Post di servizio - Dicembre 2014

Chiedo venia per il post Out Of Band.

Mi piacerebbe sapere, tra i lettori che seguono via RSS feed, quale reader online/offline usate.

Grazie per la cortesia.

-quack

Pubblicato lunedì 1 dicembre 2014 alle 11:59 PM - 30 commenti so far
Archiviato in: Blog-Tech

Lollipop: il buono, il brutto ed il cattivo

Buono:

  1. Trusted Devices. Una cosa fichissima. Si dà la fiducia ad alcuni dispositivi (Wi-Fi, NFC e Bluetooth) che quando sono nel range del telefono permettono di bypassare il PIN. Geniale!
  2. Phone Encryption. Non appena mi procuro il device giusto (spero che il mio hackeraggio di un Fitbit Charge vada a buon fine), scelgo un PIN ed attivo l’opzione
  3. Pinned Apps e Guest Mode. Ammetto che non è a livello del Kids Corner di Windows Phone ma è la feature che è perfetta. Una volta pinnata un’app non vi si può uscire (tipo kiosk mode) senza una combinazione tasti/PIN. Una manna
  4. Design. Non mi piace inseguire le mode per sé, ma nello specifico ha portato ad alcuni piccoli miglioramenti nell’usabilità. Un esempio sono alcuni bottoni sempre in primo piano (simile alle faccine delle conversazioni di Facebook Messenger). Altro esempio è il dialer leggermente migliorato rispetto a KitKat proprio grazie all’uso di uno di questi nuovi UI element.
  5. USB audio. Non ho intenzione di comprare cuffie USB, ma l’opzione è chiaramente interessante
  6. Durata della batteria. Ho notato NETTI miglioramenti (65% con stima di 1 giorno e 5 ore rimaste).
  7. Flashlight di sistema: considerando quante applicazioni con accesso MALEVOLO (sono pessimista di default) ci sono nel Play Market, anche questa è una grande manna dal cielo
  8. Piccole migliorie di sistema i cui effetti saranno visibili in futuro (ad esempio l’API per la fotocamera)
  9. Il nuovo silent mode: a tratti disorientante, ma con la possibilità di stabilire applicazioni con priorità sul silent mode.
  10. Ottimi progressi nel sistema di setup di un nuovo telefono (ho fatto il Factory Reset) con la possibilità di scegliere quali applicazioni installare. Vedasi foto sotto di chiara ispirazione iOS:

Screenshot_2014-11-22-00-00-36

Brutto:

  1. La finestrella con le opzioni a scorrimento in basso è diventata meno funzionale. Adesso le piastrelle hanno solo funzionalità ON/OFF. Questo è un grosso passo indietro. Un paio di esempi: manca l’accesso diretto alla batteria (prima con uno swipe ed un click, adesso i click sono diventati 3); stessa cosa per manipolare l’accesso al Wifi
  2. Scomparsa dell’app di Email. Non so se mi piace accedere all’account aziendale tramite l’app di GMail. Sono diffidente e non mi sembra una buona idea.
  3. Lo stack BT sembra ancora un po’ fragile. Potrebbe essere un’impressione dovuta ad una pessima implementazione di un’app che sto provando
  4. Manca un sistema centralizzato per i setting. La cosa peggiore è ritrovarsi il telefono con le icone tutte al posto giusto, ma sapere di dover riconfigurare a mano troppe cose: suonerie, account, ecc.

Cattivo:

Davvero non capisco la necessità di rimuovere un tratto inconfondibile di Android Vanilla: l’animazione del tubo catodico spento quando si disattivava il display. Peccato.

-quack

Pubblicato martedì 25 novembre 2014 alle 6:56 PM - 19 commenti so far
Archiviato in: Google

Design Flaws

Quasi un anno con il Mac, il sistema con “la migliore usabilità” del mondo, dall’azienda con il miglior design dell’Universo Intero e…

File Safe Dialog:

Screen Shot 2014-10-02 at 10.47.11 AM

C’è da piangere in confronto a quanto disponibile nella versione per Windows. Il paragone tra Finder e Explorer è insostenibile, l’unica feature carina è la separazione dei file per data (oggi, settimana, mese, ecc.). Il resto è letteralmente letame. Le acrobazie da fare per salvare il file in una location specifica sono incredibili.

Lanciare app grafiche dal terminale:

Con Windows scrivi calc nel terminale e ti si apre la calcolatrice. Scrivi “leggimi.txt”e ti si apre il file in Notepad. Con OSX è tutto più contorto. Nel 2014 mi aspetterei più integrazione tra shell e il resto dell’OS. Roba che si era già vista in Windows 95 (non sto scherzando).

Gestione delle finestre:

Non sto a discutere sulla filosofia se il concetto di finestra deve sovrapporsi a quello di app (provate ad aprire due calcolatrici su OSX). Ma il fatto che spesso l’ordine-Z delle finestre sia totalmente indomabile, è veramente una pena.

Bonus point:

Non c’entra con OSX ma da molto bene l’idea questo post sullo Shift-Key in iOS. Per far comprendere che l’azienda col design migliore del mondo prende degli abbagli allucinanti.

-quack

P.S. pare che il Kernel Panic dovuto a VMWare Fusion sia un baco nei device driver di Apple. Speriamo che la nuova versione dell’OS abbia messo qualche pezza, va…

Pubblicato giovedì 2 ottobre 2014 alle 8:01 PM - 13 commenti so far
Archiviato in: Apple

iPad Mini

La mia azienda mi ha comprato, già da diversi mesi per la verità, un iPad Mini (la versione non retina). Me lo son portato a casa per il weekend e ci ho giochicchiato un po’.

Le mie impressioni sono queste:

  • l’hardware sembra eccellente
  • la durata della batteria mi è sembrata fenomenale: mi son visto due episodi di Games of Thrones, letto mezzo libro su Kindle ed è ancora al 60% e passa.
  • l’interfaccia lascia mooooolto a desiderare. È brutta quanto quella di Windows 1.0 (vista in retrospettiva) e i colori sono orribili. Odio il pastello, capisco che i gusti sono soggettivi, ma credo che sul fatto che sia “brutta” concorderebbe anche Sgarbi (solo per nominare un critico che crede nell’oggettività del bello).
  • mi piace parecchio il formato, effettivamente lo trovo comodo e leggero quanto basta per leggere agevolmente
  • le app (Netflix, HBO) sfruttano appieno il ChromeCast SDK, disponibile per iOS ma non per Windows Phone

Devo dire che se dovessi scegliere tra un 10” con Windows in modalità transformer (tipo Acer o Asus) e un formato più piccolo, sarei perfettamente in bilico. Mi piacerebbe tanto avere una tastiera vera, quelle bluetooth mi preoccupano per la necessità di essere ricaricate. Però anche se mi piace tanto il formato, non so se sceglierei l’iPad: le malignità di Apple, persino peggiori di quelle di Microsoft degli anni novanta, sono pervasive abbastanza da farmi passare qualsiasi voglia. Ad esempio, far finta che c’è bisogno di una carta credito per installare applicazioni gratuite è un colpo davvero basso.

Per non parlare poi del gran calcio nei maroni che è stato forzare il nuovo album degli U2 a tutti gli utenti.

-quack

Pubblicato lunedì 15 settembre 2014 alle 6:58 PM - 11 commenti so far
Archiviato in: Apple, Recensioni

Due link

Due link interessanti:

La lettera di Nadella agli employee riscritta in maniera decente (sperando che sia effettivamente così)

Riflessioni sulle strategie MS (vedasi WPOS/2)

-quack

Pubblicato martedì 22 luglio 2014 alle 8:37 PM - 0 commenti so far
Archiviato in: Microsoft