La leggenda del FS senza frammentazione

Penso fondamentalmente che la scelta di un OS "preferito" sia dettata spesso da motivi "religiosi". Nulla in contrario su questo: anche la mia è fondamentalmente una scelta religiosa in un certo senso. Molte volte però la "fede" porta a fare affermazioni che non stanno ne in cielo ne in terra. Una di quelle più divertenti è la "barzelletta" che ogni tanto circola sui FS che non richiedono deframmentazione (uno dei linux-zelanti affermava in una rivista che il defrag è un retaggio tipico di windows, in quanto il FS di linux non si frammenta!). La mia opinione è questa:

NON ESITONO FILE SYSTEMS CHE NON RICHIEDONO DEFRAMMENTAZIONE! SE QUALCUNO HA BISOGNO DI UNA DIMOSTRAZIONE *MATEMATICA* SULL'IMPOSSIBILITÀ DI TALE CONCETTO MI FACCIA SAPERE.

Ora mi sento meglio. Devil Quack!

Pubblicato sabato 18 febbraio 2006 alle 4:12 AM - 7 commenti so far
Archiviato in: Cazzate

Diritto di voto... magari!

Beppe Grillo oggi riporta la lettera di un Italiano residente in Inghilterra a cui quasi sicuramente sarà negato il diritto di voto (sono dubbioso in quanto so che i nostri consolati leggono spesso la stampa, i blog, le rubriche, ecc.). Immediatamente penso: beato lui! Se fate una ricerca qui con le parole "Consolato San Francisco" (Consolato da cui la mia famiglia dipende) avrete modo di leggere storie dell'orrore degne del migliore Edgar Allan Poe: questo nonostante nel Consolato ci lavorino tantissime persone di buona volontà che seriamente ce la mettono tutta per venire incontro alle esigenze dei cittadini come noi, impigliati all'estero tra alcune maglie della burocrazia Italiana (e pensare che fossimo riusciti a scapparne!). Di fronte storie come queste, dovute sicuramente alla quantità di territorio che il consolato ricopre, quella di non poter votare sembra quasi una liberazione. E parafrasando Nicola Lorusso (Diego Abantantuono), nel film Mediterraneo, potrò dire anche io: «così non potranno dire che ero loro complice!»

Quack!

P.S.: Ho avuto modo anche io di incontrare personalmente (a sottolineare che non riporto per "sentito dire") il ministro Stanca insieme ad altri colleghi Italiani qui a Redmond. Alla domanda di un collega "Possiamo sperare un giorno di poter tornare a lavorare in Italia" la risposta è stata qualcosa sul tono "ma cosa tornereste a fare in Italia" (C'era anche Federico Rampini che ha riportato un articolo su Repubblica dedicato a questo incontro)

Pubblicato venerdì 17 febbraio 2006 alle 1:37 AM - 1 commento so far
Archiviato in: Cazzate

Inviti amichevoli

Bill Gates, 14 Febbraio 2006 dixit:

"Happy Valentine's Day; My other invitation was to go quail hunting with *** Cheney." Big Smile

Pubblicato giovedì 16 febbraio 2006 alle 7:22 AM - 0 commenti so far
Archiviato in: Cazzate

Qualche volta è più di una metafora
Giorni fa parlavo di codice e di poesia in senso metaforico.Apple, si è spinta oltre... Complimenti per la poesia perché è davvero bella. Big Smile

Pubblicato giovedì 16 febbraio 2006 alle 2:25 AM - 1 commento so far
Archiviato in: Cazzate

La nostra civilta` affidata ad Hollywood

Ipse dixit

"Se io fossi Bin Laden anziché spendere tempo e denaro ad addestrare piloti suicidi per gli aeroplani, aprirei un piccolo sito in un paese africano o asiatico e metterei in Rete gratuitamente tutti i nuovi film. Così in un paio d'anni Hollywood chiuderebbe e la nostra stessa civiltà occidentale andrebbe in crisi con i suoi valori di libera circolazione delle idee e di produzione culturale".
(Vito Alfano, della SIAE, il 14 luglio 2004)

La circolazione di idee e produzione culturaleè stata affidata ad Hollywood. Che idiota son stato astudiare all'Università, quando un abbonamento cinematografico era più che sufficiente. Devil

Happy Valentine's day!

Pubblicato mercoledì 15 febbraio 2006 alle 12:47 PM - 0 commenti so far
Archiviato in: Cazzate