Un grande saggio un giorno disse che migrare dati da una qualsiasi stazione di partenza ad una qualsiasi stazione di destinazione è sempre un'operazione che lascia ferite difficilmente rimarginabili. Nello specifico, migrare un blog, è un'impresa che definire ardua significa minimizzare per la presenza di tanti ingredienti. Circoscrivendo il tutto allo stack ASP/ASP.Net sMigrazionei potrebbe sintetizzare in

  1. La fine del XCOPY deployment
    Fino a qualche anno fa ASP imperava ed i siti a "basso traffico" usavano il mitico Access Jet Engine come backend. Questo permetteva di "installare" un sito web semplicemente copiando dei file via FTP. Purtroppo il mitico Jet Engine è stato mandato in pensione e pare una versione a 64bit non ne vedrà mai la luce
  2. 64bit e medium trust
    Alcuni host supportano solo 64bit e la quasi totalità di chi offre hosting per ASP.Net forza l'uso della medium trust (e fanno bene!).

Per ovviare a tutto ciò ovviamente si può scegliere di sostituire Access con qualcosa altro oppure passare ad una piattaforma che fa uso di un backend vero e proprio: il secondo tipo di soluzione però non permette di spostare facilmente i contenuti da un host all'altro.

Infine la classica ciliegina sulla torta: purtroppo le piattaforme di blogging ancora non sono "standardizzate" al punto da permettere una migrazione indolore da una piattaforma ad un'altra. Un paio di formati sono stati proposti (BlogML o Wordpress XML) ma ahimé non funzionano bene o sono incompleti. Laddove lo fossero ci si metterebbe di mezzo il formato dell'URL: ogni piattaforma ha il suo tipo di URL e una migrazione trasformerebbe i permalink in odiosi tempalink.

Nel frattempo ho trovato tantissime informazioni interessanti che sto valutando: i risultati spero di pubblicarli in un prossimo post intitolato "Migrazioni - le soluzioni" Smile

-quack