A Ovest Di Paperino

Welcome to the dark side.

  • Backup for blackout

    Se leggete questo blog da parecchio, avrete capito che soffro di forti paranoie: quanto sia sicuro il PC, quanto siano al sicuro i miei dati, ecc. Ultimamente mi son soffermato a lungo a pensare ad una soluzione efficiente per il backup. Sono arrivato alle seguenti conclusioni:

    1. Ci sono 2 gruppi di dati quando penso al backup: dati online (desktop, my documents, e-mails) e dati offline (tutta roba 'archiviata' non necessaria da tenere online: foto in alta risoluzione, vecchi documenti ecc.)
    2. Di tutti i dati 2 copie su due drive (meglio ancora dispositivi) diversi sono il minimo indispensabile
    3. Tutto il resto (ftp server, ecc.) e' un bonus extra

    Per implementare questi requirements ho comprato un NAS. I dati online verranno backupati in automatico da Windows Live One Care sul NAS (e quindi ne avro' due copie: una sul PC una sul NAS). I dati offline verranno salvati su un drive USB e backupati periodicamente sul NAS. A questo punto l'unico evento disastroso potrebbe essere la rottura contemporanea di due drive (possibile ma altamente improbabile; vedi vignetta sotto).

    -quack

    P.S. ogni riferimento a fatti realmente accaduti e' puramente causale.

  • La storia di Dancing Banana

    dancing_banana_ani Era da un po' che ho cominciato a notare le banane spopolare sui forum online (grazie alla formichina che mi ha mostrato la prima qualche anno fa). Ma ignoravo che - dietro questa emoticon - si celasse una vera e propria storia, ne mai avrei pensato di trovarla su wikipedia.

    La scoperta l'ho fatta oggi tramite il post su CodingHorror di un plugin per VS che permette di piazzare la mitica banana un po' ovunque nell'editor dell'IDE.

    Lo voglio!!! Big Smile

    (l'immagine è tratta da WikiPedia)

  • 6000.16386.061101-2205

    E ho detto tutto!!

    Peppino De Filippo

  • Casa con Vista

    (senza parole... anzi una sola: Tie' a tutti quelli che hanno parlato - male - di Vista leggendo recensioni di recensioni) Big Smile

    Ah: su un Pentium D 820 con 1 GB di RAM gira BENISSIMO!!!

  • Mi chiedo

    Perche'? Lo chiedo anzi a Mastella. Per quanto riguarda lo stato di legalita', l'Italia e' stato sempre borderline (piu' di la' che di qua). E allora perche'?

  • Office 2007 RTM

    Finalmente! Era ora!

  • Linux wars

    Quello che e' successo la settimana scorsa ha a dir poco dell'incredibile. Prima notizia: grazie ad un perverso uso della GPL, Oracle ha annunciato la 'sua versione' di Linux. Nel video - a parte l'uso squallido di animali simpaticissimi come i pinguini - tutta la personalita' di Ellison viene fuori.

    Lo stesso Ellison che per anni ha giustificato gli esosi prezzi del suo prodotto nelle maggiori performance ma che quando e' stato battuto proprio in quel campo (tpc benchmark) ha detto che le performance non sono tutto (e allora perche' - caro mr. Ellison - bisogna pagare qualche ordine di grandezza per il tuo DB? Pensato user friendly quanto un telecomando senza tasti?)

    Lo stesso Ellison scoperto a frugare nella nostra monnezza che a dato l'occasione a mr. Gates di tirar fuori una battuta spaziale:

    I thought we'd have a terrible time getting the press to pay attention to a subject like Garbage Collection... then Larry Ellison solved the problem for us.

    Ma l'idiozia piu' grossa e' stata quella della scelta del nome. Unbreakable Linux; come on... Big Smile il lupo perde il pelo ma non il vizio?


     La seconda notizia e' stata quella del patto tra Novell e Microsoft che ha sorpreso ben molti. E cosi' - povera RedHat - si e' trovata al centro tra due fuochi. E ai due fuochi ha risposto con due pagine (a parer mio esilaranti). La prima dedicata ad Ellison & co., intitolata Unthinkable; la seconda dedicata all'annuncio MS-Novell intitolata Truth Happens: dal sapore retro' di "abbiamo vinto" di Netscape.


    Ormai mancano pochi giorni al rilascio di Vista che sara' disponibile per le corporations gia' dal prossimo 30 Novembre. Apple e' sembrata gia' abbastanza nervosa mentre alcune distribuzioni di Linux (tra cui la mia preferita Ubuntu Smile) sembrano in preda al panico da rilascio immediato. Che spettacolo.

    P.S. questo post e' sponsorizzato dalla connessione wireless gratis della biblioteca pubblica di Bellevue. Che figata queste biblioteche.

  • La Formula della Fortuna

    Questo mese sto leggendo un libro piuttosto interessante: "Fortune's Formula".
    E' un libro che spiega l'intreccio delle storie di diversi "scienziati" che hanno contribuito a teorizzare la matematica dietro le scommesse.

    Una premessa: sono appassionato di statistica e non affermero' MAI che si puo' vincere al lotto in maniera scientifica (con un po' di culo magari si...). Ma e' possibile vincere al Black Jack (e nel libro si estende il concetto ad altri giochi a scommessa come la borsa). La differenza fondamentale tra Black Jack e lotto & co. sta nel fatto che il mazzo di carte "ha una memoria" tra mani (manches) diverse: nel lotto una volta che l'estrazione (mano) e' effettuata le palline vengono rimesse nell'urna; nel Black Jack questo non accade dopo una singola mano ma solo quando il mazzo e' quasi esaurito. Considerando che il dealer dei Casino' non puo' usare questa informazione ma deve rispettare regole di gioco delineate, il vantaggio del giocatore e' consistente.

    Il libro in realta' non si sofferma molto su questo aspetto (di piu' in questo libro di Ed Thorpe: "Beat the Dealer") ma sulla storia dei vari personaggi (Claude Shannon che ha teorizzato completamente la teoria dell'Informazione; John L. Kelly, che ha messo insieme la formula che massimizza i profitti delle scommesse; Edward Thorpe che ha applicato la teoria dell'Informazione ai giochi a scommessa e cosi' via). Nel libro si racconta anche che Shannon aveva assimilato la borsa ad un gioco a scommesse simile al Black Jack: anche se a prima vista puo' sembrare un'eresia (qualche economista si era sforzato in passato di dimostrare che la borsa e' piu' simile al lotto che al Black Jack), vi si legge che ad un certo punto della sua vita fosse stato in grado di creare un Portfolio su basi matematiche con una rendita del 100% mensile realizzando in 11 mesi un guadagno di 2048x. Questo ha poi portato, con la collaborazione di Edward Thorpe, alla realizzazione del libro "Beat the Market" (praticamente introvabile).

    Questo libro fichissimo, che mi ha letteralmente aperto gli occhi in quanto di matematico applicato al gioco a scommessa conoscevo solo la martingala, l'ho trovato per caso mentre cazzeggiavo per i corridoi della biblioteca pubblica di Redmond alla ricerca di alcuni libri per la formichina. A lei va un ringraziamento particolare per avermi prestato il suo account presso la biblioteca (il mio e' perennemente chiuso in un cassetto Sad).

    Se vi piace il mix che puo' nascere tra storie di intrigo, di scommettitori gambizzati e di matematici geni occhialuti, questo libro fa per voi.

  • Sony: ancora tu?

    Sony presenta il laptop piu' leggero del mondo: 898 grammi; che diventano appena 200 dopo l'inevitabile esplosione della batteria. Big Smile

    Sony: non ci sono paragony

  • Paperino al poligono

      Oggi come attivita' ricreativa abbiamo passato un paio d'ore al poligono. Nonostante abbia fatto il militare, non avevo mai sparato con una pistola vera. La compagnia, 10 geeks di cui 7 full geek con occhiali da nerd e una collega donna, metteva un po' soggezione. Pero' spiegate bene tutte le regole e' stato abbastanza divertente. Quello che mi sorprende molto e' il costo delle amminizioni molto basso nonostante un cartello all'ingresso spiegasse che - a causa del fallimento di una delle aziende produttrici - i prezzi stessero impennando: per una pallottola calibro .22 si spende poco piu' di 7cents. La cosa piu' divertente? Fare i Clint Eastwood, scaricando tutto il caricatore in pochi secondi.

    Decisamente non e' il mio sport preferito: molto meglio scaricare le frustrazioni tamponandosi su go-kart indoor, ma questa e' gia' un'altra storia.

  • Shock culturale

    Sono otto e passa anni che vivo negli USA e ancora non mi capacito di alcune cose che vedo.

    Episodio uno: C'era una macchina che davanti a me guidava malissimo (brusche accelerazioni e rallentamenti) e avevo gia' maligno pensato che stesse parlando al cellulare (qui e' ancora legale parlare al cellulare mentre si guida; ma anche bere, mangiare, leggere un libro, ascoltare con le cuffie e farsi un pedicure magari pure contemporaneamente). Ma leggendo un adesivo sul paraurti abbastanza cattivo "Don't talk and drive" ho pensato ad un problema meccanico. Quando l'ho accostata (era una signora, non faccio commenti sull'aspetto) ho visto che in realta' stava parlando al cellulare. Si trattava quindi di una stronza in contraddizione.

    Episodio due: Un paio di giorni fa su un paraurti abbastanza ampio campeggiavano due adesivi, "Support our troops" e "support human life" (immagino per una campagna contro gli aborti). Per fortuna essendo il paraurti abbastanza ampio i due adesivi erano attaccati sugli angoli opposti.

    In realta' ci sono adesivi ben piu' spassosi. Il piu' bello recitava:

    "I am a b*tch but at least I am good"

    E ho detto tutto (come diceva Peppino in Toto' Peppino e la malafemmena). Big Smile

  • Lettura interessante

    Ultimamente leggo in giro molte cazzate, pure troppe. Di per se questo non e' un male fino a quando chi le scrive non si prende un po' troppo sul serio (sul mio blog c'e' scritto; se leggete qualche cazzata non vi lamentate, vi avevo avvisato).

    La lettura che ritengo interessante e' quella di questo blog.

    Pero' ora dico una "cazzata" anche io: la tecnologia e' neutrale. Oh, che soddisfazione.

  • 8 anni e 1 giorno

    Qui accanto ci sono circa 4 pounds (gli altri 4 son volati in fretta) di M&Ms fotografate fuori dal mio ufficio. Sono rosa non perche' mi piaccia particolarmente il colore ma perche' - in questo periodo - e' nel pieno vivo la campagna nazionale per la lotta al cancro alla mammella.

    Per quanto riguarda il trivia (so che non gliene frega niente a nessuno): non ci sono distributori a pagamento di bibite qui in MS simili a quello nel video, ma solo di snacks. Le bibite, da piu' di 30 anni sono totalmente gratis. Smile

    -quack

  • 8 anni

    Otto anni fa cominciava la mia avventura qui in MS. Da allora la MS ha rilasciato diverse versioni di OS, alcune buone (windows 2000, windows xp) altre pessime (windows ME); personalmente ho contribuito al rilascio del .Net Framework 1.0 & 1.1 (anche un po' della 2.0) passando alla storia per alcuni contributi al formato del diffgram (su cui ci torno in futuro per alcuni aneddoti spassosissimi) e prossimamente - sempre su questi schermi - di Windows Vista.

    Come da tradizione ho "installato" 8 pounds (piu' o meno quattro chili) di M&Ms fuori dall'ufficio per i miei colleghi (e per me).

    Un trivia. Cosa c'e' di inverosimile nel video qui sotto? La risposta domani (insieme ad una foto dell'installazione di M&Ms).

  • Tecnologia a spasso, final chapter?

    (capitolo precedente)

    Con la restituzione del router DLink e degli adattatori a rete convogliata Airlink, ho deciso di comprare degli adattatori simili della netgear. Ne ho letto molto bene (sono dotati di algoritmi di QoS) e volevo provarli di persona. Il prezzo (erano in offerta a 180$ solo qualche settimana prima, li ho pagati 200$) e' poco competitivo con l'idea di stendere il cavo, ma il fatto di poter fare tutte le prove senza causare danni permanenti alle pareti mi ha incoraggiato a provarli.

    Purtroppo nella mia specifica configurazione la velocita' non ha mai superato i 50Mbps. Considerando che li stavo pagando per 200Mbps e per un sacco di feature per me inutili ho deciso di restituire anche questi in cambio dei piu' modesti XE103 che ho dovuto purtroppo ordinare online (il prodotto sembra troppo nuovo).

    Ieri sono arrivati, li ho spacchettati e li ho installati. Tutto e' filato liscio e il sw rileva una connessione di 50Mbps. Morale della favola: ho ottenuto le stessissime prestazioni ma spendendo quasi la meta'. Ho notato che il tutto funziona benissimo anche con l'aggiunta a valle di un ethernet hub. Ho pensato che fosse arrivato il momento di acquistare un print server... ma a quanto pare (dalle mie prove di ieri) i print-server di nuova generazione non sono perfettamente compatibili con le nuove stampanti. Mi risultava impossibile leggere - via print server - lo stato della stampante (impossibile capire quale inchiostro cambiare).

    C'est la vié. Mi aspetta un altro pellegrinaggio da Fry's Smile. Come soffro... Smile

    -quack

  • Ho rotto una finestra

    Per fortuna non e' colpa mia ma di chi ha inventato il vetro e non l'ha fatto abbastanza resistente. Smile

    Favoloso questo pezzo:

    Apple is upset at Windows for not being more hardy against such viruses

    Meditate gente, meditate.

    -quack

  • Vado un po' Darfur

    De fretta e che avevate capito?

  • Come ti scelgo lo sponsor

    Da news.com:

    Apple Computer has teamed with rock star Bono to launch a new iPod Nano whose sales will help raise funds to fight AIDS.

    For every iPod Nano Red Special Edition sold, Apple will donate $10 to the Global Fund to Fight AIDS, Tuberculosis and Malaria.

    Ma chi, lo stesso Bono Vox che ha speso 1000 sterline per far viaggiare il suo cappello in business class?

    Tanto di cappello ad Apple. Big Smile

    -quack

  • DRM fai da te

    Stavo leggendo il sommario online di un libro su amazon. Mentre cambio pagina (portandomi dalla copertina al sommario vero e proprio) mi appare questo prompt:

    Very interesting indeed. Immagino amazon (a giusta ragione per carita') voglia proteggere se stessa dall'utente che copia/incolla il contenuto di un libro (un lavoraccio da amanuense) una pagina per volta. Ma cosa succede se nella clipboard c'e' una password (magari del mio conto in banca)?? Chi mi garantisce che amazon sia esente da exploit e che la mia clipboard sia safe?

    Immagino che su XP il prompt non appaia e che amazon scorazzi felice per la clipboard di sistema.

    DRM fai da te? No alpitour? Ahiahiahiahiahi

    -ouch

  • Doppia vita di una copertina geek

    Questa non e' una vera e propria novita' in quanto avevo letto in passato questo post. Pero' non volevo perdere l'occasione per salvare le due immagini nella mia "blog-memoria".

    Immagine 1: Copertina del libro "Head First Design Patterns"

    Immagine 2: 'Copertina' del sito Vagisil’s teen centre web-page (prodotto per l'igiene femminile)

    Mi risparmio la classica battuta. Quanto puo' costare non avere l'esclusiva su alcune immagini!!

    Smile

    -quack