Info:

twitter

Ultimi commenti: Comment feed

Tags:

Sponsor:

Archivio 2018:

Gen

Archivio 2017:

Dic Nov Ott Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2016:

Dic Nov Ott Ago Mag Mar Feb Gen

Archivio 2015:

Nov Ott Set Mar Gen

Archivio 2014:

Dic Nov Ott Set Lug Giu Mag Apr Gen

Archivio 2013:

Dic Nov Set Ago Lug Giu Mag Apr Feb Gen

Archivio 2012:

Dic Nov Ott Set Ago Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2011:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2010:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2009:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2008:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2007:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2006:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Ninna nanna

Ormai con i problemi di sleep di Windows ci sto prendendo estrema confidenza e non è cosa bella. Il primo era venuto fuori scambiando accidentalmente il cavo SATA di due hard-disk: il PC non ne voleva sapere di ibernarsi e neanche lo sleep, qualora lo sleep ibrido fosse attivo, riusciva ad attivarsi. Il sintomo era l’accensione immediata appena dopo lo sleep.

Sintomi identici per i problemi di insonnia con il Dell Studio: ma in questo caso non c’erano cavi SATA da scambiare. Alla fine è automagicamente scomparso con qualche aggiornamento. Stessa (buona) fine per quello del coma profondo: compare ormai solo occasionalmente (una volte al mese o meno) ed è un risveglio che richiede circa 2-3 minuti per completarsi durante il quale lo schermo è completamente spento.

Da un paio di giorni invece si è presentato un altro caso completamente diverso nei sintomi da tutti i precedenti, vittima designata la Workstation. Se lo sleep è forzato via menù o via pulsante power, tutto funziona. Lo sleep da timeout invece non funziona. Il problema assume dimensioni grottesche quando si considerano i casi in cui il PC si risveglia automaticamente per sbrigare alcune faccende, come ad esempio il backup giornaliero sul server. Il risultato è di ritrovare il PC acceso ma inattivo: chiuso nello sgabuzzino e magari pure sofferente. La cosa buffa, che mi ha dato qualche indizio per cercare la soluzione, è stato il fatto che il timeout affligge anche lo spegnimento dello schermo: neanche lo schermo, passato il tempo dovuto, va in stand-by come ci si aspetterebbe in questi casi.sleepless

Deciso ad andare a fondo della questione e forte delle indagini precedenti, mi sono imbattuto in quella che sembra la guida più completa ai disturbi del sonno di Vista. Ho seguito tutti i passi saltando quelli che mi sembravano più insignificanti, ma non ne sono venuto a capo. A questo punto ho deciso di provare davvero tutto: la guida parlava di rari casi in cui alcune periferiche sono in grado di interferire con il sonno. Bingo! Il colpevole nel mio caso è questo aggeggio. L’indizio dello schermo mi avrebbe dovuto mettere sulla buona strada visto che l’aggeggio emula la pressione di alcuni tasti e con certezza quasi assoluta genera qualche interrupt periodico che il driver ritrasmette come azione eseguita da un utente interattivo. Incredulo mi son preso la briga di fare diverse prove con l’aggeggio attaccato e staccato: prove su prove e alla fine è volato via più di qualche multiplo di mezzoretta e sereni, come per l’effetto di una ninna-nanna, ce ne siamo andati a dormire ognuno a proprio modo.

Morale della favola: MAI, MAI, sottostimare il potere dell’hardware.

-quack

Potrebbero interessarti anche:
Commenti (5):
1. Daniele B.
mercoledì 24 giugno 2009 alle 11:53 AM - firefox 3.5 Windows 7
   

A me una cosa del genere l'ha fatta con lo sleep di Syv (tié Dovella! :P), paradossalmente era il lettore di impronte della Upek che ne bloccava il corretto funzionamento.

   
2. Phenix
mercoledì 24 giugno 2009 alle 12:48 PM - chrome 2.0.178.0 Windows 7
   

Molto bello il link a quel forum, è proprio una enciclopedia sullo sleep!

   
3. AlPa
mercoledì 24 giugno 2009 alle 5:28 PM - IE 7.0 Windows Vista
   

Non so se serve: il coma profondo a me capita sul portatile quando faccio le seguenti attività: 1) vado in sleep mentre sono connesso a una rete (sia Wireless sia Ethernet); 2) mi ricollego a una nuova rete (o mi sposto in un ambiente in cui la wireless è diversa); 3) POI esco dallo sleep. Ho lo stesso problema anche con l'ibernazione.

Per evitare il problema, ormai seguo sistematicamente questo comportamento:

a) metto in off la rete wireless PRIMA di uscire dallo sleep, attraverso il pulsante fisico (sul toshiba c'è, sugli Hp non sempre, sui Dell non so)

b) NON collego l'RJ45

c) prima di rimettere in on la wireless e di collegare l'RJ45 faccio login e aspetto che sia presente l'icona di sistema per il Centro di connessioni di rete

La mia impressione è che, se qualche rete è attiva, il sistema si fermi, prima di permettere il login, in attesa dei time out dei vari volumi a cui sono connesso; se non c'è nessuna connessione di rete invece va via liscio. Poi quando attivo la rete (avendo già fatto il login) i time out vanno su un loro thread o processo e non rallentano il resto delle attività.

   
4. paperino
mercoledì 24 giugno 2009 alle 7:20 PM - chrome 2.0.172.33 Windows 7
   

AIPa: nel mio caso non c'è cambio di rete, il laptop praticamente non esce mai di casa. Aggiungo che da quando ho aggiornato i driver della scheda grafica il coma è diventato rarissimo. Però mi hai messo la pulce nell'orecchio, proverò ad aprire qualche share di rete e vedere cosa succede.

   
5. Snake
mercoledì 24 giugno 2009 alle 10:04 PM - IE 7.0 Windows Vista
   

A me non capita coma, ma una BSOD vera e propria se metto in ibernazione con l'alimentatore collegato, e ripristino a batteria (radeon X600, con i driver WDDM inclusi in Vista, altrimenti devo andar di catalyst + mobilitymodder e anche lì capita ugualmente). Ormai l'ho sgamato ed evito di farlo.

   
Lascia un commento:
Commento: (clicca su questo link per gli smiley supportati; regole di ingaggio per i commenti)
(opzionale, per il Gravatar)