Info:

twitter

Ultimi commenti: Comment feed

Tags:

Archivio 2017:

Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2016:

Dic Nov Ott Ago Mag Mar Feb Gen

Archivio 2015:

Nov Ott Set Mar Gen

Archivio 2014:

Dic Nov Ott Set Lug Giu Mag Apr Gen

Archivio 2013:

Dic Nov Set Ago Lug Giu Mag Apr Feb Gen

Archivio 2012:

Dic Nov Ott Set Ago Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2011:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2010:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2009:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2008:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2007:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Archivio 2006:

Dic Nov Ott Set Ago Lug Giu Mag Apr Mar Feb Gen

Windows Home Server Iterazione terza (ultima?)

La storia delle prime due iterazioni è raccolta in questo post.

La prima iterazione aveva il difetto di essere troppo rumorosa.
La seconda è poco “espandibile” per mia personale definizione.

Se tre è il numero perfetto, la terza iterazione sarà per sempre, come dovrebbe essere per un dispositivo di backup espandibile.

In breve: quello che doveva essere un progetto da “weekend” a.m. si è trasformato in un vero e proprio progetto “stagionale”. Usare una Compact Flash da 128GB è praticamente proibitivo. Ho pensato a tentare di spostare la partizione di sistema, ma impelagarmi in una manovra pericolosa coi dati del mio server non è tra le mie attività preferite. Un’altra alternativa considerata è stato un drive da 1.8” da 120GB, ma alla fine mi è sembrato anti-economico e troppo vincolato al fatto che il drive deve avere necessariamente un’interfaccia IDE.

Ho deciso per una nuova motherboard basata su ION (e quindi con 3 porte SATA) ed un case un po’ più grande in grado di accomodare i 3 drive. Per il terzo hard disk ho pensato di usare uno dei tanti SATA 2.5” da laptop avanzati durante qualche upgrade festival. Così facendo il sistema sarà installato sul “mini-drive” da 160GB e gli altri due dischi destinati a contenere esclusivamente dati. Nel momento in cui uno dei due drive si rompe o va in saturazione spaziale, l’upgrade sarà Tombaleestremamente indolore in perfetto stile plug&pray. Insomma, failure spettacolari a parte, questa iterazione sembra avere i requisiti di una RC.

E a proposito di sistemi di backup: ma 17 mesi e 4 giorni non sarebbero un po’ troppo pochi per un sistema pubblicizzato come “server grade”?

Ad posterioram ardua sententiam

-quack

Potrebbero interessarti anche:
Commenti (14):
1. mario (wisher)
mercoledì 14 ottobre 2009 alle 9:57 PM - safari 531.9 OS X 10.6.1
   

17 mesi e 4 giorni sono davvero pochissimi anche solo per un disco, figuriamoci per un sistema di backup.

   
2. il nonno
mercoledì 14 ottobre 2009 alle 10:05 PM - chrome 3.0.195.27 Windows 7
   

Per me questo resta in assoluto il miglior sistema di backup per uso domestico:

www.sharkoon.com/.../index_en.html

E ovviamente alternando un paio di dischi in modo da ridurre il caso di sfiga massima.

Volendo ci sono anche quelli con connettore eSata, ma a breve immagino usciranno con USB 3.0.

   
3. floo
mercoledì 14 ottobre 2009 alle 11:35 PM - firefox 3.5.3 Windows 7
   

Fossi in Apple farei una bella cosa, metterei la scritta "Da consumarsi preferibilmente entro:", così non ci sarebbero problemi e tutti sarebbero avvisati

   
4. sirus
mercoledì 14 ottobre 2009 alle 11:45 PM - safari 531.9 OS X 10.6.1
   

@ wisher

17 mesi e 4 giorni sono davvero pochissimi anche solo per un disco, figuriamoci per un sistema di backup.

Ricordati che miei ultimi due dischi sono durati uno 11 mesi e l'altro 20 mesi quindi ci potrebbe anche stare...

 

   
5. zirzi
giovedì 15 ottobre 2009 alle 8:45 AM - firefox 3.5.3 Windows XP
   

17 mesi e 4 giorni sono davvero pochissimi anche solo per un disco, figuriamoci per un sistema di backup.

Il sito riporta in questo momento 283 TC morte, vita media 17 mesi e 4 giorni. Faccio qualche domanda. Quante TC sono state prodotte e vendute finora? La percentuale di TC morte è fisiologica rispetto alla vita media di un qualunque disco rigido?

Inoltre, la TC è stata messa in vendita il 15 gennaio 2008. Le TC ancora funzionanti hanno quindi 21 mesi di vita; non tenerne conto nel calcolo della vita media è un errore di metodo piuttosto serio (non sono un matematico, però, qualcuno mi corregga se sbaglio).

Se fossero state vendute anche solo 100.000 TC, 283 morte rappresentano lo 0,283% del totale. È una cifra scandalosa?

Intanto il restante 99,717% continua a funzionare.

   
6. zirzi
giovedì 15 ottobre 2009 alle 8:54 AM - firefox 3.5.3 Windows XP
   

Le TC ancora funzionanti hanno quindi 21 mesi di vita

Ho scritto male e poi non ho riletto. Quello che volevo dire è: ci sono TC funzionanti che hanno tra 17 e 21 mesi di vita.

   
7. Fede
giovedì 15 ottobre 2009 alle 10:11 AM - chrome 3.0.197.0 Windows 7
   

Io penso che non tutti quelli a cui si è rotta siano corsi su quel sito a scriverlo, io ad esempio non lo conoscevo neanche, diciamo che quello, per quanto piccolo, rappresenta un campione statistco, non so se accurato o meno, ma quello che è sicuro è che anche altre TC si sono rotte oltre a quelle lì riportate

   
8. zirzi
giovedì 15 ottobre 2009 alle 10:49 AM - firefox 3.5.3 Windows XP
   

Io penso che non tutti quelli a cui si è rotta siano corsi su quel sito a scriverlo

Vero, ma non cambia la sostanza. Se le TC morte fossero cinque volte tanto, cioè un migliaio, si tratterebbe comunque di una percentuale fisiologica di apparecchi che si rompono. Anche mettendo insieme questi e quelli che ne hanno scritto sul forum Apple non si supera qualche centinaio di persone.

A meno che qualcuno non abbia dati precisi, per esempio che Apple ha venduto finora solo mille TC e 500 sono morte, stiamo facendo chiacchiere da bar, piacevoli finché si vuole, ma niente di più.

Poi sono d'accordo che è una seccatura non da poco perdere i propri dati, ma stiamo parlando di perdere *il backup* dei propri dati. Vogliamo parlare di quelli cui muore il disco rigido e non hanno mai fatto un backup?

   
9. il nonno
giovedì 15 ottobre 2009 alle 10:52 AM - chrome 3.0.195.27 Windows 7
   

Io conosco chi l'ha comperata e ha smesso di usarla perche' non poteva permettersi di tenere accando un condizionatore pinguino a palla per raffreddarla

Zirzi, time capsule e' un prodotto amatoriale, l'opposto di quello che dovrebbe essere una soluzione di back up, a prescindere dal tempo di vita... basta provarlo una volta e vedere quanto e' lento per capire che e' inutile.

   
10. zirzi
giovedì 15 ottobre 2009 alle 11:01 AM - firefox 3.5.3 Windows XP
   

time capsule e' un prodotto amatoriale

Mi tocca essere d'accordo (non ce l'ho, ma ne ho letto a sufficienza)

Come Time Machine, dovrebbe essere qualcosa che serve a spingere chiunque a fare un backup con un paio di clic. Io personalmente ho sempre fatto backup con diversi sistemi. Con TM mi trovo bene, fa tutto da solo e mi ha salvato in diverse occasioni. Per me e per la maggior parte degli utenti, che non ha esigenze particolari, è più che sufficiente. Capisco però che è insufficiente in parecchi casi.

   
11. il nonno
giovedì 15 ottobre 2009 alle 12:14 PM - chrome 3.0.195.27 Windows 7
   

TM l'hanno migliorato con SL, in Leopard aveva performance che andavano bene a chi non lavora, ma non accettabili in ambito professionale.

Di OS X amo la possibilita' di fare un mirroring del disco su disco esterno USB e poi avviare da quello. Ecco queste sono le cose che Windows dovrebbe "copiare" da Mac OS, ma in generale per il versioning/backup nel senso stretto del termine continuo a preferire Windows. La cosa che irrita e' che e' disponibile in modo completo solo dalla Professional in su, mentre la Home Premium ha un backup solo dei dati ma non del sistema.

   
12. AlPa
giovedì 15 ottobre 2009 alle 6:30 PM - IE 7.0 Windows Vista
   

@zirzi

Inoltre, la TC è stata messa in vendita il 15 gennaio 2008. Le TC ancora funzionanti hanno quindi 21 mesi di vita; non tenerne conto nel calcolo della vita media è un errore di metodo piuttosto serio (non sono un matematico, però, qualcuno mi corregga se sbaglio).

Il sito riporta in questo momento 283 TC morte, vita media 17 mesi e 4 giorni. Faccio qualche domanda. Quante TC sono state prodotte e vendute finora? La percentuale di TC morte è fisiologica rispetto alla vita media di un qualunque disco rigido?

Se fossero state vendute anche solo 100.000 TC, 283 morte rappresentano lo 0,283% del totale. È una cifra scandalosa?

In effetti esiste una metodologia statistica molto precisa per il calcolo della speranza di vita (si dice così anche per i dispositivi, non solo per le persone); la metodologia corretta tiene ovviamente conto sia del tasso di mortalità che dei dati censurati (quelli che non sono ancora morti).

Il sito citato non raccoglie abbastanza dati per applicare la metodologia descritta, ergo il dato è inaffidabile. Non è corretto però neanche il calcolo a spanne che fai dopo: il tasso di mortalità va calcolato per fasce di età e quindi lo 0,283% da te indicato non va bene. Ovviamente, sospetto che nessuno di noi possegga dati adeguati per un calcolo corretto.

 

   
13. Paperino
giovedì 15 ottobre 2009 alle 6:47 PM - firefox 3.5.3 Windows 7
   

C'è da aggiungere che 283 TC morte non è un dato ufficiale!! Non mi pare sia indicato da nessuna parte l'obbligo di registrare la morte di una TC sul sito.

L'unico dato che ha "qualche" valore in questa faccenda, considerando che c'è la possibilità di barare, è la durata media che dal punto di vista statistico - a parte attacchi mirati - e con un campione abbastanza ampio è abbastanza resiliente agli outliers.

   
14. 0verture
giovedì 15 ottobre 2009 alle 7:41 PM - firefox 3.5.3 Windows 7
   

Saranno anche dati inaffidabili ma sfido io il possessore di quel giocattolo, non guardarlo di traverso quando compirà 17 mesi e, nell'eventualità, aver già fatto un ulteriore backup.

Se stessimo parlando poi di un utente non mac, me lo vedrei sul tavolo a disezionare il catorcio ed a pulirgli i contatti interni con spray dissossidante e altre porcherie chimiche. I più fanatici direttamente a sostituirgli i condensatori con il saldatore.

Come al solito però qualcuno dovrebbe fare meno la splendida con le sparate ed essere più concreta in quello che conta visto che dolente o nolente una parte della sua clientela sono ancora professionisti di un certo livello e non solo bimbiminkia con la paghetta settimanale da due zeri.

   
Lascia un commento:
Commento: (clicca su questo link per gli smiley supportati; regole di ingaggio per i commenti)
(opzionale, per il Gravatar)