Che animale sei?

Jun 4, 2006 - 0 comments - Archiviato in: #Cazzate #Pippe Mentali

Circola in questi giorni una mail amerrigana di un predicatore "cristiano" che chiede ai fedeli di pregare per il presidente perché il momento é difficile (la mail faceva menzione dei valori della 101ˆ divisione aerea, che durante la seconda guerra mondiale avrebbe salvato il mondo dal nazismo in un'ultima battaglia eroica: coincidentalmente - e profeticamente perché la mail é partita diversi giorni fa - si tratta della stessa divisione autrice a quanto parte di atrocitá bestiali contro la popolazione civile irachena: 24 morti tra donne e bambini). La mail mi ha dato molto a pensare; sono arrivato a questa teoria (pippa-mentale). Gli essere umani si possono classificare in tre categorie:

  1. Pitoni (predicanti): quelli che di solito la mail la scrivono. A volte si occupano di argomenti superiori e nobili come i diritti dei non nati per poi difendere chi - sui diritti dei nati - ci passa sopra con i carri-armati. Purtroppo sanno di avere questo potere superiore (chiamiamolo carisma) ma a differenza dell'uomo ragno lo usano in maniera irresponsabile. I pitoni non sono di per se cattivi (come la connotazione data spesso a questi animali) ma non per questo meno pericolosi. Tra i pitoni ci sono i genii del marketing, quelli quasi capaci di vendere ghiaccio ai pinguini.
  2. Pecore (passa-parola): quelli che di solito la mail la forwardano. Non vogliono pensare perché sono convinti di appartenere ai buoni (animale piú buono di una pecora non ce n'é). Il problema é che, per quanto innocuo sia, un gregge puó sempre travolgere chiunque. Forza del branco.
  3. Pinguini (partaioli). L'animale piú menefreghista del mondo (forse perché vive al Circolo). Sta bene con i pitoni. Sta bene con le pecore. Ma si esalta in gruppi numerosi e misti. Crede (o non crede), ma sceglie se farlo e soprattutto non disconnette la propria responsabilitá a differenza della pecora.

Il pinguino, fra tutti, é l'unico che propone pippe-mentali. Per questo mi sento tale. E tu che animale sei?

Chillax, dudes!


Un paio di crediti: a Natalik, al windrago e alla formichina (ma siamo davvero in uno zoo? :-D) per avermi ascoltato ed aiutato ad elaborare la teoria.

Software scritto col c#*o

Jun 3, 2006 - 0 comments - Archiviato in: #Software

Sono riuscito a scoprire che é possibile accedere ai file audio registrati sul piccolo lettore mp3 comprato per la formichina (Sandisk Sansa m240). Peró il lettore é bacato e la registrazione successiva di piú lezioni ha praticamente danneggiato il file system. Risultato: di 3 registrazioni, solo una é stata recuperata. Non so come si faccia a vendere un dispositivo che - in una delle sue funzioni fondamentali - é profondamente bacata. Come se stampare un documento Word causasse un blue screen in maniera consistente. Al diavolo Sandisk, non compreró mai piú da loro (Aldo Giovanni e Giacomo si sarebbero chiesti: ma chi l'ha testato il prodotto, Topolino? E-))

-quack

If you are not part of the solution...

Jun 2, 2006 - 0 comments - Archiviato in: #Cazzate

 

...you are part of the precipitate. :-)

 

Accattativilla qui.

Open source made in Microsoft

Jun 2, 2006 - 0 comments - Archiviato in: #Link #Microsoft

Sicuramente la notizia e' passata in sordina (pure troppo secondo me). Il sito e' qui (un nome figo: Codeplex). Tra i progetti davvero interessanti: MSBee e Tao Framework (wow, pure il supporto di Mono. Qualcuno e' impazzito Smile).

~Enjoy

DRM follie

May 31, 2006 - 0 comments - Archiviato in: #DRM #Privacy

Giorni fa ho comprato un piccolo lettore MP3 per la formichina di casa per poter avere la possibilitá di registrare le lezioni senza strapazzarsi con cassette, riversaggi, ecc. Pensavo che la tecnologia fosse arrivata ad un punto tale da permettere alla gente di fare quello che si faceva una volta - come appunto registrare una conversazione - solamente in maniera piú semplice. La mia prima impressione é stata peró estremamente negativa: a quanto pare l'unico modo di ascoltare la lezione é attraverso il dispositivo stesso: il sogno di un riversaggio al "drag-and-drop" é svanito in un attimo. Puó darsi sia solo l'impressione e quindi l'operazione magari é fattibile; ma se davvero questo dispositivo é stato pensato con tale limitazione, non mi resta altro che riportarlo indietro, qui in USA basta tenere la ricevuta per avere il rimborso totale. Quello che piú mi spaventa é il fatto che la tecnologia progredisce, ma contro gli utenti finali. A tal proposito é interessante questo articolo apparso proprio oggi su newsweek. Buona lettura.

Report del weekend

May 31, 2006 - 0 comments - Archiviato in: #Blog-Tech #Link

Ecco un paio di cosette che ho scoperto durante il weekend:

  1. Ado.Net 2.0 per Sqlite non funziona in "Medium Trust", in quanto fa uso di Interop. Perché Interop non funziona sotto medium trust? Spiegazione qui. C'é un'alternativa? Sembrerebbe di si, ma il fatto che SharpHsql non é pensato per il multi-threading rende l'alternativa valida. In attesa che qualcuno porti Sqlite in C# (completamente).
  2. Volendo implementare la MetaWebLog API mi son dovuto guardare lo standard XML-RPC. Ovviamente questo layer per .Net non funziona in medium trust (per via dell'uso di Reflection). Ho dovuto scrivere un piccolo stupido wrapper da solo (da pubblicare non appena sará completo) e nel far ció ho scoperto una piccola "omissione" di questo standard: perché le struct non hanno nome? (un baco nella spec immagino).

Ho avuto modo di guardarmi anche ADO.Net 2.0: quante migliorie soprattutto dal punto di vista dei providers. DbProviderFactory é davvero molto comoda. Notavo infine che di piattaforme blog scritte in .Net non c'é davvero niente (DasBlog non supporta medium trust e quindi non si puó definire funzionante, sugli altri listati qui stendiamo un velo pietoso)

Enjoy

Meritato riposo

May 27, 2006 - 0 comments - Archiviato in: #Link #Software

Visto l'andazzo particolarmente convulso di queste due settimane sul lavoro, e dopo il contemporaneo

  1. rilascio della prima beta di Vista Upgrade Advisor
  2. rilascio della prima beta di Application Compatibility Toolkit 5

e considerando che si avvicina il Memorial Day (una delle poche feste comandate qui in USA) mi concederó un po' al meritato riposo. Voglio spendere un po' del mio weekend time giocando con questo giocattolino.

Nel frattempo, vista l'ultima mania online (quella dei video: google-video, youtube, etc.) lasciatemi passare - anche per mia futura memoria - un paio di link davvero interessanti:

  • keepvid.com per avere la possibilitá di salvare i filmati in locale
  • FLV Player, per avere la possibilitá di guardare i filmati nello strano formato FLV
  • Total Converter per convertire da un formato all'altro (incluso il suddetto FLV).

Enjoy!

Il tuo PC é pronto per Vista?

May 19, 2006 - 0 comments - Archiviato in: #Microsoft #Software #Windows

Molti se lo chiedono, da oggi la risposta é online. Non senza un briciolo di orgoglio visto che a questo piccolo progetto ci ho lavorato anche io (lato server). Qui si puó vedere uno screenshot.

Per il prof

May 18, 2006 - 0 comments - Archiviato in: #Aneddoti

Capita nella vita di incontrare tante persone. Non per tutte ci sará posto nella nostra memoria. Alcune invece vi ci entreranno di prepotenza e non ne usciranno mai piú. Tra queste, il mio prof di lettere nei primi anni di liceo: nonostante la materia NON fosse tra le mie preferite, le lezioni del prof Tobia Granieri erano leggere come l'aria. Il tempo passava veloce perché non si trattava mai di una lezione impartita dall'alto: si aveva l'impressione di avere il privilegio di assistere ad uno show, con risvolti di comicitá talvolta irresistibile. Certi gesti, certe frasi, sono scolpite ormai indelebilmente nella mia memoria (mitica fu ad esempio la lezione su alcune religioni all'epoca in voga!): sono sicuro che sia cosí anche per tanti altri miei compagni, nonostante siano passati quasi vent'anni.

In cuor mio era ancora viva la speranza di un incontro fortuito per le vie del mio paese - quando ogni anno vi ci torno per la consueta vacanza -  ed intavolare cosí una conversazione o magari una partita a scacchi (memorabile il nostro scontro in quel torneo).

Buon viaggio, prof!

 

Oggi stacco

May 13, 2006 - 0 comments - Archiviato in: #Cazzate #MSN Messenger

Ho un po' di nausea: causata dalla lettura dei giornali. Bush dichiara che "sí ci spiava, ma solo quelli che erano amici dei terroristi". A Londra invece parte la sperimentazione dei cani antipirateria. In Italia, mizzega che casino con queste intercettazioni (sono Juventino e questo casino mi aiuta a capire meglio chi in passato possa aver votato FI).

Ormai é tutto un essere intercettati. Tempo fa installai un plugin per messenger che faceva encryption. Penso sia arrivata l'ora di rimetterlo in uso. Ma per oggi stacco.

-quack

La sensibilitá che nuoce

May 10, 2006 - 0 comments - Archiviato in: #Aneddoti #Cazzate #Microsoft #Pippe Mentali #Software

Son due giorni che mi sbatto per debuggare l'implementazione di una cache per un webservice presto rilasciato al pubblico. Il mio problema era questo: c'erano alcune chiavi, che davvero non volevano saperne di essere cachate. La cosa piú pazzesca era un preciso numero (il 22% circa) di queste chiavi generate pseudocasualmente.

L'inghippo: il client é case insensitive, il DB é case insensitive, la cache é case sensitive.

Ho imparato la lezione (é stata dura perché si trattava di debuggare in condizioni inumane) con dolore. Ora sono in spasmodica attesa che la query qui sotto termini (trattasi solo di qualche milione di records):

update PnPDevice_Status set pnpID = upper(pnpID) 

Apple vs. Linux vs. Windows XP

May 9, 2006 - 0 comments - Archiviato in: #Apple #Pippe Mentali #Software

Ho trovato questo benchmark interessante. Come tutti i benchmark va preso con le pinze (infatti Linux é stato testato su un HW diverso o almeno cosí mi pare di leggere) ma la teoria in background (sulle modalitá di passaggio dei parametri) mi é sembrata abbastanza verosimile. :-)

-quack

Steve (Jobs) for President

May 4, 2006 - 0 comments - Archiviato in: #DRM #Software

Leggo da varie fonti (tra le tante P.I.) che Steve Jobs é riuscito a non farsi mettere a 90 gradi dalle major (non che questo significhi che lui non lo faccia con i suoi clienti: penso ai developers apple ). In un mondo dove i politici (che Beppe Grillo definisce nostri dipendenti) accettano gli interessi delle caste, quella di Jobs é davvero una voce fuori dal coro; a lui vanno i miei sinceri complimenti per questa impresa.

Un paio di precisazioni: non sono ne a favore ne al contrario del DRM; come qualsiasi altra tecnologia, lascio decidere al mercato: se la formula 99cents per canzone ha fatto il botto e ha reso l'IPod (design superbo lo ammetto, ma con un sacco di features in meno di quello che io considererei il mio lettore personale) un prodotto stellare, vuol dire che gli acquirenti sono felici cosí; anche perché gli acquirenti sanno cosa comprano (e questo vale non solo per ITunes, ma anche per Napster, Yahoo Music, etc.). Divento cattivo quando qualcuno si arroga il diritto di decidere per gli utenti (soprattutto quelli che le companie stesse definiscono "fedelissimi" perché in tempi di P2P a manetta ancora comprano CD) cosa farne dei propri PC. Per questo mi sento felice di aver venduto il mio televisore di marca sospetta proprio alcuni giorni fa. :-)

Firefox, security e sul concetto di demenza

May 2, 2006 - 0 comments - Archiviato in: #Codice #Pippe Mentali #Security #Software

Leggiucchiando in giro son capitato sul sito dei FirefoxFlicks, video promozionali per pubblicizzare Firefox, e mi son imbattuto nel secondo posto classificato. Davidonzo, mia nemesi totale (usa Ubuntu e quindi Firefox), commentando il video definisce demenza l'essenza di IE.

Un paio di note: nel 2005 ho installato anche io, quando IE fu tempestato da una miriade di bachi di sicurezza, Firefox. Mi ripeto ma Firefox in passato, per il mancato supporto degli ActiveX causa di molti mali nel browser avverso, veniva svenduto come "intrinsecamente" piú sicuro. Peccato che questo intrisecarsi non sia stato di buon auspicio l'anno scorso: 17 bachi di sicurezza per IE, 22 bachi di sicurezza per Firefox (fonte secunia: per IE, per firefox). All'epoca non c'era neanche l'auto upgrade e toccava restare informati per scoprire se la versione di Firefox installata sul proprio PC fosse pericolosa (a differenza del servizio semi trasparente di Windows Update). Risultato disinstallazione immediata di firefox per aver tradito quelle che definisco le mie aspettative (e stendiamo un velo pietoso sul fatto che la cache di Firefox sia gran divoratrice di RAM: stando ai developers non é un baco, ma una feature!)

Poco piú avanti, leggo di explorer destroyer: un sito che distribuisce script fatti per mandare in tilt IE. Chiunque li puó inserire tra le pagine del proprio sito e costringere gli utenti - se vogliono davvero navigare le pagine di tali siti - a scaricare Firefox. Google fa di piú e dona addirittura un dollaro per ogni copia di Firefox scaricata alla causa (trovo funny che il loro motto sia "don't be evil" E-)). Oddio, ognuno é libero di fare e usare quello che vuole, ma cerco di immaginare chi potrebbe essere cosi idio... ehm intelligente da scaricare tali script e precludere il proprio sito all'89% (o giú di lí) dei navigatori. Beppe Grillo con vocina stridula direbbe: "leggermente in controtendenza"; in un mondo che si muove verso una distribuzione di contenuti da fruire nella maniera piú libera possibile (adoro gli RSS readers e per questo motivo ho tagliato fuori tutti quei feeds che richiedono di aprire un browser per continuare a leggere la news!) questa mi sembra una mossa davvero stonata (qualcuno direbbe demente!).

Una precisazione: credo sinceramente che la concorrenza nel "mercato" dei browser sia necessaria; é bello vedere features di Firefox implementate in IE7 e features di IE7 implementate come plugin di Firefox. Peró - vestendo i panni del webdesigner e considerando pure che i 2 browser non renderizzeranno mai le pagine in maniera identica al 100% - mi auguro sempre che uno dei due browser la faccia da padrone (purché per gli utenti rimanga free). Ció renderebbe la vita enormemente piú semplice a chi deve mettere mani all'HTML.

-quack

Nirvana

May 1, 2006 - 0 comments - Archiviato in: #Cazzate #Recensioni

Ieri sera mi son congratulato per la fine dei lavori di cablaggio del nuovo televisore flat-screen da 37" (collegato ad un windows media center powered con NVidia 6200 (*) che fa un upscaling hardware davvero gustoso), guardandomi questo bellissimo capolavoro di Gabriele Salvatores. Se dovessi elencare cinque motivi per consigliare la visione di questo film ci sarebbero:

 

 

  1. L'interpretazione dei due protagonisti, Jimi e Solo (rispettivamente Christofer Lambert, nel suo piú bel film dopo Highlander e Diego Abatantuono, altra perla soprattutto nelle mani di Salvatores)
  2. La storia: un matrix ante-tempore con influenze di Blade Runner
  3. L'interpretazione di Silvio Rubini - compaesano - nel ruolo di Joystick; grande il suo recitare con smaccato accento gravinese soprattutto quando menziona le "Zony a colori" :-)
  4. La frase: "saresti come un fiocco di neve che non si posa mai"
  5. Il finale che non rivelo; magari qualcuno lí fuori non ha ancora visto il fim.

quack!

(*) chi mi conosce sa che odio NVidia: ottimo hardware, ma pessimi driver. Peró a quanto pare, mentre basta una NVidia 6200 AGP per fare upscaling a 1360x785, ci vuole l'equivalente di una ATI x1600 per ottenere gli stessi risultati. Il giorno in cui ci sará un produttore di HW che capirá i bisogni di noi "home mediacenter"-ofili, prevedo che si fará un sacco di soldi

C# e IDisposable

Apr 25, 2006 - 0 comments - Archiviato in: #Codice #Software

Due dei costrutti piú interessanti ed eleganti del C# sono il lock e lo using, che funzionano in maniera pressocché simile. La feature piú comoda di tali istruzioni é la gestione automatica di quello che avviene implicitamente all'uscita del blocco di codice (e quindi anche in presenza di un eccezione). Nel caso del lock viene chiamato Monitor.Exit, nel caso di using viene chiamato IDisposable.Dispose. Giorni fa, proprio tale "automatismo" mi ha dato un'idea abbastanza simpatica e cioé quella di estendere il concetto di "rilasciare" contenuto nell'interfaccia IDisposable in senso lato. Si potrebbe ad esempio "rilasciare" un oggetto costoso in un pool. Ed é cosí che mi sono "inventato" (*) questo pattern. Siano:

MyClass un oggetto "costoso"
MyClassProxy un proxy all'oggetto "costoso" che implementa IDisposable
MyClassProxyPool un pool di MyClassProxy

Il pezzo di codice che "usa" MyClass e fa uso del pool diventa:

using(MyClassProxy proxy = MyClassProxyPool.GetAProxy())
{
MyClass realClass = proxy.RealObject;
realClass.DoSomething();
...

}

All'uscita del blocco (per un motivo o per un altro) verrá invocato proxy.Dispose(). A questo punto basta fare in modo che tale chiamata restituisca il proxy nel pool ed il gioco é fatto.

I  C#!!

-quack

(*) in realtá qualcuno direbbe che i pattern non si inventano ma si scoprono!

A mente fresca (piú un piccolo appunto sulla sfiga)

Apr 22, 2006 - 0 comments - Archiviato in: #Aneddoti #Cazzate

Quando ero studente e mi capitava di non riuscire a risolvere un problema (e si faceva sera sui libri di matematica) mia madre mi diceva: "vai a letto, domani mattina ti svegli presto (NdR, l'opzione "vai a scuola senza fare l'esercizio neanche esisteva) e a mente fresca vedrai che ci riuscirai". :-)

-quack

per l'appunto: qualcuno avrá notato che il contenuto di questo blog é tornato indietro nel tempo. Il motivo é stato la rottura contemporanea di due drive in RAID su cui gira questo server. Quante sono le probabilitá che questo avvenga? Immagino scarse...

Il Vangelo secondo Murphy

Apr 20, 2006 - 0 comments - Archiviato in: #Cazzate

Nel capitolo 3 verso 14 c'é scritto:

Se qualcosa puó andare male, lo fará (di converso se qualcosa non puó andar male, lo fará lo stesso).

Anche le leggi della natura obbediscono al Vangelo di Murphy. Uno dei corollari derivanti ha a che fare con la teoria della relativitá applicata ai corpi immobili. Cosa vuol dire? Semplice: la teoria della relativitá ristretta prevede la dilatazione delle lunghezze per velocitá prossime a quella della luce. Applicarla ai corpi immobili non avrebbe nessun senso, ma qui scatta il corollario:

Se la cucina é disegnata con precisione millimetrica, al momento dell'installazione tutti i mobili si espanderanno e lo spazio millimetricamente destinato agli elettrodomestici non sará piú sufficiente.

Credo che Murphy abbia preso a piene mani dalle storie Disneyane di Paperino.

-quack

PS. per fortuna le dimensioni le ha prese l'installatore stesso... oh my Dog!

Sul senso civico

Apr 19, 2006 - 0 comments - Archiviato in: #Aneddoti

Una delle cose che assolutamente non rimpiango del mio paese d'origine, é quel fine senso civico che alcuni miei (ex?) compaesani sanno dimostrare. Sono incredulo ed esterrefatto nell'apprendere la notizia attraverso il blog di Beppe Grillo. :

Buona Pasqua 2006

Apr 17, 2006 - 0 comments - Archiviato in: #Cazzate

Con questo post voglio fare gli auguri di Buona Pasqua a chi ci crede e a chi no (come me; in tal caso l'augurio é di passare una domenica speciale, magari un po' piú rilassata del solito).

In particolare i miei auguri vanno alla formichina, ad Ale (che ha trovato questa immagine stupenda), a Claudio e PG, a Stefano, a Donato, a Mario & Nat, a Betto ed Elisa, agli amici Italiani qui nello sperduto Northwest (tanti per ricordarli tutti), agli amici Italiani rimasti in Italia, ai parenti e conoscenti tutti.

P.S. Spero che l'immagine qui sotto non offenda la sensibilitá di nessuno (é un blog di cazzate, mi si perdoni la leggerezza); da buoni Cristiani immagino facciamo della tolleranza un valore fondamentale

-quack