Info:

twitter

Ultimi commenti: Comment feed

Tags:

Sponsor:

Archivio 2018:

Lug Giu Mag Feb Gen

Archivio 2017:

Dic Nov Ott Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2016:

Dic Nov Ott Ago Mag Mar Feb Gen

Archivio 2015:

Nov Ott Set Mar Gen

Archivio 2014:

Dic Nov Ott Set Lug Giu Mag Apr Gen

Archivio 2013:

Dic Nov Set Ago Lug Giu Mag Apr Feb Gen

Archivio 2012:

Dic Nov Ott Set Ago Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2011:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2010:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2009:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2008:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2007:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2006:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Testing ChromeOS

Facendo un po’ di pulizie mi son ritrovato con un vecchio desktop (ex-mediacenter) dotato di un monitor decente e di un laptop vetusto con ElementaryOS per l’uso sporadico, che più sporadico non si può. Ho deciso quindi di provare ChromeOS, chiedendomi se la qualità di quanto disponibile su x86 o Raspberry Pi fosse decente.

Al momento attuale, volendo provare ChromeOS, ci sono due scelte, due “distro” basate su Chromium: Flint-OS e Neverware, entrambe gratuite per l’uso casalingo. Flint-OS mi è sembrata più “aggiornata”.

L’installazione, preparato come ero alle mega guide per Linux, è stata estremamente semplice: scaricata l’immagine appropriata, copiata sulla MicroSD/USB con il tool linkato e via! Partito tutto al primo colpo. Le prestazioni su Raspberry Pi mi son sembrata un po’ deludenti dopo un test veloce su YouTube. Ma il bello delle Raspberry Pi è che possono avere sette vite come i gatti: dovessero rimanere deludenti, trasformerò il Pi in un access-point dotato di VPN ed avere una Wi-Fi in casa con un indirizzo IP italiano.

Su x86 invece tutto un altro pianeta: la persona che ha provato il laptop era contentissima perché l’ambiente era identico ai Chromebook “che si usano a scuola” (non ne sapevo niente). Inserito l’account scolastico si è ritrovata tutto come doveva essere. Ho aggiunto anche il mio e devo dire che dal punto di vista delle prestazioni, su un laptop così vetusto, mi ha praticamente soddisfatto. Niente Netflix, per ora non disponibile su FlintOS (lo è su Neverware), ma va bene così per una prova al volo niente male.

Morale della favola: se avete hardware obsoleto di cui non sapete che farvene, ChromeOS potrebbe essere UNA soluzione. In un prossimo futuro potrei provarlo sull’Acer dotato di touch-screen, il più grande pacco Hardware che abbia mai preso in vita mia.

-quack

Potrebbero interessarti anche:
Commenti (18):
1. bondocks
mercoledì 7 febbraio 2018 alle 8:22 PM - firefox 58.0 Windows 10
   

ChromeOS?!?!? E la praivasi?!?!?

   
2. floo
mercoledì 7 febbraio 2018 alle 8:26 PM - chrome 64.0.3282.140 OS X 10.13.3
   

Interessante report, non conoscevo Flint OS, mentre di Neverware ne avevo sentito parlare.

Preferirei però una soluzione non terza, quantomeno delle immagini virtuali per il testing Google potrebbe offrirle.

   
3. Paperino
mercoledì 7 febbraio 2018 alle 8:36 PM - chrome 64.0.3282.119 Linux
   

praivasi

quella la saluti nel momento in cui clicchi sull'icona di un browser qualsiasi. ChromeOS è paradossalmente un Chrome senza il resto dell'OS. Se la prima cosa che fai dopo aver acceso il PC è aprire il browser, potrebbe avere un senso.

Preferirei però una soluzione non terza, quantomeno delle immagini virtuali per il testing Google potrebbe offrirle.

Per farci che?

   
4. floo
mercoledì 7 febbraio 2018 alle 9:39 PM - chrome 64.0.3282.140 OS X 10.13.3
   

@Paperino:

Per farci che?

Per provare senza un Chromebook o un portatile muletto a disposizione Preferisco sempre una soluzione quanto più stock, dove possibile. Vero, c'è sempre l'opzione open Chromium OS, ma bisogna stare dietro alle build giornaliere.

   
5. Paperino
mercoledì 7 febbraio 2018 alle 9:47 PM - chrome 64.0.3282.119 Linux
   

Da quello che ho capito Chromium OS non è disponibile in forma binaria perché per Google non avrebbe senso. Dal punto di vista di Google ChromeOS lo ottieni via Chromebook/box.

Quello che fanno Flint-OS o neverware è appunto confezionare Chrome-OS in un'immagine installabile. ChromeOS è così povero che non c'è nulla da aggiungere a parte i driver e qualche setting. Ad esempio in Flint-OS c'è un setting per cambiare la modalità con cui funziona il trackpad o la wi-fi. A parte questo e - nel caso di Neverware - il plugin per il DRM è ChromeOS puro 99.9%.

Tra l'altro io sono riuscito a far partire la versione x86 usando una chiavetta USB (per ora mi tengo Linux sull'SSD perché ho da sniffare un po' di Bluetooth con un adattatore che ho trovato su eBay). 

Morale: se hai un vecchio laptop, puoi provare ChromeOS senza dover formattare niente. E ciò non è poco.

   
6. Paperino
mercoledì 7 febbraio 2018 alle 9:48 PM - chrome 64.0.3282.119 Linux
   

Se poi ci fosse proprio bisogno di un blessingwww.theverge.com/.../google-invest-neverware-ch...

   
7. floo
mercoledì 7 febbraio 2018 alle 9:53 PM - chrome 64.0.3282.140 OS X 10.13.3
   

Proverò allora Neverware, visto che ha il benestare di Google, grazie

   
8. Antonio Di Motta
mercoledì 7 febbraio 2018 alle 10:27 PM - firefox 58.0 Windows 10
   

Domanda, chrome os  permette l'esecuzione di app android?

   
9. Paperino
mercoledì 7 febbraio 2018 alle 11:14 PM - chrome 64.0.3282.119 Linux
   

Non tutti: support.google.com/chromebook/answer/7021273

Ma se l'idea è quella di installare app, seppur Android, allora ChromeOS potrebbe non essere lo strumento ideale... Stasera provo col mio.

   
10. Mah...
giovedì 8 febbraio 2018 alle 11:00 AM - firefox 58.0 Windows 10
   

Dal punto di vista di Google ChromeOS lo ottieni via Chromebook/box.

A conferma che ormai Google è la nuova Apple...

   
11. Paperino
giovedì 8 febbraio 2018 alle 5:24 PM - chrome 64.0.3282.140 Linux
   

L'analogia, tirata per i capelli in questo modo, al momento sta soffrendo tantissimo

   
12. bondocks
giovedì 8 febbraio 2018 alle 6:45 PM - chrome 63.0.3239.111 Android 7.0
   

Che poi Google non era la nuova Microsoft?

   
13. Doxaliber
giovedì 1 marzo 2018 alle 9:02 AM - chrome 64.0.3282.167 Windows unknown
   

Chissà se si riesce a installare su un Toshiba Ac100 (il più grande pacco hardware che sia mai capitato a me :D)

 

 

   
14. FOLBlog
giovedì 8 marzo 2018 alle 12:22 PM - chrome 64.0.3282.186 Windows 10
   

Neverware to Acquire Flint Innovations, Creators of Flint OS


https://www.neverware.com/pressrelease-03-06-2018

 

   
15. Paperino
giovedì 8 marzo 2018 alle 3:55 PM - safari 602.1 unknown
   

Ma che cazz...

   
16. FOLblog
lunedì 12 marzo 2018 alle 9:24 PM - chrome 64.0.3282.186 Windows 10
   

Con Flint OS sto incontrando molti problemi con Chromium e Flash.

Non c'è verso di farlo funzionare.

 

   
17. Paperino
lunedì 30 aprile 2018 alle 12:04 AM - chrome 64.0.3282.151 unknown
   

Per motivi troppo lunghi ho finito per rimpiazzare FlintOS con Neverware CloudOS. Sono pure riuscito a guardarci Netflix... e ho detto tutto.

Sembra decisamente fatto meglio, sempre in boot da una chiavetta USB. Mi rendo conto che avrei dovuto provarli entrambi gia' quando ho scritto questo post... Ma fa niente. Meglio cosi'. Vedere un OS che fa restart in meno di 5 secondi su questa carretta del mare ... wow.

   
18. Paperino
giovedì 24 maggio 2018 alle 4:10 AM - chrome 66.0.3359.181 Windows 10
   

 Note to self: il tool che serve per creare l'immagine per Flint-OS si chiama Etcher e non è limitato solo a Flint-OS

   
Lascia un commento:
Commento: (clicca su questo link per gli smiley supportati; regole di ingaggio per i commenti)
(opzionale, per il Gravatar)