 febbraio 2009 alle 1:56 AM - unknown unknown unknown
   

@Paperino:

La fissa dei formati aperti/chiusi sinceramente faccio poca fatica a comprenderla.

Ad esempio non esiste un encoder VC-1 per Mac. Se voglio creare un filmato VC-1 posso usare (ampia scelta!) Windows Movie Maker, Windows Media Encoder Studio Edition oppure Windows Expression Encoder.

Nessuno dei quali è disponibile per Mac. Ecco perché preferirei un formato aperto.

@0verture:

Non me lo fare ripetere. Moonlight con ffmpeg riesce a far girare i codec chiusi di microsoft

OK esistono decoder free anche per i formati chiusi. Ma i codec chiusi hanno parecchi svantaggi, che mi fanno sperare nel più misero fallimento per Silverlight. Uno svantaggio dei codec chiusi lo trovi qualche riga più sopra: non esistono encoder per Mac per VC-1.

   
105. Blackstorm
domenica 15 febbraio 2009 alle 2:09 AM - unknown unknown unknown
   

@zakk:

Ma i codec chiusi hanno parecchi svantaggi, che mi fanno sperare nel più misero fallimento per Silverlight. Uno svantaggio dei codec chiusi lo trovi qualche riga più sopra: non esistono encoder per Mac per VC-1.

Sperare? Silverlight è attualmente l'unico concorrente serio di Flash. Dovresti sperare il contrario in modo che attraverso la competizione si possano sviluppare tecnologie migliori, anche sotto linux. Oppure la concorrenza fa bene solo quando sfida ms?

   
106. 0verture
domenica 15 febbraio 2009 alle 2:15 AM - unknown unknown unknown
   

Non esiste il VC-1 per Mac e te la prendi con microsoft che ne ha solo iniziato lo sviluppo e dopo ne ha aperto le specifiche al punto che è un vero e proprio standard con tutte le carte in regola ?

Prenditela con Apple, che non ha interesse a scrivere un codec che segue le specifiche rilasciate.

Qui tutti che vogliono la pappa pronta. Gli altri devono sbattersi, gli altri devono seguire le vostre regole, gli altri devono preoccuparsi che voi siate contenti...

Ma gli altri si rompono le scatole e vi mandano a quel paese se non cambiate atteggiamento.

   
107. Paperino
domenica 15 febbraio 2009 alle 2:51 AM - unknown unknown unknown
   

@zakk:

ma che dici? www.mainconcept.com/.../information-20246.html

Era citato sempre nello stesso articolo di wikipedia. C'è pure la versione per Linux!

Availability: MainConcept VC-1 full license Plug-In is currently available for Windows, Mac/Intel and Linux.

   
108. il nonno
domenica 15 febbraio 2009 alle 10:59 AM - unknown unknown unknown
   

Come al solito invece di parlare di un argomento con l'interesse di capirne tutti gli aspetti prima di dare un giudizio, si danno giudizi a priori senza neppure conoscere a fondo la problematica nel vano tentativo di tirare l'acqua al proprio mulino/religione o di spargere pupu' sugli altri.

Poi quando qualcuno "si scandalizza" che una azienda perche' non si comporti da "ente di beneficienza"... beh li' si tocca la vetta della comicita'.

   
109. Enrico FOLBlog
domenica 15 febbraio 2009 alle 12:28 PM - unknown unknown unknown
   

@zakk

Nessuno dei quali è disponibile per Mac. Ecco perché preferirei un formato aperto.

E la critica a chi la muovi? A Microsoft?
E' come prendersela con la Bridgestone perchè l'asfalto con le buche deteriora i pneumatici.
Certo poi che difendere l'open portando come esempio Apple e Mac ha veramente dell'inconcepibile!

   
110. zakk
domenica 15 febbraio 2009 alle 3:00 PM - unknown unknown unknown
   

@Paperino: 590$ stanno meglio in tasca mia.

@0verture: le specifiche in questi casi vogliono dire poco. O meglio sono utili per scrivere un decoder (e infatti un decoder free per VC-1 esiste). Scrivere un encoder è enormemente più difficile, può essere che non vedremo per anni un encoder per VC-1 libero. 

   
111. zakk
domenica 15 febbraio 2009 alle 3:02 PM - unknown unknown unknown
   

E la critica a chi la muovi? A Microsoft?

Non muovo nessuna critica. Dico che era meglio scegliere formati aperti e non ci sarebbe stato nessun problema.

Se nella progettazione di Silverlight la Microsoft fosse veramente stata colta dall'esigenza di sviluppare una standard aperto, l'avrebbe fatto. Evidentemente c'è dell'altra dietro. 

   
112. Geppo
domenica 15 febbraio 2009 alle 3:43 PM - unknown unknown unknown
   

OT

 

Papero vorrei prendere un htc g1 come hai tu... Quando me la fai un altro bel post di impressioni/rece ora che hai qualche mese di utilizzo sulle spalle? Magari ora che hanno pure fatto qualche aggiornamento e migliorato il software

 

/OT

   
113. 0verture
domenica 15 febbraio 2009 alle 4:06 PM - unknown unknown unknown
   

Scrivere un encoder è enormemente più difficile, può essere che non vedremo per anni un encoder per VC-1 libero.

E allora ? Visto che ogni volta che si parla di open vs closed siete sempre in prima fila a ribadire che con l'open si fanno i soldi, vi sarà tanto difficile realizzare una colletta per assumere, pagando il giusto, dei programmatori capaci che vi mettano fuori un encoder come si deve acquistando le eventuali licenze ecc.ecc.ecc. ?

O come successe con debian un po' di anni fa dove per accelerare il rilascio della versione 4, si pagò un programmatore e per questo scoppiò il finimondo perchè si pretendeva che un professionista lavorasse gratis ?

Lo so, lo capisco che la cosa vi suona male, che a dispetto di quello che dite, sognate un modello stile urss con i contadini che cantano e ballano mentre raccolgono il grano che finirà nel magazzino comune, ma le capacità, il lavoro, vanno P-A-G-A-T-I !

Se la cosa vi causa qualche forma di allergia sono fatti vostri, arrangiatevi, vorrà dire che il famoso encoder lo avrete quando il resto del mondo sarà già passato ad un altro formato. Il mondo non si blocca perchè voi avete problemi ad accettare come girano le cose.

   
114. Paperino
domenica 15 febbraio 2009 alle 6:40 PM - unknown unknown unknown
   

@zakk:

590$ stanno meglio in tasca mia.

Gli encoder di MainConcept costano tutti uguale.
Però ti faccio riflettere su una cosa:

Il prezzo non lo fa certamente il fatto che il formato sia chiuso/aperto. Il prezzo lo fa il mercato, se ci fosse più domanda ci sarebbe più offerta, i prezzi si abbasserebbero. TMpegEnc fa encoder MPG2 che costano un sesto di quelli di MainConcept. E ci sono prodotti da meno di 50$ che ormai distribuiscono encoder MPG2. Tu invece ti auguri che Silverlight non abbia successo così VC-1 non avrà successo perché alla fin dei conti l'encoder di MainConcept costa troppo. A parte che il successo di VC-1, essendo un codec standardizzato, è completamente slegato da quello di SilverLight (BlueRay), sei sicuro che la tua teoria funzioni?

Seconda annotazione: cosa impedisce la creazione di un encoder VC-1 che sia GPL? Volendo c'è addirittura il Microsoft Encoder VC-1 SDK che potrebbe essere usato come punto di riferimento laddove le specifiche diventano complicate. È successo pure con gli MP3 che è un formato sulla carta più protetto del VC-1.

La mia domanda è: cosa ha a che vedere il fatto che VC-1 sia chiuso con il fatto che per ora non ci siano encoder GPL?
La mia risposta è: assolutamente nulla.

Domanda finale: da consumatore di contenuti che interesse hai che l'encoder sia gratuito/GPL/libero/ecc.? Tanto chi paga l'encoding sono i broadcaster; il costo non è in nessun modo controllato da Microsoft e come tutto l'altro software rispetta le leggi di mercato?

Devo considerare che per la maggior parte delle persone critiche verso *Light il problema sia il fatto che _oggi_  RMS non può fare un broadcast SilverLight perché non c'è un encoder gratuito come piace a lui?

Se così fosse vuol dire che non mi ero sbagliato: cicaleggiare è più facile che mettersi con la testa china sulla tastiera e competere.

   
115. Paperino
domenica 15 febbraio 2009 alle 6:40 PM - unknown unknown unknown
   

@Geppo:

ho intenzione di farlo presto. Mi piace tantissimo

   
116. Paperino
domenica 15 febbraio 2009 alle 9:53 PM - unknown unknown unknown
   

@zakk:

Questi due link mettono definitavemente la parola fine alla discussione:

http://on10.net/blogs/benwagg/H264-and-AAC-support-coming-in-Silverlight/

http://en.wikipedia.org/wiki/H.264

A quanto pare SilverLight (e quindi MoonLight, ecc. ecc. ecc.) supporterà anche un formato ISO standard come H.264/AVC.
Scommettiamo che per le cicale non basta?

   
117. zakk
domenica 15 febbraio 2009 alle 11:15 PM - unknown unknown unknown
   

Veramente una bella notizia. Se H264 verrà incluso in Silverlight sarò ben contento di usarlo e consigliarlo.

   
118. Edward
lunedì 16 febbraio 2009 alle 1:31 AM - unknown unknown unknown
   

I miei 2 cent sulla faccenda rai.tv: credo che la scelta di Silverlight sia puramente tecnica, in quanto i filmati dell'archivio e quelli nuovi sono sempre compressi in Wmv. Poiche' l'alternativa a Silverlight e' Flash, scegliendo il secondo la televisione nazionale avrebbe dovuto convertire tutto in H264 o VP6 come codec e Flv come container: l'onerosita' della conversione (economica e di risorse, sia partendo da zero che convertendo i filmati esistenti) e' probabilmente il motivo principale della scelta di Silverlight.

Un altro plausibile motivo e' il cambio della gestione della banda: Fastweb forniva la banda per il vecchio portale, raiclick.it, mentre per rai.tv Rai gestisce tutto in proprio (es. lo streaming avviene da 212.162.[64-127].[0-255], delle classi di indirizzi registrati dalla Rai).

Detto cio', la pecca di Silverlight che ho riscontrato e' il supporto per i browser: sotto XP il plugin funziona bene con Firefox 3 ma parzialmente con Opera 10 (vedo i filmati, ma non il pulsante di riproduzione/pausa). Inoltre freeza entrambi i browser durante il caricamento dell'inizio del filmato (una decina di secondi).

 

Edward

   
119. 0verture
lunedì 16 febbraio 2009 alle 2:13 AM - unknown unknown unknown
   

Detto cio', la pecca di Silverlight che ho riscontrato e' il supporto per i browser: sotto XP il plugin funziona bene con Firefox 3 ma parzialmente con Opera 10 (vedo i filmati, ma non il pulsante di riproduzione/pausa). Inoltre freeza entrambi i browser durante il caricamento dell'inizio del filmato (una decina di secondi).

Siamo agli inizi, penso che la sistemeranno la cosa anche perchè non credo che vogliano rischiare che qualche cicala istruita in legge possa strumentalizzare la cosa per far credere che loro fanno concorrenza sleale. Sono sicuro che se questa cosa fosse nelle loro intenzioni, utilizzerebbero metodi molto più fini

   
120. Enrico FOLBlog
lunedì 16 febbraio 2009 alle 8:26 AM - unknown unknown unknown
   

@Edward

credo che la scelta di Silverlight sia puramente tecnica

Penso che chiunque guardi la vicenda con distacco e senza integralismi non possa che arrivare alla tua stessa conclusione, ma...

i filmati dell'archivio e quelli nuovi sono sempre compressi in Wmv

...ecco che hai fornito una nuova motivazione per cicaleggiare: perchè son compressi con un formato così $insulto/$crititca-qualunque il cui nome, per di più, inizia con la bestemmia parola Windows?

sotto XP il plugin funziona bene con Firefox 3 ma parzialmente con Opera 10

Opera ha problemi con parecchi siti.
Resta sempre il mio vice-browserpreferito ma deve ancora migliorare.

Inoltre freeza entrambi i browser durante il caricamento dell'inizio del filmato (una decina di secondi).

A me non capita con nessuno dei due browser.
Invece ho notato che Firefox 3.1b2 ha qualche problema con i video in genere, con cui crasha spesso.
Il problema capita quando, visualizzando un video in un tab, se ne apre un altro che contiene un video anch'esso.

   
121. Kersal
lunedì 16 febbraio 2009 alle 11:55 AM - unknown unknown unknown
   

Sul mio Vista 64 e FireFox 3 (32bit) lo streaming con Silverlight fa crashare Firefox. Nella Versione vista32 non succede...

E' solo il mio PC o è cosa diffusa?

   
122. Scrooge McDuck
lunedì 16 febbraio 2009 alle 6:33 PM - unknown unknown unknown
   

Sul mio Vista 64 e FireFox 3 (32bit) lo streaming con Silverlight fa crashare Firefox. Nella Versione vista32 non succede...

E' solo il mio PC o è cosa diffusa?

Qui tutto a posto.
Prova ad aggiornare silverlight (se non lo è) o a disabilitare le estensioni di firefox (potrebbe essercene una in conflitto).

   
123. rocco
martedì 17 febbraio 2009 alle 12:56 PM - firefox 3.0.6 Windows XP
   

quanti usano gnash su linux? beh, qui in azienda, almeno 280 postazioni. senza lamentele.

ah no, più 80 della sede distaccata. lì hanno avuto un paio di problemi. cosa faccio, dico loro di formattare e reinstallare?

   
124. Edward
giovedì 19 febbraio 2009 alle 11:32 AM - firefox 2.0.0.20 Windows XP
   

@ Enrico FOLBlog:

...ecco che hai fornito una nuova motivazione per cicaleggiare: perchè son compressi con un formato così $insulto/$crititca-qualunque il cui nome, per di più, inizia con la <strike>bestemmia</strike> parola Windows?

Mah, vorrei saperlo pure io con certezza: la mia convinzione e' che la Rai abbia iniziato lo streaming dei filmati nei tardi anni '90 - primi anni 2000. Il sito della Rai era sperimentale nel 1996 (vedi archive.org [1]), quello delle Teche Rai e' nato nel 1997, in Italia l'Adsl e' stata proposta nel 2000 (chi si ricorda la pubblicita' della BBB di Telecom, degli incredibili 640 kb in donwload e del prezzo stratosferico, un milione di lire al mese o giu' di li'?): le alternative erano l'ISDN a due canali ("ben" 128 kb) o la neonata e.Biscom (poi Fastweb) che stava cablando in fibra alcuni quartieri di Roma e MIlano nel 1999 per offrire video on demand a velocita' inimmaginabili (addirittura 2 Mb, in seguito 6 e dopo 10).

Comunque, in quel periodo le piattaforme per lo streaming erano tre: RealMedia (formato Realvideo: H263 per il RealVideo 1 - 1997 - e G2, codec proprietario basato su H263 e H264 per quelli successivi), Quicktime (all'epoca Sorenson Video 1 - 1998 - e Video 2 - 1999; il 3 apparve con QT 5 nel 2001, poi in seguito Apple abbandono' il codec Sorenson per l'Mpeg4) e la nuova Windows Media (basata su una variante non compliant dell' Mpeg4 - 1997 - poi modificata in VC-1 ai tempi del WMP9 - 2002). Altri formati erano pensati per la riproduzione in locale e non da rete (es RAD Bink e Smacker), obsoleti (Cinepack Radius, Intel Video) o illegali (DivX: le versioni originali "DivX ;-)" con la smiley erano una versione crackata del codec Mpeg4 di Microsoft; a partire dal DivX 4 - 2001 - fu introdotto un nuovo codec basato sempre su Mpeg4 e legale).

Rai avrebbe potuto scegliere di codificare i filmati in RealMedia o in Quicktime, invece scelse Windows Media per ragioni che non conosco e su cui non voglio speculare: di fatto ora ha un archivio di filmati in WMV che non intende ricodificare. Silverlight e' utilizzato per controllare lo streaing dei filmati WMV e, differenza rispetto a prima, anche per creare il player (controlli della riprodruzione).

 

Edward

 

[1] http://web.archive.org/web/*/http://rai.it

   
125. shady
giovedì 26 febbraio 2009 alle 1:15 AM - firefox 3.0.6 Ubuntu 8.10
   

Caro paperino,

è la prima volta che leggo il tuo blog.... provenendo proprio dalla landa delle "cicale" che hai citato spesso...

Credo che sarà anche l'ultima, perchè trovo un atteggiamento molto ostile con chi non si allinea alle tue posizioni (EnricoC condivido tutta la tua line, moderata ed imparziale, forse addirittura lungimirante).

Nell'"altro" blog ti assicuro non c'è questa chiusura mentale (almeno da parte dell'autore). Sono sicuro che tu conosca bene la materia. Però trovo veramente poco saggio sostenere le vostre posizioni, seppur mossi da buoni fini.

Spero che tu non ti offenda, e che ogni tanto passerai a cercare confronti su altri lidi.

Sdraiato felice al sole, sicuro in un domani più FREE, un tuo saltuario lettore.

   
126. paperino
giovedì 26 febbraio 2009 alle 1:55 AM - chrome 1.0.154.48 Windows 7
   

@shady:

ti offendi se dico che stai peccando di superficialità? 

Sdraiato felice al sole

Ecco, beato te. Qui piove a dirotto e dicono pure che domani nevica.

   
127. 0verture
giovedì 26 febbraio 2009 alle 2:46 AM - firefox 3.0.6 Windows XP
   

un domani più FREE

Io questo "domani" lo sto aspettando da un decennio... Stallman mi scomunica se ho l'ardire di chiedere una data ? Così giusto per capire se devo aspettare di morire ed in seguito l'apocalisse per vedere finalmente da risorto/morto vivente il famoso "domani più FREE".

Ed in quanto al sole, un consiglio, meno lampade ed un bel maglione che le cantine sono umide...

   
128. shady
giovedì 26 febbraio 2009 alle 10:06 AM - firefox 3.0.6 Ubuntu 8.10
   

Spero di non essere stato troppo superficiale, però vorrei precisare che sono sdraiato proprio sotto il sole del software libero (già da qualche anno), che mi da pane e soddisfazioni e non ho proprio alcun bisogno di prodotti chiusi, quindi ne godo e lo consiglio a tutti quelli che vogliano far funzionare le meningi... L'unica cosa che possono ancora fare (queste aziende dalla business-line paleolitica) è propinarci formati chiusi per la loro sopravvivenza, prima di essere costrette pure loro ad aprirsi. Sveglia! si vendono servizi, non prodotti volatili...

Mi consenta! ^^

   
129. Snake
giovedì 26 febbraio 2009 alle 7:53 PM - firefox 3.0.6 Windows Vista
   

@shady, buon per te, io st'insolazione ad oggi non l'ho mai vista

   
130. shady
giovedì 26 febbraio 2009 alle 9:48 PM - firefox 3.0.6 Ubuntu 8.10
   

@snake

Allora IN BOCCA AL LUPO!!!!

Mancano tanto (e tanti) tecnici competenti e, perchè no, solidali... sopratutto da noi in italy...

e come direbbero in "balle spaziali"..... "ci vuole lo SFORZO"..

   
[ Pagina 1 di 5  - più vecchi ]
Lascia un commento:
Commento: (clicca su questo link per gli smiley supportati; regole di ingaggio per i commenti)
(opzionale, per il Gravatar)