A leggere la notizia di un trojan per Mac che sfrutta l’EoP di cui si parlava pochissimi giorni fa, mi accorgo che l’atteggiamento di taluni utenti della mela – facendo finta  che i commentatori su P.I. possano rappresentare un campione significativo - è raffigurabile con un’immagine che vale più di un milione di parole:

ostrich

Nonostante ci sia qualcuno che spiega che il trojan, grazie appunto al fatto che l’elevation of priviledges è molto banale, è capace delle peggiori porcherie come fare l’upload di screenshot o installare keylogger, la maggior parte degli utenti è convinta che la piattaforma Mac sia comunque magicamente inattaccabile.

Certe parole sembrano davvero cariche di sabbia.

-quack

Technorati Tags: