Info:

twitter

Ultimi commenti: Comment feed

Tags:

Sponsor:

Archivio 2018:

Feb Gen

Archivio 2017:

Dic Nov Ott Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2016:

Dic Nov Ott Ago Mag Mar Feb Gen

Archivio 2015:

Nov Ott Set Mar Gen

Archivio 2014:

Dic Nov Ott Set Lug Giu Mag Apr Gen

Archivio 2013:

Dic Nov Set Ago Lug Giu Mag Apr Feb Gen

Archivio 2012:

Dic Nov Ott Set Ago Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2011:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2010:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2009:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2008:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2007:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2006:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

L’anno che verrà – 2011

Se il buon giorno si vede dal mattino…

…sono tornato in ufficio un giorno in anticipo (ieri) salvo scoprire che a causa dell’arzigogolato algoritmo aziendale per i giorni festivi ieri era il giorno di recupero del primo Gennaio che cadeva di Sabato.

Pare che ci siano stati dei lavori all’impianto elettrico e che abbiano spento tutti i PC, il mio però di riaccendersi non ne voleva sapere. Approfittando della calma piatta ho speso i miei dieci minuti di troubleshooting realizzando con atroce sorpresa che tutti i tre gli HD installati (un SSD 80 + 2 magnetici 1.5TB) sono illeggibili in quanto il “volume pseudo-RAID” risultava rotto. Devo ammettere che son stato a giocare un po’ con la feature dei dischi dinamici di Windows, ma niente di più esoterico che convertire il disco in un disco dinamico. Per qualche allineamento astrale però i dischi sono rimasti appunto illeggibili, azzerando le mie ultime due settimane di lavoro che ho recuperato grazie ad uno dei tanti tool di unformat.

Ecco, dicevo appunto se il buon giorno.

Che anno sarà quello in cui i drive magnetici diventano sempre più densi e l’unico metodo per capire se sono utilizzabili è quello prettamente empirico? Ovvero, compri il drive, lo attacchi alla scheda madre e speri di non attaccarti e doverlo restituire…

Devo dire che il mio interesse si è spostato a livelli più bassi, tra cluster ed array o pseudo tali di dischi. Sapere che nel mondo c’è tanta silent data corruption non mi tranquillizza affatto ed allora spero di scendere in campo personalmente…

Buon anno.

Potrebbero interessarti anche:
Commenti (3):
1. Dovella
mercoledì 5 gennaio 2011 alle 4:34 PM - chrome 8.0.552.224 Windows XP
   

Ecco, non era tutto oro ..

Forza Papero! Partorisci qualcosa per noi!

   
2. Manu
mercoledì 5 gennaio 2011 alle 7:04 PM - IE 9.0 Windows 7
   

Dai che quest'anno è importante per Windows (ott.. coff coff )...

Piuttosto, dove si è arrivati?

   
3. Giuseppe Rossi
mercoledì 5 gennaio 2011 alle 7:36 PM - firefox 3.6.13 Windows 7
   

Infatti sconsiglio sempre durante i corsi di usare queste  opzioni proprio per questi pericoli, vedo che la realtà conferma le mie previsioni !

 

 

   
Lascia un commento:
Commento: (clicca su questo link per gli smiley supportati; regole di ingaggio per i commenti)
(opzionale, per il Gravatar)