Info:

twitter

Ultimi commenti: Comment feed

Tags:

Sponsor:

Archivio 2018:

Lug Giu Mag Feb Gen

Archivio 2017:

Dic Nov Ott Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2016:

Dic Nov Ott Ago Mag Mar Feb Gen

Archivio 2015:

Nov Ott Set Mar Gen

Archivio 2014:

Dic Nov Ott Set Lug Giu Mag Apr Gen

Archivio 2013:

Dic Nov Set Ago Lug Giu Mag Apr Feb Gen

Archivio 2012:

Dic Nov Ott Set Ago Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2011:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2010:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2009:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2008:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2007:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2006:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Racing the beam

Ho sempre considerate l’Atari 2600 un oggetto di culto vero e proprio. A leggerne le specifiche si rischia di sentire veri e propri brividi scorrere lungo la schiena, soprattutto se ci si mette nei panni di chi ha scritto videogiochi per la piattaforma.230-7[1]

Innanzitutto girava su 6507, una versione “tagliata” del 6502 a cui erano state decurtate 3 linee dall’address bus (quindi si potevano indirizzare solo 8K in tutto) e la completa assenza di interrupt. In tutto c’erano solo 128 byte a disposizione di RAM, tutto il resto era solo ROM e tral’altro dominava l’assenza di frame buffer. Il videogioco gestiva la schermata video direttamente a schermo pilotando il pennello elettronico linea per linea.

Ciononostante, dei signori programmatori, ci hanno regalato dei capolavori come Pitfall!.

La storia interessante è contenuta in un libro intitolato “Racing the beam” e pubblicato da MIT Press. Dopo aver dedicato un paio di dozzine di minuti al libro mi son sentito molto più rincuorato in versione pascolatore di bit. Solo trentanni fa la dimensione di una challenge era di qualche ordine di grandezza diversa.

Il libro è ovviamente caldissimamente consigliato.

-quack

Commenti (9):
1. dovellonsky
venerdì 11 novembre 2011 alle 10:50 PM - IE 9.0 Windows 7
   

Avevo l ATARI 2600 e Pitfall.

Che tempi.............. (da giocatore non da developpatore )

 

   
2. studiare in inghilterra
venerdì 11 novembre 2011 alle 11:08 PM - chrome 15.0.874.106 Windows 7
   

sembra molto interessante! mi sa che lo prendo!

   
3. OldSchoolCoder
sabato 12 novembre 2011 alle 12:09 AM - chrome 15.0.874.106 Windows 7
   

Ciononostante, dei signori programmatori, ci hanno regalato dei capolavori come Pitfall!.

 

...e invece oggi molti sedicenti programmatori non sanno lavorare senza un garbage collector e avrebbero difficoltà ad implementare una linked-list con puntatori C

Libro interessante: lo terrò presente! Thanks.

   
4. Daniele
lunedì 14 novembre 2011 alle 1:06 PM - firefox 7.0 Windows 7
   

Oddio, i pomeriggi persi su quel videogioco! Che ricordi

   
5. Dovellonsky
mercoledì 16 novembre 2011 alle 10:57 AM - chrome 15.0.874.120 Windows XP
   

Anche se il mio primo gioco Fu Centipede, e Defender.

Ci ho perso le migliori notti , ricordo che avevo la febbre altissima quando mi comprarono l ATARI.

Vuoi l ATARI ? Fatti le siringhe #Ricatti #Carogne

   
6. Paperino
lunedì 21 novembre 2011 alle 6:04 PM - chrome 15.0.874.121 Windows 8
   

@OldSchoolCoder

scusa per la moderazione preventiva, maledetti acheri.

   
7. floo
lunedì 21 novembre 2011 alle 6:31 PM - safari 534.51.22 OS X 10.7.2
   

Papero, che ci fa il Lunedì Quiz 3 ripubblicato con la data di oggi?

   
8. Paperino
lunedì 21 novembre 2011 alle 6:59 PM - chrome 15.0.874.121 Windows 8
   

ne ho disabilitato i commenti e ovviamente la data è stata accidentalmente rinfrescata. Grazie per la segnalatio, dovrebbe essere corretto tutto ora.

   
9. floo
lunedì 21 novembre 2011 alle 7:42 PM - safari 534.51.22 OS X 10.7.2
   

Perfetto

   
Lascia un commento:
Commento: (clicca su questo link per gli smiley supportati; regole di ingaggio per i commenti)
(opzionale, per il Gravatar)