Info:

twitter

Ultimi commenti: Comment feed

Tags:

Archivio 2017:

Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2016:

Dic Nov Ott Ago Mag Mar Feb Gen

Archivio 2015:

Nov Ott Set Mar Gen

Archivio 2014:

Dic Nov Ott Set Lug Giu Mag Apr Gen

Archivio 2013:

Dic Nov Set Ago Lug Giu Mag Apr Feb Gen

Archivio 2012:

Dic Nov Ott Set Ago Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2011:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2010:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2009:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2008:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2007:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2006:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Feature Parity

Oggi, nella migrazione da XEN a KVM/VFIO, sono riuscito a raggiungere una milestone eccezionale: feature parity tra i due sistemi, ma con estrema – molto estrema – semplificazione di architettura. Ho dovuto fare una quantità di esperimenti interessanti, tempo che non considero perso in quanto per me altamente educativo.

Ad esempio all’inizio ero indeciso su quale distro scegliere tra le tre papabili:

  • arch-Linux, scartata immediatamente quando ho scoperto di cosa si tratta il repository AUR: roba distribuita in codice sorgente e mantenuta a tempo perso; anche Crashplan è distribuito purtroppo così e non mi fido di affidare l’applicazione per il backup a gente che dedica spiragli di tempo come me.
  • Fedora: VFIO è nato e sviluppato in Red-Hat. Però santa pazienza, su Fedora bisogna combattere coi draghi solo per installare un server XRDP. Non sto scherzando. La tentazione è stata grande perché le istruzioni più complete su VFIO sono scritte con Fedora in mente.
  • Ubuntu. Familiarità uber all. Ma anche qui il dilemma: LTS o no? Alla fine ho scelto LTS ferma a due anni fa ben conscio che alcune feature interessanti saranno disponibili nella nuova LTS in dirittura di arrivo per Aprile.

Il risultato interessante è che il servizio rippatutto, non senza dolori, adesso gira su una Micro-VM con XP. Avessi più tempo lo riscriverei in Java, ma le funzionalità Text To Speech su Linux sono alquanto primitive (le voci ricordano il SAM dei tempi andati su un C64). Il software di backup e il pool ZFS girano finalmente direttamente sull’host. Nel frattempo ho dovuto imparare come configurare AppArmor e una quantità non irrilevante di cosette, come ad esempio il fatto che il file da configurare per AppArmor è /etc/apparmor.d/abstractions/libvirt-qemu (aggiungere il file di script e sed alla lista).

Risultato finale: anche se parziale, sono soddisfatto.

-quack

P.S. ho comprato un case nuovo, vista l’abbondanza di spazio verticale nella nuova ubicazione. Ho intenzione di installare un adattatore 4x3 e rendere i dischi dati facilmente raggiungibili scopo creazione di un futuro server ridondante per la pace dei sensi.

Potrebbero interessarti anche:
Commenti (7):
1. bondocks
martedì 16 febbraio 2016 alle 6:23 AM - chrome 49.0.2623.47 Windows 7
   

Quali vantaggi ad avere un host su cui far girare delle VM?

   
2. Paperino
martedì 16 febbraio 2016 alle 4:29 PM - chrome 48.0.2564.97 OS X 10.11.3
   

Hardware consolidation: one PC to rule them all.

   
3. bondocks
martedì 16 febbraio 2016 alle 8:47 PM - firefox 41.0 Linux
   

Invece come servizio rippatutto cosa intendi? e perchè con XP?

   
4. Paperino
martedì 16 febbraio 2016 alle 9:43 PM - chrome 48.0.2564.109 Linux
   

Un'app che mi son scritto per rippare una libreria di DVD che avevo (non protetti) da copiare su HD. Comprai un lettore DVD slot-in, quelli senza carrello e quello che facevo era infilare il DVD, rippava, catalogava e faceva eject. Io dovevo limitarmi solo a sostituire il supporto a mo' di robot. Se c'erano errori li scriveva in un log, ecc. ecc. Finito questo compito mi sono accorto che una cosa simile sarebbe stata troppo comoda per le chiavette della macchina fotografica: infilo la memory card, il servizio copia, smista e cancella, crea i thumbnail JPEG e li ruota appropriatamente. Roba che mi ha fatto risparmiare un sacco di tempo. Non dovendo accendere schermi, usare mouse o tastiera il tutto funziona usando la sintesi vocale in modo che possa sapere quando ha finito di copiare le foto e posso sfilare la chiavetta. Questa è la mia visione di informatica a servizio dell'utente e non viceversa

Ad un certo punto avevo un WHS virtuale che usavo per svariati scopi: condividere la stampante e scanner (che poi Windows Update ha ammazzato, sostituito con una stampante/scanner LAN), il server di MyMovies che è un plugin di Media Center per i film rippati su HD (ammazzato da Windows), il servizio rippatutto di cui sopra e il client per il backup via CrashPlan (spostato su Linux per maggiore affidabilità). Considerando che tutta questa roba non mi serve più, ho creato una VM con XP che gira con 512MB di RAM per fare una sola cosa. Avrei voluto provare un micro-server core, ma non mi andava di sbattermi tanto per capire quali pezzi di configurazione attivare e quali meno. Alla fine XP mi pare la scelta migliore... 512MB e 8GB di HD, roba da altri tempi. Immagino che una cosa così si potrebbe far girare benissimo su uno stick oggi giorno.

   
5. bondocks
mercoledì 17 febbraio 2016 alle 2:54 PM - firefox 44.0 Windows 7
   

Figata...non l'hai mai pubblicata da nessuna parte?

Questa è la mia visione di informatica a servizio dell'utente e non viceversa

Come non condividere.

   
6. Snake
mercoledì 17 febbraio 2016 alle 3:53 PM - chrome 48.0.2564.109 OS X 10.11.3
   

Quasi-circa-relevant

blog.dustinkirkland.com/.../zfs-is-fs-for-conta...

pare OpenZFS sarà oob sulla prossima LTS.

Sto meditando di migrare l'ultimo Proliant da WS2008R2 a 16.04 quando uscirà

   
7. Paperino
mercoledì 17 febbraio 2016 alle 6:54 PM - chrome 48.0.2564.109 Linux
   

Figata...non l'hai mai pubblicata da nessuna parte?

Non l'ho mai fatto perché è customizzatissimo su misura (ad esempio estrae il thumbnail dai file Nikon .NEF) e renderlo utile a qualche altra anima pia che non ha le stessissime esigenze sarebbe un'impresa... magari dovrei pubblicare il codice che fa alcune cose interessanti comunque.

pare OpenZFS sarà oob sulla prossima LTS.

Spettacolare. Dovrò reinstallare quando arriva la LTS. Dovrebbe essere un viaggetto semplicissimo visto che ho già migrato il pool un bel po' di volte...

   
Lascia un commento:
Commento: (clicca su questo link per gli smiley supportati; regole di ingaggio per i commenti)
(opzionale, per il Gravatar)